WTC ed i suoi misteri

A distanza di anni da quel undici settembre del 2001 ancora ci si domanda : come mai le Torri gemelle sono crollate? E perchè è crollato il WTC7?
I complottisti si domandano : cosa è stato usato per indebolire le strutture metalliche e provocare il collasso delle strutture?
Cosa mai si sono inventate le "segretissime organizzazioni capitanate da Bush per scatenare la guerra in Iraq ed in Afganistan?"
Bene, la risposta è data dalla scienza, nessun complotto ma fenomeni dei quali si hanno indizi seri e che sono da studiare attentamente per evitare il ripetersi di disastri simili.
Buona lettura .

There is no indication that any of the fires in the World Trade Center buildings were hot enough to melt the steel framework.
Jonathan Barnett, professor of fire protection engineering, has repeatedly reminded the public that steel–which has a melting point of 2,800 degrees Fahrenheit–may weaken and bend, but does not melt during an ordinary office fire. Yet metallurgical studies on WTC steel brought back to WPI reveal that a novel phenomenon–called a eutectic reaction–occurred at the surface, causing intergranular melting capable of turning a solid steel girder into Swiss cheese.
Materials science professors Ronald R. Biederman and Richard D. Sisson Jr. confirmed the presence of eutectic formations by examining steel samples under optical and scanning electron microscopes.
A preliminary report was published in JOM, the journal of the Minerals, Metals & Materials Society.
A more detailed analysis comprises Appendix C of the FEMA report.
The New York Times called these findings "perhaps the deepest mystery uncovered in the investigation." The significance of the work on a sample from Building 7 and a structural column from one of the twin towers becomes apparent only when one sees these heavy chunks of damaged metal.

A one-inch column has been reduced to half-inch thickness. Its edges–which are curled like a paper scroll–have been thinned to almost razor sharpness. Gaping holes–some larger than a silver dollar–let light shine through a formerly solid steel flange. This Swiss cheese appearance shocked all of the fire-wise professors, who expected to see distortion and bending–but not holes.

A eutectic compound is a mixture of two or more substances that melts at the lowest temperature of any mixture of its components.
Blacksmiths took advantage of this property by welding over fires of sulfur-rich charcoal, which lowers the melting point of iron.
In the World Trade Center fire, the presence of oxygen, sulfur and heat caused iron oxide and iron sulfide to form at the surface of structural steel members. This liquid slag corroded through intergranular channels into the body of the metal, causing severe erosion and a loss of structural integrity.
"The important questions," says Biederman, "are how much sulfur do you need, and where did it come from? The answer could be as simple–and this is scary- as acid rain."
Have environmental pollutants increased the potential for eutectic reactions? "We may have just the inherent conditions in the atmosphere so that a lot of water on a burning building will form sulfuric acid, hydrogen sulfide or hydroxides, and start the eutectic process as the steel heats up," Biederman says. He notes that the sulfur could also have come from contents of the burning buildings, such as rubber or plastics. Another possible culprit is ocean salts, such as sodium sulfate, which is known to catalyze sulfidation reactions on turbine blades of jet engines. "All of these things have to be explored," he says.
From a building-safety point of view, the critical question is: Did the eutectic mixture form before the buildings collapsed, or later, as the remains smoldered on the ground. "We have no idea," admits Sisson. "To answer that, we would need to recreate those fires in the FPE labs, and burn fresh steel of known composition for the right time period, with the right environment." He hopes to have the opportunity to collaborate on thermodynamically controlled studies, and to observe the effects of adding sulfur, copper and other elements. The most important lesson, Sisson and Biederman stress, is that fail-safe sprinkler systems are essential to prevent steel from reaching even 1,000 degrees Fahrenheit, because phase changes at the 1,300-degree mark compromise a structure’s load-bearing capacity.
The FEMA report calls for further metallurgic investigations, and Barnett, Biederman and Sisson hope that WPI will obtain NIST funding and access to more samples. They are continuing their microscopic studies on the samples prepared by graduate student Jeremy Bernier and Marco Fontecchio, the 2001–02 Helen E. Stoddard Materials Science and Engineering Fellow. (Next year’s Stoddard Fellow, Erin Sullivan, will take up this work as part of her graduate studies.) Publication of their results may clear up some mysteries that have confounded the scientific community.

Articolo da : WPI

18 Comments

  1. gabbiano

    Gli eutettici li studiavamo in ceramica… quando ancora studiavo.
    ma vedrai che le cariche esplosive come per magia diventeranno “sostanze chimiche” introdotte per farlo crollare……..
    “meglio la menzogna, che la verità dei nostri nemici” diceva russeau.
    ciao fratello

  2. Hermes

    “eutettico”, da cui il famoso cannone a particelle eutettiche, arma sperimentale dell’Impero Klingon usata dalla ormai famosa navicella occultata (su ordine di Bush, certo) contro la torre sud…

  3. Bisquì

    Ciao Ragazzi,
    La comunità scientifica internazionale neanche prende in considerazione le teorie complottistiche, le ignora e basta.
    Quello che è interessante, da un punto di vista ingegneristico, è lo sviluppo della conoscenza di fenomeni altrimenti mai verificatesi.
    Se non fosse stato un dramma, si potrebbe dire che l’attentato al WTC è una miniera d’informazioni.

  4. Vladimir Lorenzo Ilic Milani

    Volevo risponderti a
    Terrorismo islamico in Cina
    Semplicemente facendoti notare che i disgraziati stati a Guantanamo forse non erano terroristi ma solo di un etnia poco geniale al regime ….ma dopo che ho visto gli altri deliranti post lascio ogni speranza.

  5. Bisquì

    Vladimir Lorenzo Ilic Milani,
    hai le idee molto confuse, che capperi c’azzecca gantanamo con il terrorismo islamico in Cina?

    Ecco, non tornare più che è meglio. Adesso fatti un buchino nel braccio e mettiti a dormire. Miraccomando sogna un mondo bello, buono ma sopratutto senza americani, eh!

  6. Hermes

    Bisquì, e non gli rispondere manco, che già uno che si firma a quel modo lì o è un burlone o è beyond hope…

  7. Antonio

    Bisqui:
    Buona lettura?
    lo sai come sono le traduzioni automatiche…………
    🙂

    avrò capito si e no un terzo………….

    il mio prossimo post te lo faccio in sardo, così impari.
    🙂

    un caro saluto
    Antonio

    ps. sai benissimo come la penso sull’argomento.

  8. monica

    Sempre puntuale Bis.

    Hai inviato una copia del post anche a http://www.deaglioermejodeicomplottisti.org ?

    Un abbraccio fratello

  9. Bisquì

    Antonio,
    scusami 🙂 la prossima volta posterò in due lingue. Il fatto è che in inglese c’è maggior diffusione.

    Hermes,
    hai ragione ma quando ce vò ce vò 🙂

    Sorellina,
    faccio del mio meglio. Sono io ‘mbranato o quel sito non esiste?

  10. baron litron

    un altro chiodo per sigillare definitivamente la bara del complottismo….
    e poi, per piegarsi, un pilastro d’acciaio che sopporta già di suo migliaia di tonnellate di sforzo, ha proprio bisogno di liquefarsi? basta molto meno, e la cosa è già stata ampiamente dimostrata.
    comunque, qui http://www.attivissimo.net/11settembre/index.htm
    e qui http://undicisettembre.blogspot.com/
    c’è il più completo archivio di DATI riguardanti l’11/9 che sno riuscito a trovar e in rete, c’è da passarci settimane intere, ed è possibile farsi un’opinione basata su FATTI non pugnette….

  11. Bisquì

    Baron Litron,
    ciiao :-)! Giusto, un’altro chiodo. Peccato che ai complottisti non servono dimostrazioni scientifiche ma solo ideologiche. Seguo i due siti che hai segnalato, anche perchè in una certa forma collaboro con loro. Ti assicuro che di fronte a solide dimostrazioni i complottisti alla fine se ne escono sempre con il Bush cattivo e l’assenza delle armi di distruzione di massa nel teatro irakeno.

  12. baron litron

    le armi d’istruzione di massa bastava cercarle in Siria, dovrebbero essere ancora lì. Hizballah ne ha usate un po’, il resto aspetta una sistemazione ( o di essere venduto per la terza? quarta? volta…..

  13. Bisquì

    Già. Tu lo sai, io lo so, tutti lo sanno ma il ritornello da mandare a memoria è sempre lo stesso “non esistono armi di distruzione di massa”.
    Certo, come no! I Curdi ed i Persiani sono stati gasati con l’aerosol 🙂

  14. siro

    Bisquì, d’altra parte ricordo un tuo minuziosissimo post, con tanto di fotografie, che smontava con perizia le tesi del complotto.
    Robaccia per allocchi.

  15. mother

    ‘Giorno

    Ma se volevano farlo esplodere il WTC non era più conveniente fare un commando di terroristi con corpetto esplosivo pesantemente carico abbracciati alle colonne?

  16. Bisquì

    Mother,
    sei leggermente OT.
    In ogni caso : non ho capito la domanda. Conveniente a chi?

  17. Bisquì

    Foto?
    Parli di foto?
    Non ne vedo in questo articolo.
    Aspetto che ti passi l’effetto del buco che ti sei fatto nel braccio affinchè possa riformulare la domanda.
    Magari hai sbagliato blog 🙂

  18. Bisquì

    Avviso a tutti i lettori.
    Il sig. Troll911 si firma anche come Von Stauffenberg o rossonerodv o lafitte. Naturalmente l’email è falsa ma si tradisce con l’indirizzo IP.

    Traete voi le conclusioni sull’affidabilità della persona.
    Un’ultima informazione si collega dall’ University Of Lecce con IP 212.189.140.2, usa MSIE 7.0, Windows XP con una risoluzione di 1280×1024 ed ha javascript abilitato. Prima di atterrare qui è passato da questo sito http://nuke.crono911.org/.
    Se volete sapere di più su questo tomo, qui trovate alcune informazioni : http://www.sulterrorismo.splinder.com/post/12203573 ma presto ne avrete molte altre.
    Restate sintonizzati 🙂

Comments are closed.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: