Pericolosi sbandamenti

Enduring Freedom Fuggiamo dall’Iraq, rinforziamo in silenzio i contingenti in Afghanistan e offriamo truppe per il nuovo fronte libanese. La politica estera e di difesa del governo dell’Unione mostra segni di schizofrenia non sempre facili da interpretare. Il ritiro dall’Iraq anche della missione a guida civile ha messo in serio imbarazzo l’Italia di fronte ai suoi principali partners i quali, come è accaduto con la Spagna del premier Zapatero nel 2004, hanno preteso un rafforzamento dell’impegno in Afghanistan che l’Italia ha dovuto accettare per non restare tagliata fuori dai grandi giochi. Come è apparso chiaro nel lungo, travagliato e a tratti poco edificante iter d’approvazione del rifinanziamento delle missioni all’estero, l’Afghanistan è divenuto terreno di scontro tra le due anime del governo con forze non proprio irrisorie della maggioranza che chiedono a gran voce il ritiro delle nostre truppe anche da quel teatro operativo.Continua a leggere

Un giro d’orizzonte

reattore di quarta generazione Economia e libertà Questo è un periodo storico che segnerà il futuro di molte generazioni e disegnerà un nuovo scacchiere geopolitico dove le vecchie potenze economico-militari non troveranno una collocazione di primo piano ma saranno destinate al declino. Le scelte politico-economiche determineranno i nuovi assetti. Le scelte energetiche innanzitutto saranno quelle che decideranno la sudditanza o l’egemonia di una nazione od un’altra. L’Europa, si sa, con questa dirigenza e con questi politici è destinata a sparire. Essa perderà la sua indipendenza schiacciata dalla potenza economico-energetica della Russia ad est e degli stati nord africani a sud.… Continua a leggere

Un filmetto per i pacifinti senza bretelle

Queste immagini riprendono i terribili soldati Israeliani che stanno facendo a pezzi i vostri amici terroristi. Ricordatevi : quelle valgono mille volte più di voi e se volete confrontarvi, prima diventate uomini che attualmente valete meno di un bradipo (con tutto il rispetto per l’animaletto). Avete un’altra possibilità di dimostrare che siete uomini : aiutate i vostri amici nazisti, saluto nazista di hezbollah e hamasmagari per una volta nella vostra vita vincete qualcosa e che fosse la volta buona che vi levate di torno Grazie a Wellington per i link

Proporzioni e Fosforo

Nelle ultime settimane abbiamo assistito al teatrino indecoroso delle dichiarazioni dei nostri politicanti Bene. Da dove viene l’idea di proporzionalità? Dal fatto che tra i bersagli dell’aviazione Israeliana ci siano anche infrastrutture civili. Certo in una guerra simmetrica questo sarebbe controlegge ma questa non è una guerra normale contro un avversario che rispetta le regole ma contro terroristi che delle nostre regole se ne fanno beffe ed usano i civili come scudo. Vi ricordo che secondo la quarta convenzione di Ginevra i luoghi protetti perdono il loro “status” nel momento stesso in cui essi vengono usati per attacchi militari. Il legislatore non è uno stupido, dichiarare un ospedale o un luogo di culto “protetto” è il minimo ma se quei luighi fossero usati per stoccare armi o peggio per portare attacchi non si può dare un vantaggio a chi vigliaccamente si fa scudo dei civili all’interno di quelle strutture.Continua a leggere

Ricapitoliamo : Art 11 della costituzione e la guerra contro Israele

l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. (senza considerare l’articolo 5 della NATO o il diritto internazionale sancito dall’ONU)Quindi si ritirano le truppe dall’Iraq perchè c’è la guerra. Coerenza! Da liberazione : Giordano: “Si muovano Onu ed Europa, fermiamo Israele prima che sia troppo tardi” Questo tizio è lo stesso che voleva il ritiro da tutte le missioni di pace perchè, aggiungo io, ignora di come si gestiscono le situazioni di Pacekeeping.… Continua a leggere

Chi vi denigra non vi conosce

Nassirya Carissimi amici di Nassirya, fratelli, colleghi,… sento il dovere morale ma soprattutto umano di comunicarvi, di trasmettervi la mia vicinanza in un difficile momento come quello che stiamo vivendo … voi come giocatori in campo, noi come spettatori inermi; vicinanza mia, dei miei cari e di tutti quegli italiani che per i loro personalissimi motivi vi vogliono bene, vi stimano, vi apprezzano affinché, con dedizione e amore portiate avanti la vostra missione di pace ma soprattutto la missione della vostra vita.Molti non sanno cosa voi militari italiani avete fatto e cosa ancora siete capaci di fare perché qualcuno ha interesse a divulgare solo notizie denigratorie, avvilenti che non fanno onore a nessuno e ancor meno a chi è caduto in queste terre.So che vivere certe situazioni da casa non è come viverle sul campo e non pretendo di comprenderle.Il dolore immenso di questi giorni è una croce assai grave da sopportare ma devo, affinché i miei genitori e Valentina, inizino a vivere questa nuova dimensione nella maniera più umana e dignitosa possibile ancor di più perché Sandro non avrebbe mai voluto vederli piangere in quel modo.… Continua a leggere