Populismo

Perché Europa e Obama farebbero bene a cercare di capire i vari Putin e Orban anziché trattarli da mostriL’infornata di sanzioni Ue contro Mosca appena approvata dai governi europei era inevitabile ed è appropriata: a prescindere da ogni altra considerazione di politica e di diplomazia internazionali, chi destabilizza un paese confinante armandone i ribelli con sistemi bellici così sofisticati che costoro non sono capaci di usarli, e finiscono per abbattere un aereo civile uccidendo 300 innocenti, merita una punizione. Non ci sono giustificazioni per fatti del genere, come non ce ne sono quando l’artiglieria israeliana colpisce le scuole dell’Onu dove hanno cercato riparo i civili palestinesi e non ce ne sono quando i razzi palestinesi seminano il terrore nelle cittadine israeliane.… Continua a leggere

Mosca rinuncia ai blindati “made in Italy“

Blindato Lince Russo Grazie ai nostri grandi “tecnici” ed a Monti, mosca rinuncia a ordinare i blindati Centauro e a completare la commessa per i veicoli protetti Iveco Lince.A indurre il Ministero della Difesa russo a recedere dall’accordo con l’Italia (a pochi mesi dagli scandali che hanno portato a fine novembre scorso al siluramento del ministro Anatolij Serdjukov) oltre alle esigenze di favorire l’industria nazionale, avrebbe contribuito anche il raffreddamento dei rapporti tra Roma e Mosca dopo l’epoca delle cordiali intese tra Silvio Berlusconi e Vladimir Putin.Come fanno notare fonti vicine agli ambienti diplomatici Mosca ha giudicato la politica estera italiana del governo Monti eccessivamente appiattita sulle posizioni di Washington specie riguardo alle crisi in Iran e Siria ritenute strategicamente più rilevanti dai russi.Naturalmente dopo aver copiato le soluzioni tecnologiche italiane, il comandante in capo delle forze di terra, generale Vladimir Chirkin, ha annunciato nei giorni scorsi lo stop all’acquisizione dei mezzi italiani esortando l’esercito a “concentrarsi sui produttori nazionali”.L’industria militare russa aveva mal digerito la decisione di adottare veicoli militari italiani.I blindati pesanti Centauro sono sottoposti da mesi a test valutativi nella base di Kubinka mentre i Lince sono stati ordinati in due lotti per 1.775 esemplari che erano destinati a salire a 3.000 entro il 2015.Nei test il Lince si era rivelato superiore al GAZ-330 Tigr ma il ministro della Difesa, Sergey Shoigu, ha ordinato una nuova gara e nuovi test comparativi tra i due veicoli cedendo così alle pressioni di GAZ che ha sviluppato una nuova versione del suo veicolo nota come “Tigr M” che pare abbia adottato molte delle soluzioni tecnologiche già impiegate dal mezzo italiano.… Continua a leggere

Russia: la religione a scuola diventa obbligatoria

Cristo in un'icona Ortodossa Vietata durante il periodo sovietico, la materia era ritornata nel 2009 in alcune regioni del paese. Il primo ministro russo Vladimir Putin ha approvato il decreto che sigilla il ritorno dell’insegnamento della religione in tutte le scuole dell’enorme Paese. Lo riferisce oggi l’agenzia AsiaNews. Come ricorda il sito del PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere), dopo l’esperienza “positiva” di un programma pilota avviato nel 2009 sui banchi delle scuole medie di un gruppo di regioni prescelte, la materia diventerà obbligatoria dal prossimo anno scolastico. Gli alunni delle scuole elementari e medie dovranno iscriversi a corsi generici sui “fondamenti della cultura religiosa” o “fondamenti di etica pubblica” o, in alternativa, frequentare un corso su una delle quattro religioni ritenute “tradizionali”, cioè il cristianesimo ortodosso, l’islam, l’ebraismo o il buddismo.… Continua a leggere

L’incontro a Teheran tra il venezuelano Chavez e Ahmadinejad

Chavez e Ahmadinejad ovvero comunismo a braccetto con l’islam Il 30 luglio scorso il presidente venezuelano Hugo Chavez si è incontrato a Teheran con il suo omologo iraniano Mahmoud Amadinejad. L’incontro, tappa di un viaggio che ha portato il rappresentante di Caracas in Russia da Vladimir Putin e in Bielorussia da Alexander Lukashennko, ha avuto grande risalto sulla stampa interna ed estera. Molti commentatori hanno sottolineato le parole di amicizia espresse da Chavez nei confronti del leader iraniano e altri hanno dato ampio spazio al paragone fatto dal presidente venezuelano tra gli ebrei, che hanno attaccato il Libano per eliminare le postazioni di lancio dei missili lanciati da Hezbollah verso Israele, e Hitler.… Continua a leggere

Compagno romano prodoff

Prodi ha sempre avuto rapporti sia con l’Unione Sovietica sia con la Russia di oggi. Con cui si è schierato, più volte, quando era presidente Ue. Uno dei primissimi a chiamarlo è stato Vladimir Putin: «Congratulazioni, professor Prodi: svilupperemo le già ottime relazioni fra Italia e Federazione Russa, così come lei e io abbiamo già fatto con quelle fra Unione Europea e Russia». Sconcerto: ma come? Putin non era l’amico fraterno di Silvio Berlusconi, quello che andava da lui in vacanza in Sardegna? La cosa non deve sorprendere. Berlusconi è amico di Putin, è vero, così come lo è di George W.… Continua a leggere

Orgoglioso di essere Italiano, orgoglioso di questo Presidente del consiglio.

Signor Presidente, Signor Vice Presidente alla Camera dei rappresentanti, Signori membri del Congresso, è per me uno straordinario onore essere stato invitato a pronunciare questo discorso nel luogo che è uno dei massimi templi della democrazia. Parlo in rappresentanza ed a nome di un Paese che nei confronti degli Stati Uniti d’America ha un’amicizia profonda, che agli Stati Uniti si sente legato da vincoli plurisecolari.Una parte importante dei cittadini americani ha origini italiane. Per loro l’America è stata una terra di opportunità che li ha accolti generosamente ed essi hanno contribuito con il loro ingegno e con il loro lavoro a rendere grande l’America.… Continua a leggere