Un altro attacco islamista all’occidente servile

Consolato di Daniel Pipes da Liberal del 15 settembre 2012 Articolo in lingua originale inglese: “Another Islamist Assault, Another Western Cringe” Gli attacchi di martedì 11 settembre contro le missioni americane al Cairo e a Bengasi rientrano in uno schema abituale di intimidazione islamista e di appeasement occidentale che risale all’affare Salman Rushdie del 1989. La risposta indolente dell’amministrazione Obama all’uccisione dei diplomatici americani aumenta le probabilità che episodi del genere possano presto ripetersi. La crisi Rushdie scoppiò improvvisamente quando l’Ayatollah Khomeini emise un editto di morte contro lo scrittore indiano (ma naturalizzato britannico), “colpevole” di avere scritto “Versetti satanici”, un’opera di carattere fantastico ma comunque realista, dichiarando che il libro era «contro l’Islam, il Profeta e il Corano».… Continua a leggere

Guerra ai cristiani

la copertina del libro Guerra ai Cristiani Anche se spesso buona parte dei media non ne dà adeguato risalto, perché intrisi delle logiche del «politicamente corretto», i cristiani nel mondo sono realmente vittima di persecuzioni e discriminazioni. Ma per fortuna non tutti tacciono su questo fenomeno triste ed insieme degno di rilievo. Tra gli uomini più attivi e determinati nel denunciare questo stato di cose figura senz’altro l’europarlamentare del Pdl Mario Mauro, autore del bel nuovo saggio Guerra ai cristiani. Anche in qualità di rappresentante della presidenza dell’Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), l’alto esponente politico-istituzionale del movimento di Berlusconi si sta spendendo da anni per la difesa dei diritti umani, e portano la sua firma le due risoluzioni del Parlamento europeo in cui si prende atto e si condanna la situazione persecutoria nei confronti dei cristiani nel mondo.… Continua a leggere

La Turchia torna al passato

Teste di Armeni Il Genocidio Armeno : Tra il 1915 e il 1916 un milione e mezzo di armeni furono eliminati o lasciati morire di fame e stenti. Scrissi tanto tempo fa, questo articolo : La Turchia di Atatürk verso lo scontro tra laicità  e islamismo. Tutti sappiamo che la nazione Anatolica, a fronte del suo laicismo (conquistato e difeso dai militari) voleva entrare in Europa.  Purtroppo le cose non sono andate come speravamo. Il laicismo è stato sconfitto e la Turchia è caduta nelle mani degli islamisti. Gli ultimi avvenimenti, con gli accordi con l’Iran, l’avvicinamento alla Siria, allontanano la possibilità di un qualsiasi ingresso in Europa … almeno dal mio punto di vista.… Continua a leggere

Parole di Daniel Pipes

Daniel Pipes “Mostrami pure ciò che Maometto ha portato di nuovo e vi troverai soltanto delle cose cattive e disumane come la sua direttiva di diffondere per mezzo della spada la fede che egli predicava“.Queste parole pronunciate sei secoli or sono da un imperatore bizantino, Manuel II Paleologo, mentre si trovava a dialogare con un erudito persiano, inducono a tre riflessioni.Papa Benedetto XVI ha riportato il suddetto passo nel suo discorso accademico dal titolo “Fede, ragione e università .Ricordi e riflessioni”, tenuto la scorsa settimana in Germania.Esso è servito a introdurre la sua erudita critica del concetto di ragione maturato in Occidente con l’Illuminismo.Ma egli aveva altre intenzioni?… Continua a leggere

Massacri in revisione Araba

Israeli Minister of Defense Moshe Dayan consults withGeneral Ariel Sharon who marches towards Cairo Anche nella disgrazia il premier israeliano segna dei punti a suo favore contro i suoi nemici arabi. A rendergli l’onore delle armi è nientemeno che il quotidiano arabo “Asharq al-Awssat” che passerà alla storia come il primo giornale arabo ad aver cercato di distruggere un tabù, quello di Sharon “il cattivo”. Il giornale filo-saudita, ritenuto l’organo di stampa più liberale nel mondo arabo, ha pubblicato ieri una serie di editoriali che non solo riabilitano la figura del premier israeliano ma anche coprono di biasimo i vari satrapi arabi.… Continua a leggere

The Vatican Confronts Islam

Monsignor Velasio De Paolis “Enough now with this turning the other cheek! It’s our duty to protect ourselves.” Thus spoke Monsignor Velasio De Paolis, secretary of the Vatican’s supreme court, referring to Muslims. Explaining his apparent rejection of Jesus’ admonition to his followers to “turn the other cheek,” De Paolis noted that “The West has had relations with the Arab countries for half a century ? and has not been able to get the slightest concession on human rights.” De Paolis is hardly alone in his thinking; indeed, the Catholic Church is undergoing a dramatic shift from a decades-old policy to protect Catholics living under Muslim rule.… Continua a leggere