l’articolo su Repubblica contro Giovanni Falcone

Abbiamo recuperato l’introvabile articolo di Sandro Viola che nel gennaio 1992 si scagliava contro Giovanni Falcone, accusandolo di essere un “guitto televisivo”. Qualche giorno dopo sullo stesso giornale Giuseppe D’Avanzo difendeva il giudice antimafia: “Non ha mai avuto una vita facile È il 9 gennaio del 1992, un giovedì. Il quotidiano la Repubblica in quel periodo vende mediamente circa 750mila copie. Nella pagina dedicata ai commenti viene pubblicato un articolo dal titolo “Falcone, che peccato…” vergato da Sandro Viola, firma di punta del quotidiano fondato da Eugenio Scalfari. L’argomento del commento è il giudice antimafia che Viola prende di mira per via della sua esposizione mediatica.… Continua a leggere

26 milioni 571mila euro

Finanziaria? Risanamento Alitalia? Tesoretto? Adeguamento delle pensioni? Opere pubbliche? Assegni familiari? Edilizia statale? Ricerca? Scuola ed Univerità ? Nulla di tutto questo! Da qui – I partiti passano, i giornali di partito restano. Con un parlamento capovolto, simboli storici che spariscono, gruppi cancellati, comunisti e socialisti spazzati via come briciole al vento, c’è una nicchia che si salva dalla rivoluzione delle elezioni: i fogli politici continueranno a ricevere contributi pubblici esattamente come prima, anche senza gruppo parlamentare, per legge. Quale legge? Il decreto Bersani del 2006. Di questo provvedimento del quasi ex ministro delle Attività  Produttive si lodarono gli intenti anticorporativi e pro-consumatori, ma la legge contiene in realtà  anche una norma “magica”, capace di mantenere in vita con i soldi pubblici le voci dei partiti ridotti al silenzio dagli elettori … E bravi i sinistri che hanno trovato il modo di succhiare ancora sangue agli Italiani.… Continua a leggere

Perchè ha perso la sinistra

Da un commento letto qui, riporto con mie personalissime aggiunte :Questa sinistra non ha perso perchè Berlusconi ha berlusconizzato gli italiani. Questa sinistra non ha perso perchè tutti vogliono fare i tronisti e le veline. Questa sinistra non ha perso per Vespa, Mentana, Mimun e tutti gli altri. Questa sinistra non ha perso perchè gli Italiani son tutti evasori. Questa sinistra non ha perso per i Calearo, i Colaninno e i Del Vecchio.Questa sinistra ha perso perchè per pensare agli ultimi si è dimenticata di penultimi e terzultimi e quartultimi e  quintultimi e via cosi. Questa sinistra ha perso perchè il diritto di un barbone di stendersi sul marciapiede non deve valere di più del diritto di una non vedente a non inciamparci su.… Continua a leggere

Bannato dai comunisti

Si è tanto parlato dei cambiamenti nel regime comunista Cinese. Sembrava che il passare degli anni ed il riavvicinamento alla democrazia tramite il capitalismo abbiano mitigato la dittatura marxista/maoista di quella nazione. Tutti noi siamo stati indotti a crederlo, visto anche il grande risalto dato dai nostri media (di propietà di Berlusconi). Stavo cominciando a crederci anche io o almeno ci stavo cascando, fino a quando non ho letto questo post di Starsailor. Ho voluto fare anche io il test per il mio blog e … sorpresa!Sono bannato! I Cinesi non possono leggere i miei articoli. La cosa non mi meraviglia visto che mi sento libero di scrivere quello che voglio e come voglio.… Continua a leggere

Un problema di credibilità 

d’alema sulla sua barca L’aspro confronto interno alla maggioranza di governo si è allargato a macchia d’olio a tutti i temi relativi alla Difesa, alla Sicurezza e alla politica estera nazionale con un pesante impatto sulla credibilità dell’Italia. Il dibattito sul rinnovo della missione in Afghanistan, la manifestazione di Vicenza e soprattutto lo scivolone in Senato con la bocciatura della politica estera del governo e le conseguenti dimissioni di Romano Prodi hanno evidenziato la spaccatura tra una sinistra che non ha nulla di moderato e un centro-sinistra che sui temi internazionali è molto più simile all’opposizione di centrodestra che ai suoi alleati.… Continua a leggere

Prodi verso la dictatorship

stalin Volevo scrivere qualcosa sugli ultimi avvenimenti legati a questo governo ma sinceramente oltre agli insulti non mi è venuto in mente nulla di positivo o di costruttivo. Quindi? Quindi ho trovato questo articolo di Paolo della Sala che riporto integralmente : Aspetti dimenticati di questa crisi: Scalfari, lo Scalfari di Roma Fascista, non molte settimane fa, invocava una soluzione alla Hugo Chavez per Prodi, una “dictatorship“. I giornalisti politici lasciarono cadere l’infamia della proposta, etichettandola in genere come “goliardia senile”. Non era così, ce ne accorgiamo oggi. Il nuovo incarico a Prodi (con Sircana sempre più in ascesa come vero Uomo ombra) nasce da una road map precisa.… Continua a leggere