L’Europa è in caduta libera

L’Europa è in caduta libera. Nessuno può più metterlo in dubbio. In effetti, l’Europa è simultaneamente vittima di diversi problemi cruciali ognuno dei quali potrebbe potenzialmente diventare catastrofico. Esaminiamoli individualmente. I 28 membri dell’Unione Europea non hanno, nel loro insieme, una giustificazione logica. Il problema più evidente per l’UE è che non ha assolutamente alcun senso a partire dall’economia. Inizialmente, nei primi anni 1950, c’era un piccolo gruppo di nazioni non troppo dissimili che decisero di integrare le proprie economie. Erano i cosiddetti Sei Interni che hanno fondato la Comunità europea (CE): Belgio, Francia, Germania occidentale, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi.… Continua a leggere

Pagano gli scafisti per invaderci, e se affogano è colpa nostra?

Iniziamo con una metafora.Ci sono due campi di calcio divisi da un’autostrada a dieci corsie dove sfrecciano auto senza controllo. Uno, quello A, è il campetto di un club che gli iscritti mantengono in perfette condizioni con il loro lavoro e con sacrifici economici.L’altro, il B, è disastrato dall’incuria. Ci sono alcuni che in cambio di somme cospicue promettono ai frequentatori del campo disastrato di ‘traghettarli’ oltre la strada.Succede che i ricchi o i benestanti che frequentano il campo B, invece di usare le proprie risorse per sistemare il campo, decidano di abbandonarlo e tentare l’azzardo di arrivare a quello A.Quelli poveri o normali infatti, non hanno soldi e devono accontentarsi di restare dove stanno.Nel passaggio tra auto in corsa alcuni passano e altri vengono investiti.Secondo voi di chi è la colpa?Di chi ha creato il campetto A, o di chi si è ‘messo in viaggio’?… Continua a leggere

Immigrazione: in Vaticano vige arresto e respingimento

Francesco, quando comincerai a pensare anche agli italiani che si suicidano e muoiono di fame? “E’ curiosa la dissonanza tra la legislazione dello Stato vaticano sull’immigrazione rispetto alle dichiarazioni rese ieri. La legge III del 1999 sulla cittadinanza recita all’articolo 21: “coloro che si trovano nella città del Vaticano senza avere l’autorizzazione prevista possono essere espulsi anche con la forza pubblica“. Il comma successivo recita: “Può essere sottoposto a pena pecuniaria o detentiva chi s’introduce nello Stato del Vaticano nonostante il rifiuto di permesso o in violazione di un provvedimento di divieto di accesso“. Riassumendo nello Stato del Vaticano c’è sia il respingimento con la forza pubblica nonché l’arresto.… Continua a leggere

La Turchia torna al passato

Teste di Armeni Il Genocidio Armeno : Tra il 1915 e il 1916 un milione e mezzo di armeni furono eliminati o lasciati morire di fame e stenti. Scrissi tanto tempo fa, questo articolo : La Turchia di Atatürk verso lo scontro tra laicità  e islamismo. Tutti sappiamo che la nazione Anatolica, a fronte del suo laicismo (conquistato e difeso dai militari) voleva entrare in Europa.  Purtroppo le cose non sono andate come speravamo. Il laicismo è stato sconfitto e la Turchia è caduta nelle mani degli islamisti. Gli ultimi avvenimenti, con gli accordi con l’Iran, l’avvicinamento alla Siria, allontanano la possibilità di un qualsiasi ingresso in Europa … almeno dal mio punto di vista.… Continua a leggere

La fame a Gaza

Arabs only pay 1,5 per cent of the bill to run “Palestine” Al Jazeera English report on the “Gaza food shortage” Gaza has been under Israeli blockade since Hamas took control of the Strip in 2007. The siege has forced Gazans to rely on supplies smuggled through tunnels that go underneath the territory’s border with Egypt. On Thursday, the Israeli government announced its decision to let in some items, but Hamas dismissed it as “just propaganda”. Al Jazeera’s Nicole Johnston’s reports from Gaza.The document below is a detailed breakdown of humanitarian aid to the Gaza Strip for June 6th-12th. The statistics include the amount of trucks and tons of aid imported this past week, as well as what goods were imported into the Strip.… Continua a leggere

Ginevra e le sue convenzioni

Nei precedenti articoli abbiamo parlato del diritto di navigazione. In questo articolo abbiamo parlato delle convenzioni di Ginevra, così come in Questo ed in questo. Tutto aveva avuto origine da qui. Naturalmente, scrivere tanto con prove documentate e foto non è servito a nulla perchè il disco rotto della propaganda antioccidentale ma soprattutto antisionista ha continuato a ripetere all’infinito le solite menzogne distorcendo realtà e fatti. Negli ultimi avvertimenti si è fatto passare dell’illegalità del blocco navale. Si è battuto sul fatto che sia Israele ad effettuare tale blocco … ne più ne meno come il muro che isola la striscia di Gaza.… Continua a leggere