Mercenari Italiani nel mondo

Sminatore italiano Più di una volta abbiamo sentito parlare di “mercenari” in Iraq, o in Afganistan. Bene, questi uomini stanno li per un lauto stipendio e per difendere gli interessi delle multinazionali. I nostri media, giornali e televisioni hanno sempre riportato con grande enfasi l’invio di questi “fantomatici mercenari”. E’ arrivato il momento di smascherarli : Qui e qui trovate le informazioni necessarie per la loro messa in accusa. Ovviamente sono polemico ma è bene sapere che l’organizzazione linkata è una ONG riconosciuta e finanziata dall’ONU. Purtroppo tra le loro fila non ci sono delle simone o dei gino strada o altre persone dichiaratamente schierate a sinistra e si sa quanto valore abbia questa appartenenza come effetto amplificatore.… Continua a leggere

40 anni di terrorismo

Dopo la conferenza tricontinentale tenutasi all’Avana dal 3 al 15 gennaio del 1966 (fondazione dell’OSPAAAL) , la Connessione cubana al terrorismo, dopo l’intervento di ernesto che guevara, scatenò la guerra contro l’occidente … quando l’invasione dell’Iraq e dell’Afganistan non erano ancora avvenute e non potevano essere prese come scusa. … After tricontinental conference held in Havana from January 3-15, 1966 (foundation OSPAAAL), the Cuban connection to terrorism, after participation of ernesto che guevara, unleashed the war against the West … When the invasion of Iraq and Afghanistan had not yet occurred and could not be taken as an excuse For whom the bell tolls… July 23, 1968: An Israeli El Al flight en route from Rome to Tel Aviv, Israel with a crew of ten and thirty-eight passengers, was hijacked by four Popular Front for the Liberation of Palestine Islamic terrorists and forced to land in Algiers, Algeria – an OPEC, Marxist Muslim fiefdom.… Continua a leggere

Afganistan : ENDURING FREEDOM

Ma che fine hanno fatto i rinforzi in truppe e mezzi destinati a raggiungere Herat al più presto? L’acceso dibattito politico sul caso Mastrogiacomo, le questioni Telecom e Alitalia e la nascita del nuovo Partito Democratico sembrano aver fatto dimenticare a tutti la questione dei rinforzi forse perchè a causa della querelle sul ruolo di Emergency si sono create crepe ancora più profonde all’interno della maggioranza di governo. Eppure il ministro degli esteri., Massimo D’Alema, da New York aveva dichiarato il 20 marzo che “la guerriglia sta arrivando anche a Herat" e per le truppe italiane si profilano “momenti difficili”? E allora cosa aspetta il governo a inviare i rinforzi ?… Continua a leggere

Gino Strada alza il naso e se ne va?

Chissenefrega! Finalmente tutti e dico tutti potranno usufruire della migliore assistenza in teatro di guerra ed in tutta sicurezza, tranne ovviamente i terroristi. Perchè? Perchè esiste un’organizzazzione mai pubblicizzata perchè non è di sinistra, perchè non pesa sul bilancio statale, perchè è un’organizzazione mondiale e perchè lavora in silenzio senza tanti proclami. Attenzione se volete saperne di più armatevi di pazienza : http://www.difesa.it/SMD/COI/CIMIC/Pagine/default.aspx http://www.sioi.org/Sioi/manifestoworkshopsioi%202006.pdf http://www.esercito.difesa.it/Organizzazione/Organizzazione%20Centrale/Comando%20delle%20Forze%20Operative%20Terrestri/Il%20Comando%20dei%20Supporti%20delle%20Forze%20Operative%20Terrestri/comando_genio/cimic_group_south/Pagine/default.aspx http://groups.yahoo.com/group/CIMIC/
Home
http://www.nato.int/sfor/cimic/cimic.htm http://www.friedenskooperative.de/ff/ff04/4-50.htm E potevo fare una lista infinita in tutte le lingue. Mai sentito parlare del CIMIC? Fate una ricerca sul mio blog e troverete quello che cercate. Sull’argomento hanno scritto Phastidio e Perla  

Connessione cubana e terrorismo

Castro e Ruhullah Musavi Khomeini “I popoli ed i governi di Iran e Cuba possono mettere gli Satati Uniti di America in ginocchio” Fidel Castro Il terrorismo internazionale è un male che attacca senza fare distinzioni. E’ un vincolo che unisce quelli che usano la morte e la distruzione come strumenti per seminare terrore tra i popoli che intendono soggiogare. I bersagli sono, di solito, vittime innocenti usate per lasciare prova tangibile della loro capacità  di arrecare danno. Il terrorismo contemporaneo è uno sforzo mirato a smontare e, al limite, a distruggere l’ordine democratico stabilito. Il suo potere si basa sul grado di freddezza con cui si porta a termine il crimine.… Continua a leggere

La guerra al terrorismo è superata, ora è guerra delle risorse e l'Italia sta a guardare

Durante il discorso sullo stato dell’Unione, il presidente Bush, con una bizzarra definizione, ha reso perfettamente l’idea dell’importanza delle risorse energetiche e del loro controllo, affermando: “Siamo drogati di petrolio”. Con sole quattro parole ha evidenziato la dipendenza degli Usa e del mondo intero dall’oro nero, i suoi derivati, e da tutte le risorse a esso correlate. In effetti, non ci voleva certo il presidente americano per ricordare al mondo l’importanza del petrolio. Tuttavia, il contesto in cui è stata pronunciata la frase la rende importante sotto l’aspetto subliminale in quanto rimarca due punti fondamentali: la necessità per il mondo di trovare fonti energetiche alternative e l’importanza che rivestono nell’immediato le attuali fonti.… Continua a leggere