Parole sulle quali riflettere

Quelle pronunciate da un’amica americana che ha uno zio ed un cugino (padre e figlio), marines, in Iraq

…Carlo- I love the Italians… You stand with honor and dignity. Thank you to the Italian soldiers in harms way- our allies against terrorism…

Cosa risponderle?
Che ancora una volta stiamo tradendo la fiducia di un alleato?
Che stiamo scappando come conigli perchè come al solito ci comportiamo da voltagabbana?
Che da alleati diventeremo avversari avversari politici e si spera solo quello?
Che il 49,9% degli italiani versa tonnellate di odio nei confronti di chi ci ha liberati dalle dittature?
Che il sentimento che lei e gli americani in generale hanno per noi non è corrisposto?

Cosa le rispondo?

55 Comments

  1. arduous

    Dille che amiamo gli usa almeno quanto gli abitanti dei 160 stati che non hanno truppe in iraq…

  2. Led76

    Digli che noi abbiamo i comunisti al potere ora, cioè quella gente che ha fallito in qualsiasi posto ci ha provato, che ha sempre occultato la verità , che si è sempre schierata dalla parte sbagliata, ecc ecc. Ma daltronde loro li conoscono bene.

  3. Bisqui

    Arduous,

    nel 1945 avresti detto la stessa cosa? Magari preferini un dittatore invece della democrazia, vero?

  4. utente anonimo

    Tradendo la fiducia di un alleato?

    Non mi pare che gli Usa abbiano piantato grosse grane all’annuncio che noi salutiamo e torniamo a casa, fatto tra l’altro dal precedente governo.

    Conigli? Secondo te torniamo perchè abbiamo paura? va bene la retorica, ma non esageriamo!

    Veryape

  5. utente anonimo

    dille che non pensavamo che una nazione tanto grande e potente come l’america non avesse bisogno dell’aiuto di nessuno, noi del resto eravmo li per accattarci qualche pozzo di petrolio e pensavamo che i cattivi li avevano fatti già fuori tutti loro invece una quarantina di nostri ragazzi ci hanno lasciato le penne per far fare bella figura ai doppiopettisti azzurri e neri e che comunque, se non sono in grado di risolvere da soli i casini che combinano in giro per il mondo, d’ora in poi ci pensassero due volte prima di ammazzare 100mila persone per il petrolio.

  6. Led76

    Fosse per i pacifinti in Irak governerebbe ancora Saddam…ma questi non se lo ricordano mai? O forse credono ancora che se ne sarebbe andati via solo per accontentarli? Forse dovrebbero ricordarsi anche che le motivazioni per la guerra in irak erano diverse, e non solo le armi di distruzione di massa. Ma tanto che parlo a fare? E’ inutile, non ci arrivano.

  7. utente anonimo

    Iraq: era una guerra sbagliata, è diventata una rotta persa.

    (gli americani hanno comiciato a pensare a quando dovranno abbandonare in Iraq il materiale bellico)

  8. utente anonimo

    Penso che l’unica risposta possibile sia che ci sono molti italiani che capiscono cosa di cosa si sta parlando. E lavorano per cambiare le cose.

    Altri proprio non riescono a capire.

    FabioC.

  9. utente anonimo

    ma mi spiegate perchè certe cazzate le scrive solo chi nemmeno ha il coraggio di firmarsi? che voglia dire qualcosa sulla sua psiche?

    tra parentesi, quella del petrolio come motivo della guerra è roba talmente stupida che ormai non la sparano nemmeno più i bimbi dell’asilo…

    Hermes

  10. Wellington

    Hermes, dovrai ricrederti. Io e Grendel abbiamo appena terminato una discussione con un gruppo di pacifinti sul blog di un’amica e il livello di argomenti kontro la guerra era anche più basso. L’ultima perla in ordine temporale è stata che tutto il mondo ormai trema per i guerrafondai USA e che perciò l’Europa deve riprendere le redini e salvarlo. Ormai siamo a livelli di pornografia.

    Per la tua amica Bisquì, in effetti anch’io non saprei proprio che dire. Potresti dirle che il mondo è pieno di imbecilli e citare i nostri anonimi a riprova di questa semplice verità.

    Ma credo che il meglio sia quello suggerito da Fabio.

  11. utente anonimo

    diglielo hermes che il vero motivo sono le armi di distruzione di massa…

  12. utente anonimo

    Dille che l’Italia purtroppo s’è capovolta e dille la verità, che adesso al governo c’è la serietà e non il cialtronismo di Berluskoni…

    Ommioddio, sarei imbarazzata anche io a risponderle.

    Elly

  13. lupodigubbio

    Dille “grazie.”

    Così, semplice.

    Grazie e basta.

  14. PseudoSauro

    Dille di aspettare qualche mese… 🙂

  15. utente anonimo

    stranissimo.

    i senzabretelle di solito stanno lontani da queste parti, perchè hanno capito che non è un posto di ignoranti che possono abbindolare con le loro menzogne…

    questi poveracci senzabretelle che qui hanno preso la parola, evidentemente si sentiti offesi dal fatto che siano stati definiti voltagabbana, vigliacchi, e complici di assassini…

    chissà perchè queste verità li urtano…

    fratellone,basterebbe far vedere alla tua amica quello che hanno scritto qua e dirgli che ce ne sono troppi in Italia così…

    un mau intristito

  16. utente anonimo

    Scusati da parte del nostro governo, che altro puoi fare : ((

    Ciao fratello.

  17. utente anonimo

    Ciao Bisquì 🙂

    Che splendidi post che fai.

    La tua è una domanda retorica, vero?

    Di certo alla tua amica hai risposto da par tuo.

    Ti abbraccio :-)))

    Perla

  18. liberoconcetto

    Sai cosa gli dovresti dire?

    Forse che noi italiani, quelli veri, quaelli che credono ancora nello spirito nazionale, nella patria, quelli che non arrossiscono quando si parla di nazionalismo, bhe insomma, che c’è una parte di italiani che i libri di storia ancora li legge, una parte d’Italia, la maggiro parte, che ancora sanno che gli Usa non sono quello che la sinistra dice che essi siano.

  19. utente anonimo

    Dille la verità. Solo quella.

    E’ sempre la strada migliore.

    Polinauta

  20. utente anonimo

    Dille che non necessariamente la classe politica rispecchia la reale volontà del Paese, specie questa attualmente in npotere in Italia.

    daniele

  21. utente anonimo

    Dille che la guerra in Iraq ha causato centocinquantamila morti per il 90% civili e migliaia di bambini e che tutto questo è dovuto alla sua nazione di merda affamata di petrolio e ai coglioni italici presenti in questo blog. E che noi almeno, a differenza di Berluska il più coglione degli italinai, vostro degno padre politico, che l’ha fatto solo per andare a dire caro amico Bush e leggere al congresso un discorso in cui gli avevano scritto la pronuncia delle parole in inglese, la pronuncia, come i bambini dell’asilo, noi invece non siamo complici degli esportatori di morte e di terrorismo.

  22. utente anonimo

    E dilla pure che c’è metà italia che il cervello ancora non se l’è fatto mangiare dalle pubblicità di Mediaset.

  23. utente anonimo

    E infine sai cosa devi dirle? Ammazzate tu e i tuoi parenti assassini.

  24. liberoconcetto

    Ah, Bisquì, quasi dimenticavo.

    Digli che in Italia i vigliacchi…non si firmano!

    Oh ragazzi, ma il commento 21 non vi sembra un riassuntino dei manifestini che distribuiscono alle feste dell’unità?

    Anonimo, ti prego, faccia sognare ancora….auhuhaauhahuauh

  25. utente anonimo

    Secondo me, molto semplicemente, dovresti dirle che in Italia la coalizione di centrosinistra ha vinto le elezioni con un programma che prevedeva il ritiro delle truppe dall’Irak e che in ottemperanza alla volontà dei propri elettori si stà provvedendo al ritiro delle medesime.

    Mago Pancione

  26. utente anonimo

    non dire nulla, non meritiamo nulla, simao solo un pugno di cialtroni non un vero paese, quello li è morto e sepolto da tempo sotto tonnellate di immagini inutili, le uniche cose di cui ci compiaciamo…

  27. liberoconcetto

    pANCIONE

    fORSE GLI DOVREBBE DIRE CHE LA SINISTRA HA PROMESSO UN RITIRO IMMEDIATO CHE POI NON HA POTUTO MANTENERE, PER CUI STA RIPERCORRENDO le tracce ereditate dal governo Berlusconi.

    Ieri D’Alema sembrava uno scolaretto davanti alla Rice.

    Abbaiano solo quando sono all’opposizione contro gli “IMPERIALISTI YANKEE”. Poi quando devono avere rapporti diretti, se la fanno sotto.

    Sono davvero imbarazzanti.

  28. utente anonimo

    @liberoconcetto

    Cosa pretendevi da D’Alema, che entrasse con un fazzoletto rosso al collo e azzannasse “miss gelo” Rice al grido di “Hasta la victoria”? Mi sembra che si sia parlato di chiudere il carcere di Guantanamo, del caso Calipari (su cui l’amicone di giorgedabbliù ha sempre glissato – lui si che è imbarazzante) e che si sia discusso del ritiro delle truppe, non vedo cos’altro pretendevi.

    Sempre a proposito di ritiro, se si tornava subito si sbagliava perchè:

    1) Sarebbe stata una fuga

    2) Bisognava accordarsi con gli alleati

    3) Bisognava accordarsi con gli Iracheni

    4) Il governo Prodi era in mano alla sinistra radicale

    A me sembra che ogni scusa è buona per criticare, a te?

    Mago Pancione

  29. utente anonimo

    dille che qui ci sono parassiti che si abbeverano continuamente alla fonte dell’odio, del rancore, dell’invidia e che a 10 anni di distanza dalle cazzate che fanno e che dicono si accorgono di aver sbagliato, ma non lo dicono mai apertamente perché, come diceva Lenin, la verità é quella che conviene al partito. Mi aspetto che D’Alema adesso vada da Fidel dai russi e dai cinesi e perchè no anche da quelli che ammazzano in Darfur, per dire loro di chiudere le carceri politiche. Credete che lo farà? Non mi fa schifo D’Alema mi fanno rabbrividire quelli che lo votano. D’Alema e C. nonchè Napolitano sono sempre quelli che hanno applaudito Breznev dalla primavera di Praga fino all’Afghanistan. Bravi! Nicola

  30. utente anonimo

    se fosse per i compagni,non esisterebbe i pericolo del medio oriente.Basta fare un piccolo passo indietro,negli anni 80 se non fosse stato per gli imperialisti grondanti di sangue yankee,avrebbero messo radici(pacificamente e senza morti!!!)in afganistan,ovviamente non ci sarebbero stati i talebani,mettendo in relazione il fatto che Khomeiny era un filo sovietico tra quattro fuochi,urss,arabi,occidente e islam,si sarebbe accodato al cccp (O.T.ci avete fatto caso a come assomiglia alla scritta coop)per finire quello che aveva iniziato con sadam.

    A questo punto avendo un impero che iniziava dallo stretto di Bering e arrivava fino al mar nero e al golfo persico,si sarebbero fatti sfuggire il benzinaio del pianeta?no ,e avrebbero cominciato a pianificare contro Arabia Saudita e ovviamente contro Israele,che se fosse rimasto,qualcuno i compagni tra Siria,Libano ,Giordania o Egitto l’avrebbero trovato di sicuro,tutto ciò accompagnato al fato che di certo no si sarebbero fermati alla Corea,ma avrebbero preso tutta l’Asia,con la Cina,voi mi insegnate,avrebbero trovato un accordo.al nord Germania,Austria e Italia non avrebbero dormito sogni tranquilli…

    …ma,in tutto questo,arriva lo Zio Sam,e che fa?ferma i compagni all’inizio e dà inizio ad un lento e logoro declino della più grande e fasllimentare potenza mondiale.

    e i compagni non dovrebbero odiare gli USA che gli hanno impedito di conquistare il mondo!!!!!

    alla fine della fiera l’invidia e la vendetta come nelle tragedie greche torna fuori e si insinua in tutto ciò che può.

    Sicuramente la mia è fantapolitica,ma è basata sulle mosse e rezioni vere,tanto vera come l’ipotesi che dalle due guerre in medio oriente sia aumentato il terrorismo mondiale,opinabile ma non dimostrabile nel avallarlo che nel negarlo.è vero che ci sono più terroristi suicidi,ma non si può dimostrare che non ce ne sarebbero stati di più o di meno senza gli inteventi.

    Enzo

    P.S. il vero errore degli USA è stato lasciare lì Saddam fino al 2003 e non tirarlo giù nel 1991 o l’anno dopo l’invasione del Kuweit

  31. utente anonimo

    @Enzo

    Per completezza ed onestà potresti dire che l’errore degli stati uniti fu di appoggiare Saddam nella guerra contro Khomeini. O no?

    Mago Pancione

  32. utente anonimo

    Dille che il corrente governo sta rispettando il patto stipulato dal precedente governo di ritiro entro il 2006, Concetto ribadito da burlusconi in campagna elettorale.

    Quindi non capisco tutta questa polemica

    Fabio

  33. bourbaki

    Bisqui, lentamente ho maturato la convinzione che alla fine il veleno della propaganda antiamericana abbia irrimediabilmente intossicato la cultura italiana:i comunisti, idemocristiani di ispirazione dossettiana e i fascisti, alla fine, sono riusciti a distorcere a tal punto la percezione che una parte consistente degli italiani ha dell’america.

    Se avessi tempo, e purtroppo non ce l’ho, e avessi visibilità e influenza, e non le avrò mai, mi impegnerei a profusione nel fare ciò che, in piccolo , ho iniziato a fare tempo addietro nel mio blogghettino ( che alla fine, mi sa, frequenterai solo tu…): mostrare quanto profondamente bella ed epica sia la storia degli Stati Uniti.

    Penso che se un giovane potesse conoscere e comprendere figure come quelle di John Adams, di Thomas Jefferson, George Washington, Thomas Paine, Abraham Lincoln, John Calhoun (pescati a caso, tanti sono i giganti che popolano la storia di quel paese) non potrebbe mai lasciarsi irretire da miti deteriori come quelli del boia Guevara o da idiozie pseudostoriche come quelle relative al “genocidio degli indiani”.

    Ecco, allora, alla tua amica direi che in Italia c’è chi lotta idealmente a fianco dell’america per ciò che l’america rappresenta: l’Occidente.

  34. liberoconcetto

    Mago Pancione

    Non è colpa mia se gli stessi in campagna elettorale avevano issato manifesti 6 per 3 con su scritto VIA DALLA SPORCA GUERRA, mentre oggi parlano di missione di pace.

    Mi pare che sia schizofrenia dilagante , o no?

  35. hawkmoon269

    digli che speriamo non durino abbastanza per rititare anche quelli in afganistan.

    purtroppo sembra sia stata eletta gente come rizzo (certo che amo l’america: ascolto springsteen e guardo spike lee, ma non mi piego alle direttive di bush – oggi su LA7)

    con dei politici così cosa vuoi pretendere?

    con gente così è un miracolo che la nostra bandiera sia ANCORA il Tricolore….

  36. Bisqui

    Mago Pancione,

    qui non sei il benvenuto. Credi che da Lexi non abbia letto le stronzate propagandistiche che scrivi? Grendel ti ha già detto di studiare, adesso vai fuori dai piedi e torna quando avrai finito la 5° elementare.

    Bourbaki,

    non sono l’unico che ti legge, Una cosa è certa, se ti avessero letto i pezzenti che dicono “amiamo gli americani” ma “odiamo Bush” dimenticando completamente che che il presidente è lì perchè eletto democraticamente e non con gli imbrogli come qualcun altro di casa nostra, dicevo, se ti avessero letto si vergognerebbero dei loro idoli sanguinari e rivoluzionari solo per le loro tasche e per la loro sete di potere.

    Libero,

    stai imparando vedo. Come puoi notare si può essere moderati solo con alcune persone ma non con i dispensatori di odio.

    Anonimi,

    vi ha risposto bene Liberoconcetto. Siete dei vigliacchi che non hanno il coraggio delle proprie azioni.

    A tuttu gli altri,

    scusate il ritardo nelle risposte ma è voluto.

    Volevo che ci fossero abbastanza commenti per far diventare questo post la risposta migliore.

    La mia amica è tornata ed ha letto. Leggendo si è fatta un’opinione del perchè con i comunisti al governo l’Italia non sarà un paese amico non ostante la maggioranza della popolazione, il 50, 1%, sia un alleato affidabile.

    Questi sono i motivi per i quali chi governa gli USA in questo momento non prende in considerazione seria i governanti di questa Italia. Doppiogiochisti, loffi e comunisti di lunga data per gli USA sono solo serpi in seno.

    Questo è il motivo per il quale torneremo ad essere un’italietta che nessuno ascolterà. Non avere l’appoggio degli USA significa uscire dal circuito internazionale dell’economia e dell’energia. Significa tornare nelle braccia tramortifere di francia e germania che già tanto ci hanno spolpati acquisendo i nostri più grossi centri industriali. Significa pagare l’energia elettrica al prezzo imposto da loro che la producono con il carbone e le centrali nucleari, significa essere sempre più succubi del gas Russo.

    Con gli USA avevamo la possibilità di svincolarci dai potentati europei ma evidentemente alla mafia di sinistra questo non poteva essere ed allora ecco accoppiare l’ideologia bolscevica all’interesse privato.

    Questo è il vero motivo del ritiro dall’Iraq. Mettetevelo in testa, dall’Iraq e non dall’Afganistan perchè l’Iraq per noi avrebbe significato l’affrancamento dai potentati bolscevichi d’europa.

  37. utente anonimo

    Fratello quando tu e Abramo vi mettete a discutere è un piacere leggervi e non è la prima volta che accade.

    Un abbraccio.

    Rob

  38. Bisqui

    Fratello,

    anche se con culture diverse siamo di destra e lo scambio delle idee avviene pacatamente. Cosa che non sempre si riesce a fare con i sinistrati, peccato che da loro la maggioranza moderata e pacata sia sottomessa agli urlatori, terroristi e piazzari ad ogni piè sospinto che sono decisamente una minoranza.

    Questa è la feccia da spazzare via con decisione e senza tentennamenti se vogliamo veramente una nazione compatta pur nelle sue diversità politiche.

  39. utente anonimo

    spero tanto che prodoff lo legga…

    a piazzale loreto adesso non c’è un distributore di benzina , ma non si mette niente a montare un’impalcatura coi tubi innocenti…

    così tanto per appendere prodi & C…

    Sic semper tirannis

    un mau tirannicida

  40. arduous

    “Non avere l’appoggio degli USA significa uscire dal circuito internazionale dell’economia e dell’energia. Significa tornare nelle braccia tramortifere di francia e germania che già tanto ci hanno spolpati acquisendo i nostri più grossi centri industriali. Significa pagare l’energia elettrica al prezzo imposto da loro che la producono con il carbone e le centrali nucleari, significa essere sempre più succubi del gas Russo.”

    Che c’entra tutto questo con l’export democracy o le armi di distruzione di massa di saddam? Fa che siamo pure noi a nassiriya per controllare i pozzi di petrolio e per accaparrarci un bene che fisicamente proprio non ci appartiene? è questo che vuoi dire?

  41. Bisqui

    Arduous,

    no non è questo. I pozzi non sono nostri ma quando si stipulano contratti internazionali, l’influenza politica è significativa.

    Russia, USA e Cina sono molto più pesanti a livello mondiale dell’Europa, su questo non si discute. Essere alleati di uno dei tre ed esserne anche protetti, dà un vantaggio innegabile in confronto all’essere semplici sudditi di una nazione che non esiste e non da nessuna affidabilità internazionale come l’Europa voluta dai socialisti, per non dire peggio.

    Anche mio figlio che ha 17 anni lo ha capito da solo, non credo che il concetto sia molto difficile.

    Poi se ci vogliamo beare con le energie alternative che ci vendono automobili ad idrogeno a 500mila euro, questo è un’altro discorso. Meglio il mulo ed il ritorno al medioevo, ne più ne meno come tutti i paesi comunisti.

  42. liberoconcetto

    Bisquì,

    sono sempre stato più ottimista di te, non pensavo esistessero fallocefali bolscevichi di questo calibro.

    Però se ci pensi sono dilettevoli!

  43. hawkmoon269

    iraq, afganistan, kossovo o timor est… che differenza fa per un militare? Non lo fa sempre per interesse del proprio paese?

    Quando si ritiene che serva il suo impegno….

    Queste eterne panzane sui pozzi petroliferi hanno davvero rotto gli zebedei…. ma basta

    Ma parleteci CON I MILITARI CHE ritornano da quelle zone, chiedete loro che cosa facevano …

    PIANTATELA DI PARLARE in loro vece… non se ne può più..

    ciao Bisquì

  44. sanna66

    Carissimo, non vorrei essere nei tuoi panni…… puoi solamente dirle la verita….

    non “””””…..Che il 49,9% degli italiani versa tonnellate di odio nei confronti di chi ci ha liberati dalle dittature…..”””””

    dille che “””””più del 50% degli italiani, vi rignraziano per quello che avete fatto e per quello che state facendo”””””

    antonio

  45. utente anonimo

    eh eh caro sanna…

    è appunto perchè ci hanno liberati dalla dittatura che li odiano…

    loro preferivano benitone, o pure adolfino…

    non gli l’hanno mai perdonato agli USA…

    e adesso vediamo i fessacchiotti cosa dicono…

    un mau speranzoso

  46. iopensosempre

    Bisquì, come vedo sei invaso dai troll.

    Comunisti = conigli = troll

    Mi fanno sempre più schifo… stanno distruggendo il mondo e se la prendono con Berlusconi e Bush! Patetici…

  47. vittoriospina

    ma se ami gli americani che ti hanno liberato dal fascismo, come fai adesso ad essere di destra e filofascista?

    Come puoi rinnegare i partigiani?

    Ma vedi che sei confuso?

    Alla tua amica potresti dirle che se la vada a troncare nel cxxlo ad esempio!

    Mado’ che animalo!!!!

    Ma due libretti in mano??

    No eh??

  48. grendel00

    A parte il fatto che quella dei pozzi petroliferi è un palla, e questo lo si diceva già anni fa.

  49. Bisqui

    Vittoriospina,

    non perdi occasione per dimostrare quello che sei : uncelebroleso.

    A) da cosa deduci che sono filofascista?

    B) chi ti dice che rinnego i partigiani?

    D) la mia amica ti avrà già letto e ne avrà tratto le conclusioni

    E) ti ho già detto in altra sede di tornare a scuola e farti rivedere appena finita la 5° elementare.

    Grendel,

    loro non conoscono i cani di Pavlov e quindo ignari, si comportano esattamente come previsto.

  50. liberoconcetto

    L’analisi di vittoriospina è davvero profonda, direi tecnica.

    Ha già compiuto nove anni?

  51. utente anonimo

    Non ho le fonti sottomano, ma poco tempo fa l’ENI ha dichiarato pubblicamente (quindi penso che isa reperibile sul loro sito) che i tempi sono maturi per avviare lo sfruttamento di campi petroliferi nel NORD dell’Iraq. Non dove si trovano le truppe italiane.

    FabioC.

  52. grendel00

    Et voila:

    Da Parbleu!

    L’ENI in medio oriente

    Suggerisco una colletta per regalare al nostro arduous un bel berretto.

    Con i sonagli.

  53. utente anonimo

    caro grendel, il berretto coi sonagli è troppo intellettuale…gli peserebbe in testa..propongo un berretto con orecchie da somaro…

    comunque avete notato:

    quando si dice che preferiscono adolfino si innervosiscono…

    che cani! di pavlov ovviamente…

    un mau gongolante

  54. utente anonimo

    Digli che siamo abbiamo già preso parte all’omicidio di 19.000 soldati e più di 350.000 civili, e che non possiamo più sopportare l’idea che una montagna di cadaveri posso giustificare l’arresto di saddam

  55. utente anonimo

    l’amore di questo anonimo per saddam è commovente…

    del resto ogniuno sceglie simile a sè l’oggetto della sua adorazione….

    dai, ammetti che ti eccita il solo pensiero di saddam che spara a qualcuno…

    però fai proprio schifo…

    un mau psicoanalitico

Comments are closed.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: