Operazioni Silenziose

Tutti i reparti speciali sono addestrati per operazioni militari estreme. Spesso si raggiungono i limiti delle prestazioni umane che vengono spinti sempre più in la dalla tecnologia e la scienza. In questo articolo faccio una panoramica degli strumenti a disposizione e descritti nel racconto che periodicamente viene postato in questo blog. Non ci sarà molto la leggere ma da guardare,

Cominciamo con il fucile MP5SD. Esso è il massimo della versatilità, ottimo compromesso tra un’arma primaria ed una secondaria può essere usato come pistola o come fucile. Ha la possibilità, con pochissime modifiche, di cambiare completamente aspetto sia fisico che operativo. I quasi 50 accessori permettono di avere un’arma perfettamente disegnata per qualsiasi operazione. Il principe della serie MP5, costruita dalla HK è quello della serie SD. L’acronimo SD sta per Silent Dead, morte silenziosa e mai aggettivo è più azzeccato per quest’arma. Nel filmato che vedrete, alla fine dell’articolo, lo vedrete sparare ma il rumore che sentirete è quello dell’otturatore e non quello dell’arma. Silenziosità assoluta!

Questa è la versione standard dell’MP5

MP5 Standard
MP5 Standard

Come potete vedere è molto compatto. Si può smontare tutto in cinque minuti e riconfigurare direttamente sul campo di battaglia. Ad esempio per smontare il calciolo retrattile ci vogliono venti secondi ed altrettanti per sostituirlo con un calcio standard.

Oppure : da così

MP5K
MP5K

a così :

MP5K
MP5K

Guardate le differenze, sono minime. Osservate la prima figura. Adesso vediamo la versione silenziata :

MP5SD
MP5SD

E’ sempre lo stesso fusto sul quale montando un pezzo od un’altro si cambia completamente l’arma ed il suo uso.

Volevate vedermi in faccia? Bene questo sono io, in versione subacquea, con il mio “Fratellino”

oppure se preferite una diversa versione …

Vi sate domandando dal mare aperto come si fa ad arrivare silenziosamente sull’obbiettivo? Così

Oppure così

Ma se proprio vogliamo esagerare, così

Notate il fifone che preso dal panico, a causa di un “reggiseno” che non si voleva appiattire, ha aperto l’emergenza e sta atterrando appeso a due paracadute!

Ecco, adesso mancano gli strumenti di navigazione ed orientamento, qui trovate la dotazione e parte della sua storia. Un riassunto esaustivo delle SP (operazioni silenziose) lo vedete in questo filmato ripreso dall’addestramento dei Navy Seals e che vi aiuterà a capire parte del racconto.

11 commenti su “Operazioni Silenziose

  1. No No No…
    Attenzione!!!!

    Fratello, se quello della foto sei tu in attività allora VOGLIO la foto.
    Ti prego ti prego!

    Non posso accettare scusanti, nel caso che quella da te illustrata è la realtà.

    Ti chiamo.

    Bacioni

  2. Il filmato è tratto da un’ottima serie di documentari del Discovery Channel sui Navy Seals. Io ce li ho tutti, compreso quello in sei parti in cui viene seguito tutto il syllabus di una classe al BUD/S durante i sei mesi di addeestarmento. Molto molto interessanti.

  3. Ciao Bisqui

    dimmi che il “fifone con il reggiseno” non sei tu…. 🙂

    interessantissimo post

    antonio

  4. che strano, non avevo mai visto l’MP5 come un’arma capace di sollecitare tanto sentimento… si vede che nell’uso pratico invece lascia il segno… 😛

  5. Ciao!
    Scusate il ritardo 🙂

    Sorellina,
    vedrò di esaudire i tuoi desideri 🙂

    Abr,
    ricambio, priore!

    Wellington,
    infatti il filmato è preso proprio da li. Ma tu hai proprio tutto!

    Gabbiano,
    no è fatto apposta

    Antonio,
    devo deluderti, in un certo senso. Sappi che la paura è salute, almeno da noi si dice così 🙂

    Hermes,
    vedrò di postare un’altro filmato che avevo già visionato così ti rendi conto di che razza di giocattolo è l’MP5. Intanto considera che è l’arma d’ordinanza di quasi tutti gli SWAT ed i reparti speciali.

  6. Well,
    non avevo dubbi 🙂

    Fabio,
    è facilissimo comprarlo in Canada. Il prezzo varia tra i 1400$ ed i 1900 a seconda della configurazione. Ultimamente una società americana lo ha modificato rendendolo notevolmente migliore, lo ha chiamato MP5SD HE (High Efficiency). Tra l’altro pochi sanno che c’è una versione camerata da 10mm invece del 9 parabellum normalmente utilizzato, aumentando notevolmente il potere d’impatto. La cosa non mi trova d’accordo perchè l’arma è stata specificatamente disegnata per essere usata negli ambienti chiusi. Ti immagini che cosa potrebbere succedere in una stanza 4×4 quando una raffica si mette a rimbalzare ovunque?

I commenti sono chiusi.