Nuovo ordine mondiale

Agnelli nel 1975 disse : “I regimi tecnocrati di domani ridurranno la libertà, ma non sarà un male”

E’ giunto il momento di prendere in considerazione alcuni fenomeni che negli ultimi anni hanno subito un’accelerazione incredibile (attenzione alle date) minacciando di cambiare radicalmente il mondo e la nostra vita, così come la conosciamo oggi.
Non si tratta di religione, superstizione o complottismo ma si tratta di affrontare con intelligenza gli strumenti che la storia ci ha dato. Tante coincidenze e quando le coincidenze sono troppe c’è motivo di avere un sospetto.
Qualche centinaio di anni fà un tipo chiamato Giovanni scrisse un libro ,l’ultimo delle sacre scritture.
Al di là delle credenze  e delle superstizioni è stupefacente come in un passato tanto remoto, una persona tutto sommato ignorante abbia descritto fenomeni che stanno avvenendo oggi.
Riporto per chi non conosce alcuni passi in cui si parla del Marchio della Bestia è citato per 7 volte e tutte nel Libro dell’Apocalisse di San Giovanni Apostolo:

Apocalisse 13:16-18
Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.

Chi ha intelligenza CALCOLI il numero della bestia…

… Se prendete un qualsiasi codice a barre vi accorgerete che esistono diversi tipi di barre che corrispondono ad un numero, sono tutti uguali e tutti fatti nello stesso modo, cambiano solo i numeri.
All’inizio, al centro e alla fine di ogni codice a barre noterete una barretta più lunga delle altre. Il numero corrispondente a quella barretta è il 6. Prendento le tre barrette si ottiene 666.

Codice a barre

Codice a barre

 Complottismo? Superstizione?
Strano ma quel numeretto è presente in tutti i codici a barre. Incredibile che abbiano scelto come “virgola” il numero sei. E perchè non il cinque o il sette?
Cerchiamo di analizzare l’anatomia del barcode UPC (Universal Product Code).
Guardando quindi l’immagine , soffermiamoci sulle 3 barre di controllo, ad occhio sono identiche, giusto?
Detto questo, come si rappresenta il numero “6” nel codice “UPC”?
E’ di questi giorni la notizia che entro il 2013 tutti gli americani avranno impiantato nella mano un microcip. Dicono per motivi strettamente sanitari ma dato che lavoro nel campo dell’elettronica posso affermare con certezza che l’utilizzo è molteplice.
Con la tecnologia che abbiamo a disposizione sarà anche possibile comprare e vendere senza l’utilizzo di banconote, ma accreditando il denaro in un conto nel microchip. Naturalmente nel microchip sarà presente il codice a barre, ovvero il marchio della bestia.
In buona sostanza, un numero (perchè i codici a barre sono numerici) viene sempre codificato con una sequenza di 7 “bit”, per così dire.
Un segno nero equivale ad un “uno” ed uno spazio bianco ad uno “zero”. Il nostro beneamato “6” quindi, sarà “101”.
Le barre di controllo iniziali e finali, (estrema sinistra ed estrema destra) anche se non sembra, a livello di dati contano come un “101”. Il marker mediano è uno “01010”… quindi dato che lo zero vale zero abbiamo 3 volte un numero intero 101=6. Strano vero? Un pò come la carica dei 101 🙂
Torniamo un’attimo indietro e cerchiamo di spiegare sbrigativamente il perchè il 6 è il numero della bestia.
Nella Bibbia il numero sei è messo in relazione con i nemici di Geova (ok, ok, se non avete mai letto e meditato la Bibbia, prendetelo per buono).
Il 6 è inferiore al sette ma il sette rappresenta la completezza dal punto di vista di Dio (il creato, finito, ha richiesto 7 giorni, prendete per buono anche questo). Quindi il triplice sei è simbolo di grossa imperfezione.
Il che dà risalto all’imperfezione e alle carenze di ciò che la bestia rappresenta o raffigura (ricordate che la Bibbia è scritta per essere capita da tutti quindi non critichiamo ma cerchiamo di capire con la nostra intelligenza).
Il numero della bestia, 666 è chiamato un numero d’uomo ad indicare che ha a che fare con l’uomo imperfetto, decaduto, debole e sembra simboleggiare l’imperfezione di ciò che è rappresentato dalla bestia.
Perciò il nome serve a ribadire che la bestia è terrena e simboleggia il governo umano.
Quindi niente diavoli, complotti o superstizioni. In fin dei conti quando conosciamo una persona … che non ci piace diciamo … quello è una bestia!
Adesso saltiamo ad un tempo più vicino a noi ed esattamente nel 2005.
Dal 1° gennaio 2005, in Italia è obbligatorio, inserire negli animali che debbono essere registrati, un microchip per il loro riconoscimento. L’inserimento è sotto cutaneo. Questo è servito come test e collaudo per poterlo inserire nelle persone. E’ stato un test tecnico, sanitario e psicologico ma anche di preparazione mentale per questo metodo infallibile di riconoscimento.

barcellona chip sottopelle per pagamenti

barcellona chip sottopelle per pagamenti

Perchè dico così? Perchè nel lontano 1990 succedeva che in Europa l’impianto giuridico era già pronto, mediante direttive e rapporti ufficiali, come ad esempio la direttiva 385/CEE del 1990 del Consiglio Europeo, sull’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri sulla legislazione dei dispositivi medici impiantabili, destinati all’identificazione, alla raccolta di informazioni e alla localizzazione delle persone. L’Europa già decenni parla di dispositivi RFID e chip sottopelle per accumulare le informazioni del paziente.
La VeriChip, utilizzata come una carta intelligente, per automatizzare gli acquisti o controllare i delinquenti in libertà vigilata, per le notizie finanziarie, la sicurezza dei trasporti pubblici, l’accesso agli edifici o installazioni sensibili è già in uso ma voi non lo sapevate, vero?
Tra i tanti meccanismi classici contemplati dalla Commissione Europea figurano anche i “dispositivi scatenanti un orgasmo femminile con la semplice pressione su un bottone”, con brevetto depositato in USA nel gennaio 2004. Sull’onda di tali direttive arriviamo al 2007 e leggiamo sul sito della banca d’italia che l’europa ha emanato una normativa, la SEPA, sui pagamenti europei.
La realizzazione del progetto SEPA è un obiettivo prioritario dell eurosistema per permettere di sfruttare appieno nei pagamenti al dettaglio, i vantaggi della moneta unica.
Si tratta di consentire agli oltre 300 milioni di cittadini dell’area dell’euro di effettuare o ricevere pagamenti con strumenti diversi dal contante in tutta l’area, da un singolo conto e alle stesse condizioni di base, indipendentemente dal luogo in cui si risiede, utilizzando i diversi strumenti con la stessa facilità, efficienza e sicurezza su cui si può contare nel contesto nazionale. Il superamento delle segmentazioni fra mercati nazionali, la migliore fruibilità degli strumenti di pagamento più avanzati contribuiranno ad accrescere la concorrenza, ad abbassare i costi unitari dei servizi bancari, a ridurre i costi di transazione delle attività produttive.
In parole povere uno strumento che non sia una moneta, funzioni come essa e che funzioni ovunque. A voi cosa viene in mente?
Tutto bello, tutto stupendo ed atto invogliare a far dire alle persone : che ficata!
Ed infatti già dal 2004/2005 immediatamente c’è chi si è adeguato facendo pagare l’ingresso nei locali notturni a persone che hanno un chip sottopelle dal quale possono scaricare l’importo dovuto. Non ci credete? In Spagna e Francia già accade, fate una ricerchina sul web e ve ne accorgerete.
Così come scoprirete che per motivi di sicurezza tutti i messicani sono stati indotti a farsi “inoculare” un chip sottopelle.
Nuovo ordine mondiale? Chissà però a scremare le dichiarazioni di banchieri e politici c’è da riflettere sul nostro futuro.

Ok, così comè il post è già abbastanza lungo ma se volete, continuo ma me lo dovete chiedere altrimenti tutto resta così, appeso a metà e non saprete mai chi c’è dietro al nuovo ordine mondiale ed ai loro collegamenti ai riferimenti biblici 🙂

8 Comments

  1. Nessie

    Che libro hai letto Bisquì? Voglio dire, hai letto per caso il “Club Bilderberg” di Daniel Estulin – Arianna Editrice ?
    So bene chi c’è dietro. E’ tanto che me ne informo. Ciao

    1. Ospitalieri (Post author)

      Ciao Nessie,
      non ho letto molto perchènon mi fido troppo degli scrittori che sono comunque al soldo di qualcuno. Sono certo che se scrivessero cose scomode non verrebbero pubblicati, quindi, mi fido di quello che riesco a mettere insieme con un lungo ricercare e collegare logicamente.
      Il Bilderberg è solo una parte ma basterebbe parlare della finanza (quella vera, forte) che ha in pugno tutte le maggiori aziende produttrici di elettronica per capire, visto che dal telefonino alla televisione addirittura al robottinio per le pulizie, che loro sono già nelle nostre case.
      Torno a dire non è complottismo ma semplice presa visione di una realtà che la maggior parte degli umani non vede.

  2. Josh

    Salve Bisquì, d’accordo su tutta la linea.
    Aggiungo che per quanto il tutto sia piuttosto chiaro fin dalle profezie di Giovanni (ma ce ne sono anche altre nel NT, che si ricollegano anche all’At da Isaia a Ezechiele a Daniele) la Chiesa Catt. non mi pare essere molto in allarme, se presa in generale, su questi temi,
    anzi in alcune sue parti pare molto vicina al sistema Europa, euro che fa parte comunque del progetto NWO. A dire il vero, una parte della Ch. catt. crede che la Bibbia sia un “genere letterario” e che il demonio non esiste, per cui…

    1. Ospitalieri (Post author)

      Ciao Josh e benvenuto 🙂
      Non volevo parlare del demonio perchè c’è chi ci crede e chi no ma volevo sottolineare come già 2000 anni fa ci posero sull’avviso di quello che sarebbe successo.
      Religione, fede o no, questi sono fatti e messi nero su bianco non chiacchiere da bar.
      La Chiesa come la intendiamo noi e cioè i prelati sono uomini come noi e quindi fallaci. Che non siano in allarme mi pare normale, già Papa Luciani disse subito dopo la sua nomina che il fumo del demonio era entrato in vaticano.
      Sappiamo tutti come andò a finire, 33 (strano vero?) giorni dopo era già morto.
      La chiesa (stavolta minuscola) muove una quantità di denaro inimmaginabile e se solo quel denaro fosse completamente usato per le missioni non ci sarebbe la situazione disperata che conosciamo dei paesi sottosviluppati.
      E’ un discorso complesso, di difficile comprensione tanto è contorto il sistema delle collusioni/proprietà l’unica cosa che possiamo fare è sfruttare la tecnologia a nostro vantaggio senza però cedere un millimetro di dignità.
      Credi sia possibile con questa umanità idiota e corrotta?
      Così come ho scritto da Nessie, siamo pochi ed isolati … andremo a finire nelle catacombe 🙂

      1. Josh

        Ciao Bisquì. Ok non parliamo del diavolo, ma come sai in Giovanni …quel tema ha una qualche rilevanza:-)
        La Chiesa penso andrebbe intesa in senso biblico: la comunità dei redenti. Che purtroppo non corrisponde a tutti i suoi frequentatori, o a tutta l’Istituzione, comunque si saprà solo alla fine.
        Già Cristo stesso disse che il “mistero d’iniquità” era già all’opera, Allora.
        Figuriamoci oggi, con i segni predetti inequivocabili.
        Tutto è complesso e non sta in un commento; come pensiero e ruolo della chiesa cattolica prima di Luciani, se si vuole qualche data (per la mia sensibilità) tutto cambiò con l’entrata dell’Illuminismo in teologia, nella critica biblica (spesso quasi negante il testo sacro), poi il Modernismo, poi il Conc. Vat. II che sono varie tappe della più o meno stessa delegittimazione del sacro.

        Poi…
        http://www.corriere.it/politica/12_marzo_26/bagnasco-consiglio-permanente_88696132-775c-11e1-93b9-89336e75ab45.shtml

        Come rilevava Nessie ci sono anche le banche vaticane, lo IOR & co. E Bagnasco e i suoi per es. sono d’accordo con questo “governo” che è parte del sistema mondiale malato.

        all’ultima tua domanda, rispondo che sì, finiremo in catacombe, reali o figurate. Come persone singole, cristianamente si potrà ancora esser misticamente salvati,
        ma come nazione, popolo o vita quotidiana o qualità di vita terrena penso sia quasi troppo tardi.

        1. Bisqui

          Josh
          @La Chiesa penso andrebbe intesa in senso biblico: la comunità dei redenti.

          Infatti io la scrivo in maiuscolo o minuscolo a seconda se è quella che dici tu o la gerarchia dei prelati.
          E’ indubbio che dal dopo il concilio qualcosa è cambiato, a cominciare dalla lingua Latina. E non è solo un problema di lingua ma di rito. Una cosa che non tutti capiscono ma una cosa è, per esempio, leggere la Bibbia in Latino, un’altra è farlo in Greco e un’altra ancora in aramaico o ebraico antico.
          A cascata tutte le funzioni fatte in lingua originale assumono una potenza di rito ben superiore alla lingua parlata corrente.
          Non a caso i più grandi studiosi dei testi sacri confrontano sempre l’originale con le traduzioni per comprendere meglio …
          Tutto questo per dire che con l’abbandono del “conservatorismo religioso” o con la modernizzazione della chiesa, abbiamo perso il significato della spiritualità a vantaggio del materialismo.
          Non dico che tutti i mali provengono da questo passaggio ma buona parte si, abbiamo perso la spiritualità, il misticismo che ci portava ad essere più vicini ai nostri simili che non al vile denaro.
          Ecco fatto, adesso siamo fritti. L’economia ha preso il sopravvento e sputeremo un bel pò di sangue prima di riprenderci la “nostra vita”.
          Nessie in un suo post scrisse benissimo e spiegò che presto ci saremmo trovati in una condizione di isolamento, di ghetto mentale, di discriminazione morale dal quale sarebbe stato difficilissimo uscire.
          Credo che ci siamo.

          1. Nessie

            Ciao Bisquì,

            OT: ti ho scritto stamattina in pvt, ma vedo che non hai ricevuto. Il Castello continua a ignorare i miei post e non mi ha preso l’ultimo dal titolo “Monti snobba i suoi tirapiedi”. Si può ovviare al disguido che si sta ripetendo? Grazie!

  3. Josh

    A dire il vero proprio il sito del Castello sono 2 giorni che ogni volta che mi collego ha un aspetto differente; ho visto che non ha “preso” dei blog e dei post, ma è sparita anche la legenda di tutti i blog iscritti a destra, e ovvio non accetta alcuni post.
    Ma è proprio il portale del Castello, ogni volta che ci si collega in questo paio di giorni, è sempre diverso, forse si è scombinato qualcosa mentre si provavano nuove vesti grafiche?

    In via secondaria: se ti fa piacere e se sei disponibile, ti andrebbe di indicarmi il tuo indirizzo mail privato che non trovo, se ti dovessi dire un paio di cose? grazie, il mio lo dovresti avere, l’ho riscritto anche ora nel log in.

Comments are closed.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: