Nassirya 12 novembre 2003

Nassirya 12 novembre 2003
Il Comando dell’Italian Joint Task Force (IJTF) si trovava a 7 chilometri da Nasiriyya, in una base denominata “White Horse”, distante circa 4 chilometri dal Comando USA di Tallil. Il Reggimento MSU/IRAQ, composto da personale dei Carabinieri Italiani e dalla Polizia Militare Romena (a cui poi si aggiungeranno, a fine Novembre 2003 120 uomini della Guardia Nazionale Portoghese), era diviso su due postazioni: la base “Maestrale” e la “Libeccio”, entrambe poste al centro dell’abitato di Nasiriyya. Presso la base “Maestrale” (nota anche con il termine “Animal House”), era acquartierata l’Unità di Manovra. Presso la “Libeccio” aveva sede, sia il Battaglione MSU che, il Comando del Reggimento MSU/IRAQ.
In memoria di questi Italiani dimenticati e disprezzati.
Voi sarete sempre nelle nostre menti.

DOMENICO INTRAVAIA: carabiniere

ORAZIO MAJORANA: carabiniere

GIUSEPPE COLETTA: carabiniere

GIOVANNI CAVALLARO: carabiniere

ALFIO RAGAZZI: carabiniere

IVAN GHITTI: carabiniere

DANIELE GHIONE: carabiniere

ENZO FREGOSI: carabiniere

ALFONSO TRINCONE: carabiniere

MASSIMILIANO BRUNO: carabiniere

ANDREA FILIPPA: carabiniere

FILIPPO MERLINO: carabiniere

MASSIMO FICUCIELLO: soldato

SILVIO OLLA: soldato

EMANUELE FERRARO: soldato

ALESSANDRO CARRISI: soldato

MARCO BECI : civile

STEFANO ROLLA : civile

Intanto negli USA si celebra il giorno dei veterani

9 commenti su “Nassirya 12 novembre 2003

  1. la mancanza di riconoscimento formale, celebrativo,  da parte di questo governo di mentecatti sarebbe pure sopportabile… è il rinnegarela natura stessa dell’impegno di coloro che hanno messo la loro vita sulla linea del fuoco e sono morti che non lo è. E su questa aberrazione morale l’Unione ci ha praticamente vinto le elezioni, cercando il voto del bestiame dell’estrema sinistra appagandone gli istinti più bassi.

  2. Bravo.
    Quei ragazzi sono nel cuore di tutte le persone dotate di umanità e senso di dignità.
    Questo spiega come mai non sono nel cuore dei pagliacci che ci sgovernano.

I commenti sono chiusi.