George-Soros-and-his-evil-empire

Li manda Soros: referendum radicale contro reato clandestinità

George-Soros-and-his-evil-empireI radicali, mosche cocchiere dei poteri globalisti, hanno depositato in Cassazione la richiesta per un referendum di abrogazione del reato di clandestinità “per ingresso e soggiorno illegale” degli immigrati.
Il comunicato della Cassazione è apparso sulla Gazzetta Ufficiale di ieri.
L’ennesima dimostrazione di quanto gli adepti della setta pannelliana siano, negli ultimi anni, totalmente scollegati dalla realtà che li circonda e completamente inconsapevoli della volontà dei cittadini che infatti, non li votano.
Tutti sanno chi finanzia i Radicali e chi ha finanziato la carriera – e i poteri sovranazionali che ne hanno imposta la presenza nel governo attuale – della Bonino.
Uno di questi generosi finanziatori è l’apolide George Soros che attraverso la sua Open Society sovvenziona il partito radicale e una miriade di siti internet legati all’antirazzismo e all’immigrazione di massa.
Soros, il finanziatore di tutti i colpi di stato colorati in giro per il globo terraqueo che, dietro la falsa maschera della democrazia, avevano come unico scopo quello di ampliare l’avanzata degli interessi di un ristretto gruppo di affaristi.
Ciò detto, i radicali prenderanno l’ennesima tranvata popolare.
Loro hanno successo finché il popolo non è chiamato ad esprimersi.
Resta stupefacente e ogni riferimento è puramente voluto, come lo scendiletto di Pannella sia potuto divenire ministro degli Esteri dopo avere raccolto alle ultime elezioni un consenso elettorale dello 0,3%: come se Fini fosse diventato ministro degli Interni.
Il motivo è semplice: santi in paradiso. Un paradiso fatto di poteri che agiscono nell’ombra, la stessa ombra dalla quale è stato tratto il nipote di Letta.

4 comments

    • Bisqui says:

      Quando anche quando le nostre città saranno messe a ferro e fuoco, le nostre donne saranno violentate ogni 2 x 3 la sinsistra non ammetterà mai che la colpa è delle loro idee bislacche sull’uguaglianza dei popoli.
      Josh, basterebbe votare per un partito a fortissima identità nazionale per dare uno shock alla politica, invece di non votare affatto lasciando campo aperto a tutte le storture e capricci della sinistra.

  1. Nessie says:

    Benvenuto anche tu nel club dei “cospirazionisti”. Peccato che chi denuncia queste porcherie mondialiste, venga fatto passare per paranoico, mentre chi le FA è considerato semplicemente un “progressista”.

    Tra i regalucci radicali avevamo anche il FUORI (FRONTE UNITO RIVOLUZIONARIO OMOSESSUALE ITALIANO), un antesignano dell’Arcigay. E’ gente che si porta sempre avanti, i radicali. E difatti guarda dove siamo arrivati:

    http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2013/6-giugno-2013/annullata-sodomia-d-artista-centro-c-erano-minacce-estrema-destra-2221519745370.shtml

    • Bisqui says:

      Nessie,
      come dicevo a Josh, tra 50 anni i sinistri si accorgeranno di aver sbagliato (ma non lo ammetteranno mai) ed avranno come al solito la soluzione. Solo loro, però, perchè le soluzioni degli altri hanno sempre un qual’chè di razzista, antiprograssista etc etc.

Comments are closed.