La lingua Italiana, questa sconosciuta

«Scusate il linguaggio rozzo, ma efficace, ho troppa stima dell’intelligenza degli italiani per pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che possano votare contro i propri interessi».

Mi cimento nella traduzione di questa frase.
Non mi sembra che ci siano riferimenti specifici ad una parte politica. Se vogliamo proprio prenderne in considerazione una, tutti gli altri sono “coglioni, ma è vero anche il contrario.
Il soggetto sono gli Italiani.
Come sono gli Italiani?
Sono “coglioni”.
Qual’è la condizione per esserlo?
Quando votano contro i propri interessi.
C’è un riferimento preciso a qualsiasi parte politica?
No.
Ci sono nomi propri o cognomi ai quali si può ricondurre l’aggettivo “coglione”?
No.

Semplice, troppo semplice perfino per chi ha un sistema nervoso semplice? Non è così, quelli che si sono dichiarati “antropologicamente migliori” (questa si che è un’offesa) hanno capito quello che loro fa comodo, non rendendosi conto che implicitamente ammetono di essere dei “coglioni”.
Alla luce di quello che è successo in seguito alla frase in “volgarissimo italiano” del primo ministro, si evince che ci sono milioni di code di paglia da bruciare e che gli “antropologicamente migliori” non sono poi così migliori.

Vi consiglio di leggere questo di Kagliostro e questo di Lberali per Israele.

in Finlandia scrivono così –  Kunnioitan liikaa italialaisten älykkyyttä, jotta voisin ymmärtää heidän olevan sellaisia “kiveksiä”, että he äänestävät oman etunsa vastaisesti, Berlusconi sanoi – ( Rispetto troppo l’intelligenza degli Italiani per credere che siano così coglioni da votare contro il proprio beneficio ), peccato che il titolo sia – Berlusconi haukkui äänestäjiä “kiveksiksi” (berlusconi offende gli Italiani chiamandoli coglioni). Indovinate un  pò chi passa gli articoli al giornale?

PS. Intanto gli Svedesi ed i Finlandesi litigano sulle origini di BUSH, entrambe le nazioni ne rivendicano la provenienza.

25 comments

  1. Led76 says:

    Ma sai Bisquì, esiste qualche giornalista che ha censito le gaffes del premier riportandole però cosi come le han interpretate i giornali, cioè a modo loro. Vi ricordate le recenti “lo chiedete ad un povero Cristo” o “solo Napoleone ha fatto di più” che son state intese come “Io sono Cristo” o “Io sono Napoleone”? O la frase”voi avete la fortuna di vivere in un paese civile, dove la libertà ecc ecc” riportata come “la civiltà dell’islam è incivile, inferiore ecc ecc “? Ci giocano un sacco su queste cose, e non si arrendono mai.

  2. squitto says:

    Esatto. Quello che dicevo giusto ieri con una professoressa di lettere in pensione (mia mamma). Chiunque voti contro i propri interessi è un coglione. Non si dice quale sia l’interesse e da che parte risieda.

    Uno che agisce contro i propri interessi è un coglione, uno che si da la zappa sui piedi è, nella migliore delle ipotesi, un Tafazzi.

    Ma è facile decontestualizzare la frase e spargerla in internet a quattro giorni dal voto, con un filmatino fatto ad hoc sul sito del Corriere.

    In effetti, gli italiani son proprio coglioni, a ben vedere, dato che non sanno neanche leggere.

    PS: Ah, Prodi non ha detto di avere un sistema nervoso semplice, ha detto testualmente: io non ho un sistema nervoso (pausa) complesso.

    Durante la pausa la sottoscritta è crepata dal ridere.

  3. Bella Bisquì, graie del link!!

    Paradossalmente quelli che si lamentano del conflitto di interessi sono quelli che trasformano TUTTE le frasi del premier come diceva LED…

    Più ci penso, più credo che queste siano proprio merde secche.. oltre che coglioni naturalmente!!!

    CIAO

    KAGLIOSTRO

  4. Bisqui says:

    Led,

    la disinformazia è sempre al lavoro, non dimenticare la 3° internazionale.

    Kagliostro,

    che te lo dico a fà :-))

    Piergiuseppe,

    il fatto è che non siamo “esseri gelatinosi” con un sistema nervoso semplice.

    Squitto,

    avrei voluto stare con te quella sera, sai le risate?

  5. utente anonimo says:

    Non so, excite deve essere andato di matto…io non riesco nemmeno ad accedere….

    Led

  6. hamlin says:

    le parole fanno male, e se non hanno un significato offensivo, si cerca di darglielo e di girare la frittata, come fa la sinistra

  7. Grazie del link, mitico Bisquì. Per anni hanno ripetuto che quelli che non sanno leggere votano a destra. Che abbiano cambiato idea? 😉 Mthrandir

  8. Grazie per gli utili link, sei una garanzia.

    Non legittimo l’intervento di Berlusconi, ma solo da un punto di vista strategico-comunicativo.

    Inoltre avrei rinfacciato con più vigore l’accusa di “delinquenti” riferitò al governo Berlusconi, e un’altra che passò inosservata..

    Violante, due settimane fa dichiarò: “dietro Berlusconi c’è la mafia”.

    Perchè il centro destra non ha scatenato un putiferio?

    Sull’accusa la sinistra è molto più capace…io avrei risposto al fuoco.

  9. “Un recente sondaggio dimostra che il resto del mondo ha di noi un’opinione univoca: gli italiani risultano totalmente coglioni per essersi tenuti il ‘premier’ tutti questi anni”.

    L’Unità, 29 marzo 2006

  10. Wellington says:

    Come giustamente dicevate, Berlusconi non può aprire bocca che le sue frasi vengono prese fuori dal contesto e il loro significato sovvertito in qualcosa di sordido. Il bello è che non puoi nemmeno farlo timidamente notare perchè allora sei un leccac**o di Berlusconi.

  11. squitto says:

    Bisquì: è stato un delirio: durante la famosa pausa che ha preceduto l’aggettivo “complicato” (chiedo scusa che freudianamente nel commento precedente ho sbagliato, ha detto complicato, non complesso) insomma dicevo, durante quella pausa eMi mi ha chiamato e, ti giuro, non riusciva a parlare, sai quelle situazioni al limite dell’isterico dal ridere che praticamente ti si blocca la bocca dello stomaco e sei convinto che morirai ma non riesci a chiamare aiuto?

    Poveri noi.

    Ride bene chi ride ultimo, diceva uno. Me la vedo male, ma non lo dico, resti tra noi. Scaramantica sono…

  12. CronenBORG says:

    Scusa Bisqui, ma stavolta sembri un po’ forzato nel ragionamento e ti spiego perchè:

    con quella frase Berlusconi voleva indicare e offendere chi non vota la destra. E’ così chiaro, ma tu non vuoi credere che egli possa aver detto una cosa simile. L’analisi letterale è anche sbagliata, perchè il soggetto non è gli italiani, ma gli italiani che votano contro i propri interessi. E berlusconi parlava proprio degli italiani che non votano il centrodestra, ovvero quelli che votano contro i propri interessi secondo il suo modo di ragionare.

    Sei tu e altri che magari come te non vogliono pensare che berlusconi sia proprio così imbecille da dare dei coglioni alla metà degli italiani a voler reinterpretare tutto.

    La lingua italiana per uno che ha un sistema nervoso normale è fatta di contesto oltre che di significati letterali. E infatti berlusconi ha ieri confermato le sue parole ad un comizio, tanto per ribadire che intendeva proprio quello che tu vuoi negare.

    Io non sono migliore nè antropologicamente, nè in alcun altro modo da te o dai miei amici di destra, perciò smettiamola anche con questa tiritera dello sbeffeggio della sinistra quando VI sembra che capisca male: .

    Io non mi definisco così e neanche molti altri ’sinistri’ come me. Se un deficiente come D’Alema lo crede sono affari suoi. Ma la politica di palazzo in Italia non guarda più cosa pensa l’elettorato. Per esempio il fatto che se si facessero le primarie per il presidente della repubblica, a sinistra voterebbero tutti la Bonino. Ma ai vari D’Alema e compagnia brutta questo dà fastidio…

    Ciao, ti leggo per quello che posso con i miei impegni e ti apprezzo.

  13. CronenBORG says:

    Scusa, il commento precedente manca di una parte, perchè il sistema lo ha interpretato come tag: Uno non può usare la parentesi angolare che subito ZAC!

  14. ephrem says:

    domanda: «Sente di avere ancora la fiducia degli elettori?» forse si puo’ chiedere della fiducia degli elettori di sinistra a Berlusconi?

    risposta: «Ho troppa stima dell´intelligenza degli italiani (che votano a destra, va da sé) per pensare che in giro ci siano così tanti coglioni che possano votare contro i propri interessi… scusate il linguaggio rozzo, ma efficace»

    Se il popolo di sinistra si é riconosciuto nella definizione rozza di Berlusconi, é perché hanno voluto riconoscervisi, non perché lo abbia detto. Ogni frase DECONTESTUALIZZATA perde completamente il suo senso originale, questa si chiama “desinformatzija” ma SB ha sbagliato ad usare quel termine, questo é fuor di dubbio.

    Stessa storia per le trasmissioni su mediaset, sono loro che si rifiutano a parteciparvi ed é SB che compie un Blitz, termine usato su tutte le pagine dei più diffusi quotidiani.

    Meno male che tutta l’informazione é nelle sua mani…

  15. Bisqui says:

    Eugenio,

    stavolta hai toppato. Se fai l’analisi logica e grammaticale ti accorgerai che non è come dici. Casomai chi ha usato sofismi sono quelli che se la sono presa.

    CronenBORG,

    tu sei speciale, spesso mi sono domandato come fai a stare da quella parte.

    Wellington, ragazzi,

    bisogna lottare e farsi scivolare tutto di dosso, solo così possiamo vincere ma se diamo un appiglio siamo finiti.

  16. Era negri e cristiani, mi pare.

    Olocaustorandom era uno dei blog migliori di splinder, anzi, il migliore in assoluto, e chi l’ha visto non può che concordare. Se poi c’è chi prende sul serio l’intervista all’esperto di termovalorizzazione che dimostra come bruciando la gente si contribuisca col 13% del fabbisogno energetico nazionale, quello non è certo colpa mia.

    Bisqui, le parole esprimono qualcosa che va oltre l’analisi logica e grammaticale.

  17. CronenBORG says:

    Bisqui: “CronenBORG,

    tu sei speciale, spesso mi sono domandato come fai a stare da quella parte.”

    Cos’è, fai del proselitismo adesso B?

    Eheheh.

  18. utente anonimo says:

    Berlusconi sa bene quel che dice…e lo dice bene…il suo discorso nn fa una piega….solo i veri coglioni si sentono offesi !

Comments are closed.