La bombona grandona

La Daisy Cutter (La TagliaMargherite)

daisycutter

daisycutter

Il sistema d’arma BLU-82B/C-130 è una delle armi Americane attualmente più pubblicizzate dai media.Sistema d’arma perchè è composto dalla bomba BLU-82B e dall’aereo trasportatore C-130 (il famoso Hercules ). Questa puntualizzazione è necessaria, perchè una bomba aerea è inutile senza il suo aereo lanciatore, e per un insieme di fattori, l’unico aereo finora utilizzato è il C-130 .

Cenni storici

Il sistema d’arma fu escogitato nella guerra del Viet Nam , allo scopo di liberare nella giungla delle zone di atterraggio per elicotteri ( LZ = Landing Zone) (1). Inizialmente furono usati gli elicotteri CH-54 SKYCRANE , ma fu scoperto che i C-130 erano più affidabili e meno costosi. Il sistema fu usato per la prima volta nel Marzo 1970.Fu riutilizzato nella Guerra del Golfo del 1990 inizialmente per ripulire i campi minati (non esistono dati sulla sua efficacia in questo ruolo), poi come arma antiuomo e psicologica, a causa dei suoi effetti visivi e sonori. In questo periodo ne furono sganciate 11 esemplari.Nell’intervento in Afghanistan nel 2002, ne furono sganciate almeno 4 contro gli effettivi di Al Khaida nascosti nelle caverne.

Dati tecnici

Il Lockheed C-130 è un aereo da trasporto con quattro propulsori a turboelica, un equipaggio di cinque persone, un peso al decollo di 70,3 tonnellate con un carico utile massimo di 21 tonnellate. Alla velocità di crociera di 590 km/h, con un carico di 17 tonnellate e volando alla quota di 6000 mt, l’autonomia è mediamente di 3890 km. (Dati tecnici riferiti alla versione J-30 , la più avanzata).

Lo MC-130 TALON II (il modello di C-130 implementato come trasporto militare speciale) può trasportare 2 BLU-82B

esplosione di una daisycutter

esplosione di una daisycutter

Alcune considerazioni: il MC-130 non è un aereo a reazione , e non è un bombardiere. In pratica, è un bersaglio molto più visibile e molto più lento di qualsiasi veivolo normalmente in forza alle aviazioni. Questo implica che il sistema d’arma sia utilizzabile solo in condizioni di superiorità aerea, cioè che non ci siano aerei da caccia nemici e che le difese antiaeree nemiche sia neutralizzate o inesistenti. Lo MC-130 è in grado di autoproteggersi dai missili antiaerei , ma finora non è mai stato usato in condizioni di effettivo conflitto con un’aviazione efficente.

L’ordigno BLU-82B , soprannominata COMMANDO VAULT (l’arco a volta del Commando) o DAISY CUTTER (Taglia Margherite) o BIG BLUE 82 , è la più grande bomba aerea convenzionale attualmente utilizzata nel mondo (2).

Sostanzialmente è un contenitore di acciaio con pareti sottili (6 mm di spessore), lungo 3.65 m , largo 1.37 m e con peso a pieno carico di 6.8 t., privo di governali e di qualsiasi sistema di propulsione o di guida. La carica esplosiva è costituita da 5.715 kg di GSX (Gelled Slurry eXplosive), un esplosivo industriale formato da nitrato di ammonio , acqua , polvere di alluminio e un gelatificante. L’esplosivo è conservato nei depositi scisso nei suoi elementi (che non sono detonanti), i quali vengono miscelati solo all’atto di preparazione del composto. La gelatina così ottenuta, viene pompata nella bomba, la quale è pronta per l’uso.Alle estremità della bomba sono situati i detonatori, lo M904 anteriormente, e lo M905 sul retro, che portano la lunghezza totale dalla bomba a 5 m.
La BLU-82B fissata sulla sua slitta, viene trasportata dal C-130 in prossimità del bersaglio. L’ insieme di fattori che influiscono sulla traiettoria balistica, quali venti , umidità dell’aria, eccetera sono calcolati per ottenere una traiettoria ottimale. La quota minima di sicurezza è di 1800 m dal livello del bersaglio. A un velocità di circa 280 km/h il C-130 apre il portellone del vano di carico, in modo che un paracadute d’estrazione trascini fuori dall’aereo la slitta con la bomba. In questo momento, l’area bersaglio è distante 820 metri dalla bomba. La bomba si separa dalla slitta e comincia a cadere da sola. Qualche secondo dopo, si apre il paracadute di stabilizzazione della bomba. La slitta scende appesa al paracadute d’estrazione (potrà essere recuperata). Dopo circa 27 secondi di caduta libera (da 1800 m di altezza) , la bomba esplode al’impatto dell’asta del detonatore M904 col terreno, a un’altezza di circa 90 o 60 cm (3).La pressione dei gas nell’epicentro è di 70 kg/cm2 (più che sufficente a distruggere qualsiasi struttura) ed entro una zona circolare di 120 m di diametro ogni organismo viene annientato (4). La bomba ha effetto fino a un’area di 300 m di diametro (5). Questi dati non tengono conto di eventuali danni da detriti o schegge, non prodotte dalla bomba, ma lanciate dall’esplosione.
La nuvola e il rumore dell’ esplosione sono terrificanti. Un S.A.S.(5) Inglese, nella prima fase di Desert Storm, vedendo una detonazione di DAISY CUTTER , credette che gli Americani usassero armi atomiche tattiche. Una singola bomba BLU-82B costa 27.318 $.

effetti dell'esplosione di una daisycutter

effetti dell’esplosione di una daisycutter

Una volta stabilito che cosa è, si può affermare con sicurezza che cosa NON è:
per quanto sia potente, quest’ arma non è una WMD o arma di distruzione di massa, semplicemente perchè non è un’arma atomica (non si basa sull’energia nucleare e non è di potenza paragonabile a un’arma atomica), non è un’arma chimica (dato che non diffonde gas velenosi), non è un’arma biologica (non diffonde batteri o virus). In corrispondenza alle ultime definizioni di WMD non è nemmeno un’arma radiologica, dato che non diffonde radiazioni di nessun tipo.
Non è nemmeno un’arma incendiaria, quanto non lo è un proiettile d’artiglieria ad alto esplosivo.
Alcuni resoconti la confondono con una FAE (Fuel Air Explosive), altra serie di armi in dotazione all’Aviazione Americana. Senza volere entrare in descrizioni delle bombe FAE ,basta far notare che la BLU-82B si basa su un esplosivo che ha applicazioni civili (soprattutto nel settore minerario) e quindi, ha delle caratteristiche ben conosciute.
Come indicano i dati, la BLU-82B è un’arma vecchia di trentacinque anni , mentre le bombe FAE ono state sviluppate solo nei tardi anni 80 dello scorso secolo.

(1) Se casualmente queste LZ si trovavano posizionate su basi VietCong , ovviamente venivano sganciate lo stesso. Pare che nell’ultima fase della guerra, una singola bomba sganciata dall’aviazione Sudvietnamita uccidesse 1.000 regolari Nordvietnamiti.
(2) La bomba aerea più pesante mai esistita era la “Grand Slam” bomba inglese da 10 t utilizzata nella II° G.M.
Attualmente si sta sperimentando un successore della BLU-82B , la GBU-43B soprannominata MOAB (Massive Ordinance Blast Bomb o ironicamente Mother Of All Bombs la madre di tutte le bombe.)
(3)Questo per evitare che la forza dell’esplosione si disperda nello scavare un cratere.
(4)Schiacciato, bruciato, e fatto a pezzi.
(4) L’onda di pressione arriva fino a questa distanza. Magari non uccide , ma ferisce.
(5) Special Air Service, gli incursori inglesi, ritenuti, non a torto, i migliori del mondo.

9 Comments

  1. utente anonimo

    Bellissimo post Bisqui…info utili.

    Devo dire che rimango un po’ choccato dall’uso del C130 (la bomba deve essere un bel pirolotto).

    Devo aver anche visto un video della bomba in azione in Afganistan in uno dei miei pellegrinaggi mediatici…

    saluti

    Johnny Winter

  2. lupodigubbio

    Ce l’hanno la versione per la Peugeot 206XS?

  3. utente anonimo

    ragazzacci…

    un mau paterno

  4. utente anonimo

    hmmmm… per il prossimo capodanno, magari… 🙂

    Hermes

  5. utente anonimo

    Johnny Winter,

    in famiglia il bombarolo è MAU! Scherzi a parte il tecnico armiere è lui, io mi dedico più alla tecnologia informatica applicata al campo di battaglia

  6. Otimaster69

    Dal nome direi che gli americani nutrono un grande affetto per questo ordigno.

  7. johnnywinter

    Forse ho trovato un video della Willy pete confrontato con le bombe a frammentazione.

    Cosa ne pensi Bisqui?

    http://www.flurl.com/uploaded/Impact_34520.html

    ps:

    http://www.ogrish.com (il sito + vomitevole che conosco)

    search decomposing ed è pieno zeppo di mmagini di bruciati dal fosforo…hehehe

    Per similitudine con fallujah (+ che i morti dello tsunami) consigliato:

    messico

    http://www.ogrish.com/archives/decomposing_body_found_in_mexico_Jul_04_2005.html

    malaysia

    http://www.ogrish.com/archives/decomposing_body_found_in_malaysia_Oct_07_2005.html

    paraguay

    http://www.ogrish.com/archives/found_decomposing_near_border_of_brazil_and_paraguay_Aug_26_2005.html

    bye bye

  8. Bisqui

    johnnywinter,

    buono, molto buono peccato sia corto e non faccia vedere il vero uso delle cluster per distruggere le piste degli aeroporti.

    Le foto sono quelle clasiche della morte, solo chi non la conosce può inventarsi cazzate.

  9. johnnywinter

    Bisqui il video l’ho trovato su un nuovo situzzo su tre in cui sono capitato. Devo passarmene ancora uno (da fare a mano, sigh non si scarica) con un bel po di materiale…chissà magari trovo ancora qualcos’altro.

    Il video è corto (provo a vedere se rintraccio l’originale, ma senza riferimenti l’è dura)

    Granate a frammentazione e willy pete messi così vicino rendono evidenti alcuni aspetti: potenza di fuoco inferiore, ma soprattutto quella del willy pete con il rai-pete si notano le differenze: proiettile incendiato rosso fuoco – non incendiato mentre cade, Fumo del proiettile incendiato raipetiano a nuvoletta – sprizzi a filamenti della reale bomba al fosforo nel filmato messo.

    Le foto dei morti: pare che solo in certe zone normali ci siano eventi eccezionali…alla fine scopri che gli eventi eccezionali sono invece eccezionali normalità.

    Saluti e buon anno

    PS: non ci minacciano + di attentati…brutto segno, è successo così dal 99 al 2001 per l’america e prima di Londra.

    PS2: prova a cercare Khobar

Comments are closed.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: