Riflessioni : Ebrei e gli altri

A tutti è nota l’impressionante quantità di Premi Nobel ebrei rispetto a tutti gli altri paesi del mondo. Così comè noto che molto spesso le più grandi scoperte scientifiche in campo dell’astrofisica, dell’informatica e della ricerca medica le dobbiamo a scienziati israeliani.

…chi odia Israele, quando si trova ad affondare cure mediche, dovrebbe accertarsi se la composizione chimica del medicinale che sta usando non sia il risultato della faticosa ricerca di qualche scienziato israeliano!

Con sole sette università e diversi centri di ricerca, Israele vanta una media di 10.000 dottorati all’anno: con una percentuale di ben 145 scienziati ogni 10.000 abitanti, Israele ha conquistato il primato mondiale per la quantità di scienziati e di tecnici in proporzione alla popolazione totale (seguito da USA 85 e dal Giappone 70).

Secondo le statistiche, l’Università ebraica di Gerusalemme detiene il primato assoluto fra tutte le istituzioni di ricerca scientifica al mondo nel campo dell’astronomia e l’astrofisica;
La ricerca scientifica israeliana detiene ancora il primo posto al mondo nel campo nelle scienze dei materiali e nella nanotecnologia, e il secondo nel settore dell’informatica.
Recentemente, su 200 borse di studio stanziate dal Consiglio Europeo per la ricerca in favore di candidati provenienti da 32 nazioni, ben 12 sono state assegnate a scienziati israeliani.
Secondo l’ufficio-statistiche israeliano, sulla popolazione di mondiale  di 6 miliardi di esseri umani, il popolo ebraico, composto di 13 milioni di anime (di cui solo 6 milioni vivono in Israele), costituisce una piccola minorità che occupa lo 0,002 per cento (2/1000) della popolazione globale. Tuttavia, su 740 Premi Nobel, ben 164 sono ebrei; dunque il popolo ebraico vanta ben il 22% dei Premi Nobel su scala mondiale:

53% dei Premi Nobel in economia sono ebrei

38% dei Premi Nobel in fisica sono ebrei

29% dei Premi Nobel in medicina sono ebrei

28% dei Premi Nobel in chimica sono ebrei

27% dei Premi Nobel in letteratura sono ebrei

11% dei Premi Nobel per la pace sono ebrei

Come è possibile una cosa del genere?

Questa è la cultura che a noi piace ma c’è qualcuno, anche tra di noi che li vuole cancellare dalla faccia della terra. Adesso vogliamo parlare dell’islam?

In Europa è meglio Israele o la Turchia o tutto il nord Africa o l’Asia minore? O vanno bene tutti basta che non sia Israele?

http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it/post/2191254.html

2 commenti su “Riflessioni : Ebrei e gli altri

  1. É vero Bisqui’, io stessa a scuola avevo dei compagni ebrei che erano sempre i migliori. Non si sa perché, ma é un fatto. E io ammiro molto Israele e il fatto che son stati capaci di trasformare quello che era un deserto in un giardino fiorito e fiorente.

    • Ciao Lontana! 🙂
      Non sono io che lo dico, sono i fatti.
      Scienziati hanno stilato delle classifiche in base all’apporto dato dalle diverse etnie alla scienza. Partendo dalla conoscenza più remota della storia fino ad oggi ed in proporzione alla popolazione i medio orientali (Ebrei), gli asiatici (Cinesi ed Indiani) e gli Occidentali (Greci ed europei che sono quelli che hanno effettuato le maggiori scoperte moderne cambiando completamente la cultura a livello mondiale) sono quelli che hanno mostrato delle attitudini che altri non hanno.
      Diciamo che i 2/3 della popolazione mondiale sono al traino 🙂
      Non voglio dire chi sono gli ultimi ^^ ma scorrettamente, dal punto di vista politico, devo dire che esiste una differenza nel quoziente intellettivo medio tra le diverse popolazioni.
      In parole povere, non siamo tutti uguali come qualcuno ancora va cianciando in giro! E guarda caso i migliori sono coloro che hanno una religione o filosofia di vita che induce alla riflessione, all’introspezione, alla ricerca dell’essenza della vita, alla critica costruttiva con riflessi positivi alla capacità di pensiero.
      Altri, che sono imbrigliati da rigide regole da seguire pedissequamente e acriticamente … stanno al palo e ci resteranno ancora per tantissimo.

I commenti sono chiusi.