fallujah-massacre

fallujah 04/11/2004

Wellington segnala un link con un’intervista a Jeff Englehart nella quale il marine ritratta le dichiarazioni fatte nell’intervista a RAINEWS. Adesso i sinistri diranno che è stato minacciato di morte, io dico che la RAI perde il pelo ma non il vizio.

Da leggere l’articolo di The Right Nation “Un po’ di fosforo (perfino a sinistra)” con i link ai media di sinistra americani.

FabioC, ingegnere chimico da una descrizione dell’effetto del fosforo sui tessuti

Qui potete vedere cosa fa il napalm agli umani. Come potete vedere resta ben poco dei vestiti e di chi li indossava :

napalm-vietnam

Questa è la foto messa in rete da RAINEWS :

Falluja bruciata secondo rainews
Falluja bruciata secondo rainews

Mentre questa è la stessa foto ma in formato poster. (attenzione la foto è enorme per mostrarla qui è stata ridotta del 240% se ci cliccate sopra si aprirà 8366×6634 e potrete vedere anche nelle finestre delle case)

Falluja foto aerea nov5 2004
Falluja foto aerea nov5 2004

Si nota chiaramente come la città è al disotto di un banco di nubi che fanno ombra (soprattutto la riva destra del fiume), il contrasto con il lato in pieno sole è evidentissimo.

Potete controllare da voi le zone dei combattimenti e la distruzione della città .

falluja 2004
falluja 2004

 

falluja, zona dei combattimenti più duri. 2 giorni per ripulire l'area
falluja, zona dei combattimenti più duri. 2 giorni per ripulire l’area

 

falluja immagine satellitare del 9-11-2005
falluja immagine satellitare del 9-11-2005 senza nubi e quindi senza macchie nere di “bruciato”

 

moschea di falluja 2005
moschea di falluja 2005 quella che era stata data per completamente distrutta

 

moschea di falluja
la stessa mochea

 

moschea di falluja
ancora la stessa moschea

 

moschea di falluja
il muro di cinta che è l’unico punto distrutto

A me non sembra che il 60% della città sia completamente distrutto. Mi risulta invece che sono state dette tante menzogne.
Adesso controllate con le foto nel mio archivio e con quelle linkate dal precedente post su Falluja.
In questo sito trovate le mappe con contrassegnate le zone di combattimento, e quelle di importanza maggiore. Qui il link
Di seguito, se mi è possibile in breve tempo, pubblicherò altre interessantissime foto scattate all’interno di Falluja.

Linkatevi il post per futuro riferimento.

More specifically, Protocol 3: PROTOCOL ON PROHIBITIONS OR RESTRICTIONS ON THE USE OF INCENDIARY WEAPONS (PROTOCOL IIIlink The specific wording of interest is:

(b) Incendiary weapons do not include: (i) Munitions which may have incidental incendiary effects, such as illuminants, tracers, smoke or signalling systems; (ii) Munitions designed to combine penetration, blast or fragmentation effects with an additional incendiary effect, such as armour-piercing projectiles, fragmentation shells, explosive bombs and similar combined-effects munitions in which the incendiary effect is not specifically designed to cause burn injury to persons, but to be used against military objectives, such as armoured vehicles, aircraft and installations or facilities.

Queste sono le esplosioni del napalm. Impossibile non notarle, figuratevi se era successa una cosa del genere in Iraq sotto gli occhi degli attentissimi reporter di sinistra :
napalm3

Napalm

32495

Aggiornamento 1 Qui trovate il miglior post in assoluto, Squitto ed Emile fanno una relazione tecnica sul fosforo assolutamente da non perdere

Aggiornamento 2 Adesso i terroristi mettono l’esplosivo anche dentro i giocattoli link e li fanno eplodere fuori dagli ospedali link

Aggiornamento 3 Non contenti di mettere l’esplosivo nei giocattoli, adesso usano i bambini e per di più portatori di handicap

Aggiornamento 4 Qui altre persone che imbracciano armi, come debbono essere considerati, militari o civili?

Contro le convenzioni di Ginevra
Contro le convenzioni di Ginevra : civile armato dentro un’ambulanza

 

Civili?
Civili che giocano con un cannone senza rinculo?

 

Civili?
Militare o civile? Secondo le convenzioni è un militare

 

Civile?
Civile?

 

Civili?
Civile con un AK-47

 

Un civile con la buffetteria sotto la giacca
Un civile con la buffetteria sotto la giacca

Aggiornamento 5 Musicisti oltre all’aggiornamento 4 suggerisce anche questo link dove sono evidentissini gli pseudo civili e le “immani distruzioni” di falluja (hanno chiuso il sito e le immagini non sono più reperibili)

146 comments

  1. Posso essere sincero?

    A me ’sta storia del banco di nubi mi sembra un poco tirata per i capelli… anche perchè per avere un’ampiezza così vasta la foto deve essere stata scattata da una notevole altitudine, e le solo nubi che si vedono sono quelle piccole pecorelle bianche al centro ed ai margini inferiori… e le altre dove sarebbero? Sopra l’obiettivo? E delle nubi così in alto hanno la capacità di fare delle chiazze d’ombra così circoscritte e delimitate?!

    Ed invece quelle macchioline nere in alto a destra cosa sarebbero, anch’esse delle micro-nubi di densità infinta ad un’altezza spropositata!?

    Ed inoltre, come mai le nubi sulle strade non fanno quasi mai ombra? E’ possibile che le nuvole evitino di fare ombra sulle vie, che quindi formano delle strisce chiare in mezzo al nero?!

    …hmmmm, mi sembra davvero un’interpretazione forzata.

    innanzitutto l’immagine è satellitare o da aereomobile?! Chiedo sul serio, io non mi ricordo, anche se ad occhio direi satellitare (quindi senza effetto di nubi, altrimenti se le nubi potessero fermare o modificare la visibilità del satellite le zone “coperte”non le vedresti proprio.)

    Bah, ora ci studio e poi ti dico

    Giulio

  2. Scusami, un’altra cosa: tu sai meglio di me che un’edificio può essere considerato come distrutto anche se tecnicamente non demolito… la presenza di buona parte dei tetti non vuol dire nulla, occorrerebbe vedere se gli edifici sono sventrati od integri. In ogni caso ti ripeto che la fonte della percentuale di distruzione del 60%era il NYT (tra le altre) quindi un giornale sostanzialmente contrario alla tesi delle armi improprie.

    Ciao

    Giulio

  3. Qual è la fonte del secondo link? A me sembra propaganda, più che altro. Nelle didascalie c’è scritto che i resistenti costruivano bombe per far saltare in aria i civili…

  4. Bisqui says:

    infatti ho suggerito di confrontare con le mappe dei combattimenti, hai controllato?

    Hai controllato con le mappe del 2005?

    Ne ho diverse nell’archivio.

  5. Bisqui says:

    Eugenio,

    propaganda architettata benissimo, non come certi filmati.

    Gli schizzi di sangue, le pareti delle torture, gli ordigni ritrovati.

    Ne ho a migliaia di foto di propaganda. Preparati che pubblicherò anche i filmati del taglio della testa fatti in quelle stanze della propaganda.

  6. Scusa, eh, come non possiamo sapere se i cadaveri del filmino rainews sono davvero cadaveri di falluja, così non abbiamo la certezza che a falluja si decapitasse la gente per sport. (DI video di decapitazioni ne è pieno il mondo…).

    Per quanto riguarda le armi, le bombe e le torture niente da dire, non credo che una città assediata ferocemente debba reagire con la non violenza o con le freccette dei pub irlandesi. Solo che è ovviamente una cappellata assurda dire che le bombe venivano usate per uccidere i civili indifesi…

    Qual è la fonte del filmino?

  7. squitto says:

    nella parte più scura a sinistra, dove c’è quella specie di ansa del fiume, per capirsi, quella dove dite che non sarebbero le nuvole a fare ombra: è una zona a scarsissima densità di abitazioni, pare una zona coltivata; perché avrebbero dovuto bombardarla e incenerirla in quel modo? e ancora, non è incenerita perché gli alberi sono tutti in piedi e si distinguono chiaramente. Per il resto, è tutta la notte che me la guardo, sta foto, e lo confesso, non ci capisco quasi niente. Chiedo venia.

  8. utente anonimo says:

    Sarò di parte ma io non ho ancora capito una cosa:

    1) i corpi sono neri e bruciati perchè il fosforo ha reagiro con le cellule.

    2) i vestiti sono pochissime volte bruciati e nella maggior parte delle volte intatti, cosa che confermerebbe che è stato usato un agente chimico (per la precisione fosforo bianco…che a contatto con l’aria brucia come i fiammiferi se non meglio…mandero una gif a wellington a riguardo)

    3) nel video rai si mostra l’immagine di fallujah annerita e bruciacchiata come avrebbe potuto fare solo il fosforo che brucia all’aria.

    4) i cani non hanno minimamente gli stessi effetti degli uomini(combustione nè il pelo annerito nè bruciature….sono semplicemente morti).

    5) il terreno attorno ai corpi non è in genere annerito come la città di fallujah.

    Ma queste differenze a voi sembrano sensate?!

    Johnny Winter

  9. Bisqui says:

    Eugenio,

    la fonte è citata nel primo frame. E’ una fonte governativa, il gruppo d’indagine è misto Irakeno-alleati.

    Squitto,

    correttissimo, sono campi coltivati. Srano che dei campi abbiano lo stesso colore di una città bruciata vero?

    Jonny,

    Le documentazioni servono per far funzionare la testa. Hai mai visto un corpo in putrefazione? Trova una foto dello tsunami e confrontala con quelle di Falluja.

    Documentati sul fosforo, esso non brucia in aria, Fà una fiammata e finisce lì, una fiammata non brucia.

    I cani. Appunto, da dove è penetrato il fosforo per ucciderli? E perchè le parti di pelle esposte (ciscinetti) non sono bruciate?

    Tutto fuori senzo, costruito e neanche tanto bene.

  10. caposkaw says:

    Caro Bisquì, il tuo richiamo alla definizione di bomba incendiaria è magnifico come al solito… ma siamo sicuri che lo capiscano? dato che confondono fuffa in inglese con conferme alla loro fuffa cerebrale?

    un mau fuffoso

  11. Ulteriore osservazione: se il fosforo “brucia la pelle ma non i vestiti”, ma allora come c@##o fa a bruciare i palazzi? Qui si va nell’esoterico…

    Inoltre: “di filmati di decapitazioni ne è pieno il mondo”??? Ma quale mente bacata può banalizzare il fatto che degli esaltati assassini decapitino la gente e si filmino pure mentre lo fanno??

    Come se poi tra l’altro i decapitatori non fossero tutti amici o alleati degli ottimi terroristi che “difendevano” Falluja, se non addirittura personalmente loro stessi…

    Siamo al delirio…

    Hermes

  12. Johnny,

    Il fosforo non “reagisce con le cellule” ma una fiamma al fosforo brucia, come ogni altra fiamma – e brucia anche i vestiti. Fai il confronto con una vampata di GPL, per esempio: il calore di questa puó causare ustioni ed incendiare i vestiti.

    Il fumo del fosforo poi non annerisce, perché é proprio bianco. Annerimenti e fuliggine sono tipici dei composti contenenti carbonio.

    Certo Cazzidui, quando una cittá é assediata la risposta naturale dei suoi difensori é quella di torturare a morte tutti quelli che non sono abbastanza religiosi, oppure di un’altra tribú. Come ho fatto a non pensarci prima?!

    FabioC.

  13. Bisqui says:

    CiaoHermes :-), ciao FabioC :-).

    Scusatemi ma oggi è una giornataccia ed ho pure finito la banda giornaliera, questo significa che il mio sito è stato visitato oltremisura. Spero solo che i documenti siano stati letti con attenzione e che siano serviti ad aprire qualche occhio.

    Fabio, in particolare volevo aggiungere un’altro documento interessantissimo, significa che ti avvertirò quando potrò trasferire 2 bit sul mio sito.

  14. Hermes, di filmati di decapitazione è oggettivamente pieno il mondo. Molti sono falsi (ricordo il caso di quel tipo che per un mese ha fatto finta di essere stato sequestrato e sgozzato in iraq, e nessuno si era accorto del falso…), molti no. Opera di Al Qaeda, non dei resistenti. Nessun terrorista difendeva (senza virgolette) Falluja. Falluja è ancora nelle mani della gloriosa resistenza che ricaccerà lo straniero invasore.

    FabioC, non mettermi in bocca cose che non ho detto. Una città assediata fabbrica bombe, missili e ricava depositi di armi che serviranno per continuare a combattere casa per casa contro l’esercito più tecnologizzato del mondo. Nessuna tortura è stata perpetrata, da parte di una maggioranza sunnita – notoriamente LAICA – contro quelli che non sono abbastanza religiosi, se non nella tua testa.

  15. Ho confrontato, Bisquì, e le zone annerite coincidono perfettamente con quelle indicate dalle mappe degli attacchi, ossia i quartieri di Al-Askari ed Al-Golan (o Julan, dipende dalle traduzioni) che maggiormente subirono danni dall’attacco americano. Non so dove avevo trovato una sorta di animazione che spiegava passo passo le fasi della battaglia, ora lo cerco, e i movimenti principali si ebbero proprio dal lato ovest (l’ansa del fiume, i campi e gli alberi non fanno testo, innanzitutto sono molto più scuri di loro, comepresto vedrete su delle imamgin che ho reperito, e poi mica è stato usato solo e ovunque Wp) e da quello nord e nord-est (quindi credo siano la parte sinistra e lo spigolo destro in alto dell’immagine della città). Comunque ho trovato anche io delle immagini satellitari parecchio interessanti, appena posso le comparo.

    Inoltre, riguardo all’aggiunta delle frasi tratte dal protocollo III del trattato del 1980 (che tra l’altro avevo già analizzato nel mio articolo su Freeiraq) ti riporto il parere di Peter Kaiser, portavoce dell’ agenzia dell’ Onu sul divieto di uso, produzione e stoccaggio di armi chimiche: “No, il fosforo bianco non è proibito dalla convenzione sulle armi chimiche nel contesto delle operazioni belliche, purché non si faccia ricorso a tale sostanza per le sue proprietà tossiche. Un esempio: il fosforo bianco normalmente è utilizzato per produrre fumogeni che mascherino i movimenti e questo è considerato un uso legittimo nel rispetto della convenzione. Ma se le proprietà tossiche o caustiche del fosforo bianco vengono utilizzate come un’arma, allora è proibito. La convenzione è infatti è strutturata in modo che ogni elemento chimico che venga usato contro l’uomo o gli animali che provoca danni o la morte a causa delle proprietà tossiche è considerata un’arma chimica. Quindi non importa di quale sostanza si parli, ma se lo scopo è quello di causare danni con le proprietà tossiche, allora è un comportamento proibito.”

    Grendel se leggi nota bene: non dice Civili o Soldati, dice esseri umani, uomini, è diverso.

    Ciao

    Giulio

  16. utente anonimo says:

    Giulio,

    “ti riporto il parere di Peter Kaiser” intanto è un parere. Quello che è scritto non è un parere e come tale non cambia secondo le necessità. Quello che è stato firmato dalle nazioni del mondo e con il beneplacito dell’ONU è quello che stà scritto nel trattato.

    poi tutti noi abbiamo opinioni ma questa è un’altra cosa. Se l’ONU ha dimenticato qualcosa nel trattato, che si assuma le sue responsabilità.

    In ogni caso, dopo la scoperta del dilagare della corruzione all’ONU, io non me la sentirei di prendere per oro colato le opinioni di un qualsiasi “corrotto” tipo padre benjamin…a buon intenditore poche parole…

    Comunque nel testo c’è anche scritto “(i) Munitions which may have incidental incendiary effects, such as illuminants, tracers, smoke or signalling systems;” se te la vuoi aggiustare, accomodati ma nè tu nè tantomeno la rai potrete dimostrare che il WP è stato deliberatamente usato contro esseri umani.

    Questo è il succo. Non si può dimostrare l’intenzionalità e tanto meno si può dimostrare che il WP sia un’arma chimica o di distruzione di massa.

    Appena il mio server sarà disponibile pubblicherò ricerche di laboratorio che affermano che il WP non è nocivo per inalazione, riportero tutti gli esperimenti fatti sugli animali e tutta l’esperienza fatta in campo industriale dalla scoperta del fosforo bianco fino ad oggi.

    Anzi ti anticipo una cosa, in 12 anni sono morte solo due persone per l’inalazione dei fumi di WP, il fatto è avvenuto in una fabbrica di fuochi artificiali e fiammiferi (pericolosissime armi di distruzione di massa) ed i referti medici (io si che li pubblicherò, non la rai) riportano che il decesso non è completamente ascrivibile al WP.

  17. Va bene Cazzidui,

    Per te é naturale ed inevitabile che i resistenti in una cittá assediata cerchino di difendersi in ogni modo. Ma allora é pure naturale ed inevitabile che gli assedianti usino ogni mezzo per sconfiggere la resistenza. Se provi a sostenere qualcosa di diverso, significa o che sei stupido o disonesto.

    Poi la tua visione romantica dei nobili e laici ribelli sunniti, soltanto macchiati da qualche sporadico jihadista, e piuttosto ridicola. Ci sono state alleanze fra al-Quaida ed i sunniti/bahatisti; per un certo periodo Fallujah era stata dichiarata “califfato” eccetera… ma evidentemente questi fatti non hanno posto nel tuo schema mentale.

    FabioC.

  18. Ovviamente… oh, se anche gli americani non avessero usato mk77 sulla città poco cambierebbe, dato che sono entrati in città con un arsenale come non veniva impiegato tutto insieme da decenni.

    Non so nulla delle alleanze Al Qaeda-bahatisti, ne’ di un califfato di Falluja. Potresti fornirmi documenti?

  19. Tanto per cominciare Keiser (non Kaiser) dice anche che il WP è proibito se i suoi effetti incendiari vengono utilizzati in maniera offensiva…e si sbaglia.

    Perchè nella Convenzione sulle Armi Chimiche c’è scritto “Incendiary agents such as napalm and phosphorus are not considered to be CW agents since they achieve their effect mainly through thermal energy”.

    Per quanto riguarda gli effetti del fumo di WP, quello che c’è scritto nella Convenzione è che se si utilizza una sostanza chimica per ragioni offensive si viola la Convenzione. Io immagino che tale articolo pensasse, che so, al lanciare acido solforico liquido sul nemico, non credo si riferisse ai fumogeni.

    Anzi nella Convenzione sui fumogeni si dice: “Certain types of smoke screen may be poisonous in extremely high concentrations but, nonetheless, smoke ammunition is not classed as a chemical weapon since the poisonous effect is not the reason for their use.”

    Il fatto che poi nello “shake&bake” si utilizzasse il fumo di WP (o il come WP incendiario) per stanare il nemico potrebbe anche essere una violazione, tra l’altro di poco conto, ma mi sembra molto cavilloso.

    continua

    Wellington

  20. Il fatto è che Rainews sta invece utilizzando la dichiarazione di Keiser per sostenere la tesi che il WP è effettivamente un’arma chimica se lo si utilizza per stanare il nemico col fumo, il che è solo un abile gioco di parole.

    Nella stessa Convenzione viene proibito l’uso del gas lacrimogeno in guerra, a meno che non si tratti di sedare una rivolta (parlando di cavilli), ma chi sosterrebbe seriamente che il gas lacrimogeno, usato da tutte le polizie del mondo, è un’arma chimica se venisse utilizzato contro truppe nemiche?

    Tra l’altro il fumo di Wp è probabilmente meno intossicante di un gas lacrimogeno come il CS.

    Se nello “shake&bake” si fosse usato un normale fumogeno (non WP) si potrebbe parlare di “guerra chimica”? Andiamo…

    Wellington

  21. Infine difendendo allo spasimo l’assurda affermazione iniziale che il WP è “un’arma chimica” allo scopo di non rimediare una figuraccia, Rainews24 si sta di fatto incartando da sola. Perchè se il WP è un’arma chimica solo se usata come fumogeno allora non può aver fatto “stragi” di sorta, perchè il fumo di WP non è letale in nessun modo.

    Wellington

  22. Infine, tanto per essere chiari una volta per tutte, questo è il sito dell’organizzazione di Keiser e della Convenzione sulle Armi Chimiche.

    http://www.opcw.org/index.html

    Vai a “Chemical Weapons Protection and Assistance—What is a Chemical Weapon—Types of chemical weapons—Nerve Agents” e poi “Mustard Agents”, e poi “Hydrogen Cynide”, e poi “Arsines”, e poi “Psychtromimetic Agents”, e poi “Toxins”, e poi “Potential Chemical Weapons” e poi “History of chemical weapons” e vedrai che il wP non è contemplato da nessunissima parte. In tutta la Convenzione c’è solo quel cavillo un po’ traballante di cui parla Keiser.

    Wellington

  23. musicisti says:

    ma qui si continua a parlare di cavilli e convenzioni e trattati. ma io vorrei sapere, quanti civili inermi sono stati uccisi deliberatamente a fallujia?

    sottolineo deliberatamente.

    qualcuno pagherà per questo?

    chi sa se quacuno, mentre li massacrava gli spiegava il cavillo degli americani che fanno quel c+++o che vogliono, tanto nessuno ha il coraggio di dire o fare qualcosa.

    sono sempre il maggiore possessore ed utilizzatore di armi di distruzione di massa del pianeta e hanno già dimostrato ampiamente di seperle usare.

    meglio non metterseli contro.

    shalom.

  24. squitto says:

    quanti curdi inermi sono stati gassificati con un’arma chimica vera e propria ai tempi, o non eri ancora nato?

    ooops scusa non avete dimestichezza e io non posso spiegarvi niente perché la mia chimica è di destra, ed è brutta e cattiva.

    Cavilli? Trattati? Quindi per te qualunque trattato o convenzione è carta igienica? Sai esiste un mondo di fantasia e un mondo reale, normalmente quando ci si sveglia la mattina e si mettono i piedi in terra il mondo dei sogni si allontana…

    Al salaam

  25. musicisti says:

    meglio sognare bellezza, meglio sognare.

    questo mondo di trattati violati ogni giorno secondo le convenienze non mi piace.

    preferisco un mondo fantastico dove non esistono trattati perchè non ha bisogno, perchè l’occidente meraviglioso e opulento sfama i 6 milioni di bambini che muoiono di fame tutti gli anni e questi vivono, mette al bando le armi di distruzione di massa cominciando da se stesso, lascia libera di sbagliare una città che non accetta la sua civiltà piuttosto che conquistarla con l’inciviltà.

    sogno?

    e lasciami sognare.

    pace a te.

  26. grendel00 says:

    Io e Bisqui abbiamo già fatto notare che non c’è nessuna prova che quelli fossero veramente civili inermi, anzi uno dei cadaveri indossa una “tactical vest” un giubbotto-portacaricatori. Molto, molto poco civile.

  27. “ma qui si continua a parlare di cavilli e convenzioni e trattati. ma io vorrei sapere, quanti civili inermi sono stati uccisi deliberatamente a fallujia? sottolineo deliberatamente.

    qualcuno pagherà per questo?”

    Questa è un’ottima domanda.

    “sono sempre il maggiore possessore ed utilizzatore di armi di distruzione di massa del pianeta e hanno già dimostrato ampiamente di seperle usare”

    Questa invece è un a cazzata e dimostra la tua incompetenza in materia. Gli USA hanno aderito alla CWC e stanno distruggendo il loro arsenale di armi chimiche come tutti gli altri paesi. Inoltre, al contrario di Saddam Hussein, non le hanno mai utilizzate.

    Wellington

    PS: qui quelli che cavillano sono i tizi di Rainews24, con i loro documenti declassificati e i loro Peter Keiser, perchè non te la vai a prendere con loro?

  28. musicisti says:

    e nessuno credo abbia mai detto che ci fossero solo civili inermi.

    tra l’altro mi ricordo i comizi del “santone” prima della battaglia, non mi pareva neanche lui un civile inerme. che la città fosse piena di esaltati e che se la sono cercata è fuori dubbio. non per questo andava presa una città abitata con ogni mezzo. sopratutto per chi dice di portare democrazia e libertà, non si può permettere, a mio avviso, di fare certe stragi di civili.

    il tempo gli avrebbe dato comunque ragione, la strage per me è stata inutile, barbara e controproducente.

    si farebbe più bella figura ad ammettere l’errore . ma bush, francamente, non mi sembra il tipo da ammettere un errore, è troppo preso da se e probabilmente, concedimelo e non ti arrabbiare, troppo stupido.

    pace a te.

  29. “ma qui si continua a parlare di cavilli e convenzioni e trattati. ma io vorrei sapere, quanti civili inermi sono stati uccisi deliberatamente a fallujia? sottolineo deliberatamente.

    qualcuno pagherà per questo?”

    Questa è un’ottima domanda.

    “sono sempre il maggiore possessore ed utilizzatore di armi di distruzione di massa del pianeta e hanno già dimostrato ampiamente di seperle usare”

    Questa invece è un a cazzata e dimostra la tua incompetenza in materia. Gli USA hanno aderito alla CWC e stanno distruggendo il loro arsenale di armi chimiche come tutti gli altri paesi. Inoltre, al contrario di Saddam Hussein, non le hanno mai utilizzate.

    Wellington

    PS: qui quelli che cavillano sono i tizi di Rainews24, con i loro documenti declassificati e i loro Peter Keiser, perchè non te la vai a prendere con loro?

  30. squitto says:

    sul mondo sfamato secondo le convenienze chiedi ai dittatori che stremano il proprio popolo. Sono più colpevoli di noi; per sfamare i bambini di cui parli cerca di essere più obiettivo e di valutare senza cadere nel partito preso. Vedrai mondi che non avevi pensato possibili.

    Noi (dato che Voi avete posto questa contrapposizione) non siamo oschi sadici che si divertono a vedere gente che si contorce dalla fame e nella miseria, domandati VERAMENTE chi li riduce così. Vai oltre.

    Break on through to the other side…

  31. musicisti says:

    sono d’accordo sui dittatori, ma non tutti i paesi africani sono sotto dittatura e di solito le dittature africane sono state messe li da qualche paese occidentale, magari europeo. io non conosco il metodo preciso e scentifico per arrivare a sfamare tutti i bambini del mondo, una cosa però la so: la guerra in iraq finora è costata 220,000,000,000 di dollari. che ne dici, se ne facevano di cose, anche per l’iraq.

    mi piacerebbe molto vedere mondi che non avrei mai pensato possibili. lo auguro anche a te.

    a wellington:

    secondo me questi trattati e convenzioni tipo il cwc sono stati scritti appositamnte per essere violati.

    non mi fido,scusa. abbi pazienza.

    ci possono raccontare quello che vogliono.

    ps. francamente squitto io non ti avevo messo tra i voi, nel senso di quei bastardi affamatori. ti mettevo tra i noi nel senso di facciamo qualcosa per loro. o facevi altre differenze? tipo destra e sinistra? io no francamente, non la vedo in italia la destra affamatrice di bambini, la vedo più affamatrice di genitori. …battutaccia.

  32. squitto says:

    io non so cosa faccio per loro, non so se faccio, e non so se NON faccio.

    Evito però di fare ciò che altri mi dicono di fare adducendo che questa è la manovra vincente tout court; ora, in questi post e commenti passo per cieca americanista e quindi guerrafondaia, perché questa è la vostra equazione, e invece ti stupirò, non è così; il senso critico che tanto viene sbandierato dalla parte Vostra (mi tocca usare questo pronome per ristrettezza di termini e di spazio, mi scuserai) da altre parti viene esercitato senza troppa pubblicità; a me oggi (anzi è ormai ieri) è stato detto, in pratica, che non sono qualificata a descrivere gli effetti di un’arma chimica in quanto sono di parte; ti ricordo che la mia preparazione è nel campo scientifico-medico-biologico, e la mia presa di posizione ha delegittimato a priori un possibile mio intervento su ciò di cui si sta parlando. Io non conosco la verità su Falluja, però ho letto, criticamente, tutti i documenti di cui son venuta fortunatamente in possesso. E ho una mia opinione.

    Strano, ma vero. Ovviamente la mia opinione sarà mediata dalla mia preparazione, dalla mia cultura, dalle mie esperienze di vita. Tutto ciò mi porta a propendere per il fatto che quel documentario è una bufala demagogica.

    Ai posteri.

  33. musicisti says:

    mettiamo che il filmato sia una bufala.

    secondo quello che hai criticamente letto, che cosa è successo a fullujia?

    a questo punto un’idea te la sarai fatta.

    mi piacerebbe sapere anche se secondo te gli americani si sono comportati in maniera ineccepibile.anche su questo se hai letto criticamente i documenti, avrai un’opinione.

    mi interessa.

    alla notte.

    peace.

  34. squitto says:

    cercherò di riassumere, se l’ora tarda riuscirà a concedermi una residua lucidità.

    Le obiezioni che a falluja siano state usate armi chimiche sono da rigettare in pieno. I documenti che spiegano cos’è un’arma chimica e cosa non lo è sono stati ampiamente riportati e sviscerati. Il fosforo non è un’arma chimica. Il fatto che sia tossico se, se, se, eccetera, non ne giustifica la classificazione come tale. Anche il monossido di carbonio è tossico eccome se lo è, ma un sacco di gente si riscalda ancora con quelle stufette del neolitico che ogni tanto fanno brutti scherzi. Armi chimiche?

    Nel servizio di rainews è stato composto quello che io definisco “stufato irlandese”, non per riferimento all’Irlanda in sé (Dio me ne guardi!) ma come citazione da Jerome K. Jerome.

    In sostanza, una politica del: mettiamoci dentro di tutto, che così i bambini fanno ohhhh.

    Le armi chimiche appartengono a varie categorie ma sostanzialmente non sortiscono gli effetti riportati nel documentario.

    Vescicanti, anticolinesterasici, e compagnia bella hanno azione sul sistema nervoso e sul sistema respiratorio, e non carbonizzano né anneriscono un bel nulla. La gente schiatta in preda a convulsioni da iperattività del sistema nervoso parasimpatico, e non si annerisce affatto, muore così com’è, fatti un infuso di fisostigmina e vedrai che l’effetto è paragonabile.

    Io ho un approccio scientifico, e continuo ad averlo, anche se ho scoperto (senza meraviglia) che non è gradito.

    Alcune immagini del filmato sono totalmente inconsistenti con quanto relazionato. Ripeto quanto già detto. Il fosforo viene utilizzato come componente degli illuminanti, capita che qualche scoria cada su qualche disgraziato, pure nei razzi di segnalazione in mare e nei fuochi d’artificio. Ovviamente quello si scotta. Questo fenomeno non assume mai le dimensioni di una decantata strage.

    I corpi che si vedono nel filmato non sono bruciati; la carbonizzazione dei tessuti anatomici non può risparmiare i vestiti (di fibra animale, lana, vegetale, cotone-lino, sintetica peggio che mai) che li riveste, a meno di non ipotizzare l’uso di un dispositivo a microonde che risparmia tutto ciò che non contiene molecole di acqua in sospensione al proprio interno.

    Ciò che appare come carbonizzazione, a fronte della permanenza di abiti intatti, dev’essere perciò frutto di processi diversi dall’ignizione, e il più probabile di questi è la putrefazione.

    La foto di falluja postata da Bisquì mostra zone di ombra che possono apparire come zone devastate, ma all’ingrandimento si vedono alberi vivi e vegeti.

    I cani potrebbero essere morti per conto loro e poi filmati ad hoc. I cani non sono inceneriti come gli umani, i cani sono morti ma intatti = ergo = I cani non significano niente.

    Il fosforo non incenerisce i corpi lasciando bello chiaro il terreno; per incenerire un corpo col fosforo (data la temperatura che richiederebbe) tutto intorno dovrebbe essere un disastro di fuliggine. Mi domando se non ci sia un metodo meno incasinato del fosforo per fare questo. Se tutto ciò fosse stato contaminato dal fosforo DAVVERO e in doso massicce farebbe luce di notte, La fa? Non lo so. La scuola di Beslan la fa. Prendere o lasciare.

    In sintesi: io non so cos’è successo a Falluja, ma ho buoni appigli per dire che il documentario è pieno di stupidaggini. E di sicuro data l’ora ne ho dimenticate a palate.

    Mi scuserete.

  35. utente anonimo says:

    Buongiorno a voi,

    Squitto,

    Buongiorno sopratutto a che mi ha sostituito egregiamente guadagnandosi una menzione particolare.

    Squitto vorrei che tu partecipassi alla squadra, ti mando subito l’invito e i documenti che vorrei postare, mi interessa la tua opinione sugli esperimenti di laboratorio

    Wellington,

    Grazie dell’intervento

    Grendel,

    Grazie pure a te, spero ti sia passato il mal di testa.

    Fabio,

    Tu sei un ingegnere chimico mi sembra,vorrei che tu leggessi i documenti che posterò, in anteprima. Provo a mandarteli

    Ragazzi dovete aspettare un attimo perchè non posso accedere al mio server perchè lycos mi ha bloccato l’accesso.

    Io parlo con i fatti e qualsiasi cosa dico o mi riferisca è sempre documentata, quando potrò, risponderò a tutti.

  36. caposkaw says:

    Cara squitto, la tua esposizione FA la differenza tra realtà e fanatismo…

    tu sei dalla nostra parte (in questo caso, ovvio noi non abbiamo sempre ragione!)

    un mau estasiato

  37. ephrem says:

    Ecco che Musicisti, prima dice che gli americani hanno commesso crimini di guerra, adesso messo alle strette chiede a Squitto se: “gli americani si sono comportati in maniera ineccepibile”

    Volete mettere la differenza sostanziale tra le due affermazioni?

    MA ca@@o, é pur vero che i “resistenti/terroristi” iracheni loro sì, che si comportano in maniera ineccepibile: autobombe ai mercati, negli ospedali, nelle moschee sciite, durante festeggiamenti matrimoniali, davanti alle file di giovani che vorrebbero arruolarsi, negli alberghi d’Egitto, Giordania, (perché se tu non l’avessi capito della stessa guerra si tratta), e da parte di soldati americani é una vergogna che di fronte a tanta lealtà guerresca ci si lasci trasportare a comportamenti criticabili.

    Ma Musicisti una domanda, di che cosa stiamo parlando delle olimpiadi?

  38. squitto says:

    Per come la vedo io, nella discussione su falluja vanno distinte due questioni che sono separate.

    La prima, riguarda i fatti in sé e l’analisi tecnica dei documenti reperibili (e questa non si fa con la filosofia o con la dialettica, ma solo con un approccio scientifico; chi non ha adeguata preperazione in materia ascolti, valuti, studi, ma eviti di fare obiezioni inconsistenti e ridicole; se di una cosa non si sa niente, è l’occasione giusta per imparare);

    il secondo punto è invece la veridicità dal documentario; perché se il docimentario è tarocco non è solo una questione di fosforo si fosforo no e corpi così o corpi cosà, bensì di diffusione proditoria e volontaria di informazioni scorrette alla TV nella fascia di maggior ascolto, fatto che esita comunque in un’azione chiaramente propagandistica spacciata per “dovere di informazione”; ora sta stabilire se questo sia avvenuto per ignoranza pura (il che è anche probabile) o in malafede (probabile anche questo…). A parte il giro di affari che sta dietro la corsa all’audience-a-tutti-i-costi-abbiamo-fatto-lo-scoop, mi domando quanto in fin dei conti sia finito nelle tasche di qualcuno (un nome a caso, della Sgrena) che prima non se la musava nessuno e ha trovato il modo di farsi un bel po’ di pubblicità…

    Ripeto: e i bambini fanno OOOHHHHH

  39. squitto says:

    Eugenio, visto che altrove (nel blog di Tisbe) ieri mi è stato detto che io non sono qualificata a dare spiegazioni sulle armi chimiche perché la mia spiegazione scientifica sarebbe di parte e lei non ritiene di doversi quindi fidare di quello che direi, perché io dovrei fidarmi di un documentario scaturito dai deliri di una giornalista del manifesto?

  40. squitto says:

    rileggendo indietro mi sono accorta di una affermazione fatta da Chiodo al commento uno:

    A me ’sta storia del banco di nubi mi sembra un poco tirata per i capelli… anche perchè per avere un’ampiezza così vasta la foto deve essere stata scattata da una notevole altitudine, ecc.

    Mi pare che non si sia proseguito in questo senso, comunque la foto non è stata presa tutta insieme; si notano chiaramente le “suture” dei vari pezzi; è una foto aerea, le nubi sono sopra.

  41. ephrem says:

    Cazzierazzi, se io sono un resistente e c’é gente che si fa saltare in aria in mezzo ai miei concittadini, non lì lascio sicuramente fare, se non lo faccio sono necessariamente complice o connivente con i suoi atti, ergo i terroristi ed i “tuoi” resistenti sono indubbiamente alleati e agiscono CONCORDATAMENTE. Se non lo sono, come affermi tu sono doppiamente colpevoli, poiché se ne infischiano delle stragi QUOTIDIANE di civili, loro sì, inermi ed indifesi. Non ho la memoria corta, ma tu stesso mi hai dato le prove INCONFUTABILI, che costoro sono fedelissimi di Saddam Hussein. Per cui questi sono semmai irriducibili del regime. Poi come ho già avuto modo di dirti, tu chiamali come vuoi, non me ne puo’ frega’ de meno, io li chiamo terroristi e basta.

  42. Musicisti:

    “non tutti i paesi africani sono sotto dittatura”.

    Tutti quelli dove si muore di fame e di AIDS si (coincidenza) come lo Zimbabwe, ad esempio.

    “di solito le dittature africane sono state messe li da qualche paese occidentale, magari europeo.”

    Leggiti il mio post su Mugabe (il dittatore dello Zimbabwe)

    http://grendelfromthemoor.splinder.com/post/5644317

    e considera che quasi tutti i movimenti di “Liberazione” africani da cui sono sbocciate dittature sanguinarie (ZANU, ZAPU, SWAPO, MPLA, APLA, FRELIMO…) sono di ispirazione sovietica o maoista.

    Questi trattati e convenzioni sono stati scritti per essere violati dai dittatori, come è stato ampiamente dimostrato dai fatti.

    Facciamo qualcosa? Si, leviamoci dalle palle dittatori, presidenti a vita, generalissimi, sultani, ayatollah, e tirannucci vari. Vedi come cambiano le cose.

    Grendel costretto a usare IE.

  43. Anche i democratici esiliati da Saddam sono da considerare fedelissimi di Saddam?

    Ti avevo spiegato piuttosto educatamente come la resistenza ripudi gli attentati di Al Qaeda. Non è comunque cosa da poco fermare un kamikaze: non ci riescono neppure gli americani…

    Se tu li chiami terroristi sei in errore, dato che il terrorismo colpisce deliberatamente la popolazione civile, cosa che la Resistenza condotta dal glorioso Partito Arabo Socialista Al Baath non fa.

  44. ephrem says:

    Cazzidui é inutile che ripeti quello che mi hai già detto, le tue fonti, i tuoi rirefimenti li ho letti, ne abbiamo già parlato, ma cos’é hai ingoiato una cassetta? Il tuo dal glorioso Partito Arabo Socialista Al Baath é il partito di Saddam Hussein per cui fine della discussione, tu sei un filosaddamista cazzi tuoi, io sono anticomunista e non posso certo sposare le tue tesi, fine della discussione.

  45. Tanto il Glorioro Partito Arabo Socialista Al Baath coordinerà gli altri partiti patriottici iracheni e li guiderà fino alla cacciata dell’invasore dai sacri confini della Mesopotamia =)

  46. squitto says:

    a me parete tutti matti… :)))

    wellington: non saprei dirti; a me non sembra satellitare, certi particolari sono troppo evidenti; comunque non sono un’esperta e posso sbagliarmi.

    infine, ho deciso di adeguarmi e sto preparando un post anch’io su questa storia delle armi chimiche non chimiche e palle varie, sto spulciando un po’ di testi, sarà una ripetizione, almeno in parte, ma tant’è…

    a presto

  47. Bisqui says:

    Non è satellitare, scorrendo lungo i bordi si notano le incollature dei diversi scatti fotografici.

    Rimpicciolemdo l’immagine si vede chiaramente che non è satellitare perchè la superficie è tipicamente distorta dall’orizzonte.

    Per chi non lo sapesse l’orizzonte non è dritto ma curvo!

  48. Bisqui says:

    Wellington e gli altri. Ormai per questo mese il mio sito sarà inaccessibile.

    Gli accessi sono stati così tanti che è stato consumato il bonus di banda.

    Dovrò comprare uno spazio web, almeno le informazioni saranno sempre accessibili.

  49. Beh, almeno abbiamo appurato un’altra cosa: non è una foto satellitare.

    Squitto, io amo venire sul tuo blog solo per la canzone di sottofondo, figurati se scrivi un bel post su “il ritorno delle bufale viventi”.;-)

    Se hai bisogno di links fammelo sapere.

    Wellington

  50. ATTENZIONE! Scusate l’irruzione ma ho una novità: in un’intervista a un giornale americano Jeff Englehart (l’ex-soldato intervistato da Rainews) sostiene che le sue dichiarazioni sono state montate ad arte e prese fuori contesto.

    Secondo Englehart, quello che lui diceva era di aver visto vittime tra i civili in Iraq, Rainews l’avrebbe montato per farlo suonare come “a Falluja”. inoltre Englehart adesso sostiene di non aver mai visto nessun cadavere bruciato a Falluja, per quanto mantenga di aver sentito per radio che era stato usato il fosforo bianco e che egli ipotizza soltanto che esso abbia ucciso dei civili.

    http://www.denverpost.com/ci_3228977

    Wellington

  51. musicisti says:

    ciao squitto, scusa ieri ho commentato, ho chiuso il mac e sono andato a dormire. maleducatissimo. ti rispondo sul tuo blog.

    pace.

    hei ragazzi, cercate di convincermi che a fallujia non è successo niente, perchè ancora non ci siete riusciti.

    pace a voi.

  52. grendel00 says:

    A Falluja c’è stata una battaglia, ed è sucesso quello che succede nelle battaglie. Nulla di meno. Nulla di più (no, non c’erano i klingon con i raggi neutronici).

  53. squitto says:

    volendo polemizzare, non ne sarei così sicura, come il buon vecchio Lorenz ci insegnò riguardo a spinarelli e colombe; comunque per carità stiamo zitti che sennò non si finisce più. Tisbe, la tua considerazione è di una banalità sconvolgente.

    Buona giornata.

  54. Edmund says:

    Bella discussione.

    Bisquì se vuoi spazio e banda perchè non vai su altervista.org, quando superi quello che ti danno gratuitamente,che è tanto, puoi aumentarlo con pochi euro.

  55. utente anonimo says:

    Edmund,

    fatto come suggerito da te. Ora mi dò da fare.

    Riesci sempre a leggere, si?

    Spero di si

  56. Edmund says:

    Si adesso ti leggo bene, anche se ieri se ti aprivo con firefox mi si bloccava, poi c’e la faccenda del popup che mi pare siano spariti, il mio sistema si incazza molto con i popup, quindi se ti suona alla porta un tizio con il fisico di Swarzy il cervello della Lecciso ed il carattere di Vanna Marchi è il mio Firewall che è venuto a disintegrarti il computer.

    🙂

  57. musicisti says:

    ma veramente, a fallujia c’è stata una battaglia? grazie grandel, no perchè si stava quasi arrivando alla negazione di questo fatto, tra una foto e l’altra. dunque, c’è stata una battaglia, interessante. e sapete anche dirmi come si è svolta questa battaglia? vista l’enorme documentazione in vostro possesso immagino abbiate almeno una minima idea della situazione antecedente alla battaglia, durante la battaglia, e dopo la battaglia. per me sarebbe interessante saperlo perchè finora non l’ho capito dai vostri commenti e francamente neanche dal servizio della rai. mi illuminate? ..senza fosforo, please.

    pace a voi.

  58. ephrem says:

    Musicisti relativamente alle tue “seghe” mentali: “no perchè si stava quasi arrivando alla negazione di questo fatto…” qui nessuno ribadisco nessuno si é mai sognato di mettere in dubbio che a fallujah ci sia stata una battaglia.

    Quello che stiamo contestando é il modo in cui RaiNews24 ha volontariamente distorto i fatti per farne uno scoop dai piedi di argilla.

  59. musicisti says:

    e no amico, non te la cavi così. io ho chiesto delle cose che per me non sono chiare , se tu non le sai dillo, ma stavolta il servizio della rai non c’entra. non puoi dar contro un servizio che io stesso ho ammesso non mi ha convinto per non rispondere. com’era la situazione nell’immediato della battaglia. come è stata la battaglia . la situazione dopo la battaglia.

    se queste ti sembrano seghe mentali, è ora che te ne fai qualcuna anche tu,oppure rispondi con fatti. io con gli innumerevoli documenti, foto e decine di commenti ancora non ho capito cosa è successo veramente.

    ripeto, illuminatemi.

    shalom.

  60. squitto says:

    … e non ho finito.

    Qua si parla di FATTI, altrove di CHIACCHIERE. Qua stiamo cercando di analizzare i FATTI e non dare giudizi più o meno moral-filosofico-trendeggianti-politici e palle varie.

    Il post è altamente tecnico. Io non ero a Falluja e nemmeno tu. L’unico modo per cercare di capire cosa sia accaduto è analizzare quei documenti che da bravo idealista ti fanno tanto schifo.

    Hai qualhe contestazione SCIENTIFICAMENTE congrua da fare, o no? In questo secondo caso, sai, senza offesa, ma avremmo da fare.

    IO NON SO COS’E’ SUCCESSO A FALLUJA MA UNA COSA LA SO: NON E’ SUCCESSO QUELLO CHE VOGLIONOP FARCI CREDERE (E CHE TU TI SEI PEDISSEQUAMENTE BEVUTO)

  61. musicisti says:

    o ancora ’sta chimica. ho fatto delle domande, perchè non rispondete. che cazzo c’entra la chimica? ripeto:

    qual’era la situazione nell’immediato della battaglia?

    come è andata veramente la battaglia?

    la situazione dopo la battaglia?

    se, dopo la pubblicazione in rete di decine di documenti e foto, ancora non sapete rispondere è probabilmemte per due motivi:

    1. non avete letto e visto tutti i documenti che avete pubblicato.

    2. i documenti non rispondono a queste domande.

    secondo me squitto tu non li hai consultati tutti i documenti , anche perchè bisognerebbe avere un sacco di tempo libero che io per esempio non ho.

    probabilmente qualcuno che li ha visti tutti mi riponderà, tu ormai ho capito che ne sai quanto me, o forse meno.

    peace.

  62. ephrem says:

    A Musicì, fallo funzionare il tuo pc, se hai tanta voglia di avere delle risposte, fai come abbiamo fatto noi, cerca indaga e troverai, il prima, il durante ed il dopo, ti potrai pure fumà una sigaretta per la gioia del risultato. Noi non siamo né giornalisti, né inviati di guerra.

    Ribadisco, nessuno di noi mette in dubbio la battaglia, qui l’argomento é un altro. Se qualcuno in un servizio della televisione pubblica asserisce che siano state usate ARMI CHIMICHE, e persone PREPARATE smontano questo assunto

    in tutti i link che sono stati ampiamente a tua disposizione, argomentando in modo scientifico, e la CHIMICA c’entra poiché l’accusa é di avere utilizzato ARMI CHIMICHE, non puoi venire a spararci una battuta come la tua: “ancora con sta chimica”.

    Vuol dire che non hai capito una mazza.

  63. Bisqui says:

    Squitto,

    io non posso postare le foto, tra quelle che ti ho mandato ce nè una con un civile morto alquale è stata aperta la giacca. Sotto quelle giacca si vedono benissimo delle giberne piene. ti dispiace postarla te?

    Musicisti ti rispondo io,

    A falluja, dei delinquenti si sono fatti scudo di covili. Hanno scavato gallerie che collegavano le case tra di loro, così che potevano spostarsi senza attraversare le trade. Gli americani lo sapevano ed hanno circondato la città per non far scappare i delinquenti. Il governo irakeno ha dato un ultimatum agli abitanti della città, dando un tempo determinato per abbandonarla. Adesso se tu conoscessi i codici militari e le convenzioni sapresti che questa è una legge di guerra che và rispettata. Per farti capire meglio, le condanne per i caduti delle fosse sdeatine non sono state date per i 300 ficilati dai tedeschi ma per i 4 in più che sono stati uccisi.

    Tornando a noi, scaduti ii termini dell’ultimatun, tutti quelli che si trovavano al di fuori delle zone protette potevano essere considerati (civili o no) bersdagli. Unici posti che la convenzione di Ginevra considera protetti sono : ospedali, luoghi sacri, cimiteri.

    Bene, gli amici che tu difendi con tanta verve, non solo hanno obbligato i civili a restare ma hanno combattuto nascosti nei luoghi considerati protetti.

    Ci sono foto, documenti testimoni.

    I civili che sono rimasti nel mezzo dei combattimenti sono vittime dei terriristi, degli assassini che fanno bambole e giocattoli e li riempono di plastico per far saltare in aria bambini e adulti negli ospedali, leggiti gli articoli di rainews.

    Di chi è la colpa? Dei vigliacchi che fiancheggiati da tutta la sinistra non combatte come dei veri uomini ma usano i civili per raggiungere il loro obiettivo. E più ne ammazzano e più strillate e più continueranno ad ammazzarne, siete voi i veri responsabili di quello che succede in iraq.

    Torniamo ai morti, secondo te quanti abitanti c’erano a Falluja prima dei combattimenti? Che ti pensi che è una città come Napoli o Roma o una metropoli del nord America?

    Falluja è una cittadina come un qualsiasi paesino degli appennini. Uno sputo di cittadina di case a due piani.

    I morti che andate cianciando sono il totale da quando è cominciata la guerra, una notizia assolutamente usata e distorta a vostro piacimento.

    Adesso a quella si è aggiunta pure quella dell’invasione della Siria da parte degli USA.

    Insomma Musicisti ti facevo più accorto nel giudicare, evidentemente mi sono sbagliato, anche tu credi alle bugie o sei uno di quelli che le costruisce.

    In ogni caso, nè tu nè io siamo stati lì e non potremo mai dire con esattezza quello che è successo ma possiamo criticare tutte le notizie date per poterci avvicinare alla realtà. Quindi smontata l’ipotesi del filmato della rai si può tranquillamente affermare che lì non sono state usate armi di distruzione di massa, così come si può affermare che i terroristi e i delinquenti non indossano uniformi e quindi è impossibile dire quanti civili in realtà sono stati uccisi, punto.

  64. musicisti says:

    allora ragazzi, proverò ad essere meno provocatorio ma più serio.

    mi sono letto molte cose qui e da mindprison e un’idea me la sono fatta.

    la battaglia si sa come è andata, come dice giustamente grendel, è stata una battaglia. quallo che non si riesce a sapere e invece sarebbe interessante, è cosa è successo poco prima della battaglia. perchè l’esercito di un paese democratico ha deciso di attaccare una città piena di civili. perchè non ha tentato di risolvere la cosa diversamente. perchè la fretta.

    perchè la strage. perchè la battaglia.

    seconda cosa non chiara, anche se sul sito di mind ci sono fotografie al riguardo sconcertanti, la reale situazione della città alla fine della battaglia. i documenti in vostro possesso secondo me non sono chiari.

    perchè è così difficile per i giornalisti documentare fallujia?

    queste sono domande fondamentali anche per capire come mai un filmato della rai che voi definite una bufala, abbia girato le televisioni di tutto il mondo.

    perchè non c’è altro, o poco altro. questo mi fa pensare che qualcosa sia successo e che voi ne sapete quanto me.

    un c+++o.

    un’altra cosa, se la documentazione in vostro possesso è tanto precisa ed esaustiva da affossare completamente il servizio, dovrebbe essere in grado anche, ma secondo me non lo è, di dare delle indicazioni precise di quello che è successo. prima, durante e dopo.

    scusate, ma vi sembra così assurdo il mio ragionamento? non interessa anche a voi sapere la verità? non vi indigna che l’unica indagine giornalistica al rigurdo sia di rai3 e dopo un anno dal fatto?

    shalom.

  65. musicisti says:

    caro Bisquì,

    non difenderti attaccandomi, io sono una persona molto seria, come te, il fatto che sia di sinistra non giustifica il tuo attacco superficiale alle mie idee, evidentememte diverse dalle tue. comunque, la risposta mi basta, è quello che cercavo. resto dell’opinione che si poteva aspettare. gli ultimatum si possono anche rimandare, lo si è fatto tantissimi volte.

    la battaglia è stata cruenta come altre battaglie. niente di nuovo.

    cosa sia rimasto di fallijia e quanti erano i civili, nessuno lo sa. lo accetto ma lo trovo assurdo.

    peace.

  66. musicisti says:

    hei ragazzi, scusate, ma da buon insegnante non resisto a farvi un bel cicchetto.

    Bisquì la materia la conosce bene, gli altri sono tutti rimandati a settembre.

    studiare ragazzi, studiare.

    pace a voi.

  67. Bisqui says:

    Musicisti,

    non si poteva fare, a falluja la gente moriva. Moriva di turture, moriva con la testa tagliata, moriva con un colpo alla testa. Quella città era diventata un covo di briganti. Questa è l’accusa che faccio alla sinistra. Difende ad oltranza la pace dimenticando che per poterci essere pace la gente non deve essere ammazzata.

    Io non ho attaccato te, ho con veemenza esposto la mia opinione nei riguardi del buonismo. Se i medici quando mi curavano le ustioni si fossero fatti impietosire dal mio atteggiamento, oggi non potevo muovere la testa e le braccia.

    Sono d’accordo con te, su questa terra manca la pace, ma per poterla avere io non sono disposto a lasciare il terreno libero ai prepotenti ed agli assassini.

    Se fossi stato al posto di chi ha preso le decisioni probabilmente avrei fatto la stessa cosa e magari anche tu se avessi saputo quello che dovevano subire le persone per bene in quella città.

    Ti devo dire che spesso è con grande dolore che si prendono delle decisioni e non è cinismo se si prendono sapendo che chi non c’entra nulla ci potrebbe rimettere la pelle.

    Una cosa che non è stata sottolineata è che qui si dà la colpa agli americani, quando nei punti nevralgici della battaglia c’erano i soldati dell’esercito irakeno. Gli USA si sono limitati a dare il supporto con quelle armi che gli Irakeni ancora non hanno, l’aviazione sopratutto, i grossi calibri d’artiglieria, le truppe corazzate e quelle speciali addestrate alla ripulitura casa per casa.

    Galluja è stata la prima operazione congiunta delle due forze armate. Voluta proprio dagli americani perchè si sapeva che i terroristi usavano le moschee come scudo. Per evitare un problema religioso, hanno preso una decisione giustissima. E’ stato un bene perchè adesso le forze armate irakene hanno la preparazione per proseguire da soli.

    Non ti offendere, non sono arrabbiato con te, lo sono con tutti quelli che non vogliono vedere cosa succede lì.

    Dopo Falluja sono stati visti altri filmati di gente sgozzata? No, no perchè i tagliatori di testa sono stati eliminati, guardati il link che ho pubblicato e guarda le celle con le pareti piene di schizzi di sangue, guarda le foto degli ostaggi liberati e pensa che in una di quelle celle probabilmente c’è stato anche il povero Baldoni,

  68. Bisqui says:

    Musicisti,

    alla tua @93, è difficilissimo dimenticare le cose che ti fanno male. L’esperienza insegna più di un’enciclopedia e quello che studi lo dimentichi.

    Non dimentichi quello che vedi, non dimentichi la gente perterra con la forma di una marionetta alla quale hanno tagliato i fili, non dimentichi gli odori e non dimentichi il silenzio che ti opprime, che ti schiaccia.

    Tutte cose che ti fanno crescere nella convinzione di non volerle più vedere e vivere. Però continuano è una spirale senza fine, finchè l’uomo non imparerà a rispettare l’uomo ci saranno altre migliaia di sabra e chatila, innumerevoli Falluja…

    Ti ringrazio della stima ma ti giuro avrei preferito stare al posto tuo piuttosto che andare in giro con attaccati ai pantaloni bambini impauriti che non avevano più una mamma e un papà.

    Basta così…

  69. ephrem says:

    Musicisti non ho bisogno dei tuoi giudizi, per studiare, né ci tengo ad essere tuo alunno. Una volta di più, (come tanti a sinistra) nasce in voi il bisogno di ergersi a professori o insegnanti, e trattare gli altri come alunni diciamo “deficenti?” nel senso deficere…

  70. squitto says:

    difficile scrivere qualcosa dopo questo tuo commento…

    comunque volevo dire a musicisti che io continuo a studiare, peccato che lui abbia smesso troppo presto

    il cicchetto lo accetto volentieri, cosa beviamo?

    Bisquì, ephrem sta postando la foto su emile, tra poco puoi linkarla ed eventualmente commentare/spiegare subito

  71. musicisti says:

    cioè vorresti dire che per evitare che gli tagliassero la testa li hanno fatti fuori tutti. per non farli soffrire, come i cani. mi spiace, non lo accetto. esiste sempre una soluzione migliore della guerra. su questo non saremo mai daccordo.

    la decisione per me è stata sbagliata, ma non voglio convincerti, anche perchè non ci riuscirei. dico però che chi prende delle decisioni da cui dipende la vita di tante persone innocenti, dovrebbe anche chiedersi cosa vorrebbero quelle persone e dovrebbe essere solo ed esclusivamente al servizio di quegli innocenti. questo non è pacifismo, è civiltà. è civiltà occidentale. è etica della guerra e della pace. è rispetto degli altri che diventa patriotismo.

    il mondo è in cambiamento e voi non ve ne siete accorti. parlate ancora come se la guerra fosse una questione d’onore. la guerra è merda, non ha nessun onore e mai lo ha avuto.

    la pace è onore, è patria è civiltà.

    mi spieghi quale sarebbe il senso di eliminare i tagliatori di teste insieme alle teste da tagliare? ti rendi conto che per poter dire “non ci sono più tagliatori di teste” hanno ucciso anche gli innocenti loro vittime?

    è assurdo, è maniacale, è depravazione pura.

    peace.

  72. musicisti says:

    ragazzi, era solo una battuta.

    scusa Bisquì, rimango indietro perchè sono fuori casa e mi collego con il cellulare. va a scatti, c+++o.

    riguardo al @96 ti volevo dire che io non avrei voluto essere al tuo posto ma se mi ci fossi trovato avrei sicuramente fatto il mio dovere come tu hai fatto e come faccio del resto io a scuola con i miei alunni, in maniera assolutamente apolitica e pensando solo ed esclusivamente a quello che mi compete, la musica.

    peace.

  73. squitto says:

    musi, io capisco l’ora tarda, e un errore lo fanno tutti. Comunque, dato che la scienza non è il tuo mestiere, e la grammatica italiana neanche, si potrebbe sapere esattamente di cosa saresti professore?

    Senza offesa, eh…

    DAccordo?

  74. Bisqui says:

    No Musicisti,

    ti rispondo con una domanda, se uno vuole ucciderti e tu pre paura ti nascondi dietro ad una donna e quello spara uccidendo te e lei che è l’artefice della morte delle donna?

    E’ un caso limite lo so, ma tu al posto dei comandanti irakeni cosa avresti fatto? Avresti aspettato che tutta la brava gente di Falluja fosse terminata dai delinquenti o “tra tutti e qualcuno” avresti sacrificato qualcuno?

  75. ephrem says:

    Dopo la grandissima esercitazione filosofica di Tisbe: “L’uomo é l’unico animale che fa le guerre” ecco che Musicisti illuminato da una folgorazione divina ci dice: “il mondo è in cambiamento e voi non ve ne siete accorti.”

    E’ cosa buona e giusta… amen!

  76. Bisqui says:

    Musicisti,

    ho già scritto che alcune volte bisogna prendere delle decisioni dolorosissime e purtroppo bisogna prenderle non si può aspettare o demandare ad altri.

    Per questo i militari sono considerati cattivi, lo sò ma sono sempre costretti a decidere tra una pessima decisione ed una cattiva. Quasi sempre scelgono la cattiva.

    L’errore che fanno i civili è ragionare da civili in un contesto che non ha nulla di civile.

    Se l’Italia si dovesse trovare malauguratamente nella condizione dell’iraq, il maggior numero di vittime si avrà tra i civili. Ma non perchè sono più deboli ma prechè non ragioneranno adattandosi ad un contesto che non è quello reale ma ad uno utopico. In guerra c’è molta poca utopia e molto terraterra, Vita mia- morte tua.

    La ricordi la canzione di Piero? Che fine fà il protagonista?

  77. musicisti says:

    di solito la mia grammatica non è male tesoro, ma a quest’ora faccio effettivamente fatica. comunque insegno al conservatorio amore, uno strumento meraviglioso che non ti dirò, meglio un po’ di mistero.

    ti faccio notare comunque che io e Bisquì in notturna deficitiamo nella grammatica ma non nella passione, nelle idee e nei contenuti.

    sei daccordo?

    buona notte ragazzi, ci vediamo domani notte con l’adsl. ’sto cellulare mi stressa.

    e poi non dite che non vi voglio bene?

    peace.

  78. squitto says:

    sai musi, la mia era una battuta bonaria, giusto per saperne un po’ più di te, e mi dispiace che ti sia risentito.

    Grammatica, passione e musica son cose che esulano dal pragmatismo che certi argomenti richiedono, così come l’amore.

    Tornando a bomba :)))) all’argomento topico, noi stiamo raccogliendo una documentazione, nessuno vi impedisce di fare altrettanto; non sta a noi stessi giudicare chi ha ragione, né possiamo avere la presunzione di essere i detentori della verità. Fonte contro fonte, prova contro prova, fatti, non chiacchiere.

    L’acqua calda l’hanno già scoperta, e il lavoro che stiamo facendo è anche per tutti quelli che, pur consapevoli che è solo con le verità che si ottiene giustizia, credono ai primi uccelletti menzogneri o burloni che gli passano sulla testa (e ce fanno pure i soldi, sti uccelletti, aggiungerei).

    Musicisti, per l’ultima volta: il materiale è disponibile il materiale è reperibile il materiale è ovunque fatti una preparazione tecnica informati, studia, raccogli documenti, fai quello che ti pare, quando avrai qualcosa di scientificamente probante che può illuminare ed apportare nuovi elementi alla questione nessuno ti chiuderà la porta.

  79. utente anonimo says:

    il problema del musicante è che ha deciso di essere stupido per ideologia…

    tutto qui.

    magari crede che il tocco della mano di stalin risanasse gli infermi…

    un mau perfido

  80. Ciò che ha scritto Bisqui un po’ sotto è una idiozia colossale, quindi cercherò di fare un po’ di chiarezza.

    I valorosi resistenti erano preparati da tempo a far arenare l’apparato di guerra degli invasori nella roccaforte patriottica di Falluja. Non hanno obbligato i civili a restare (IUDHIASUHASIDUASHDIUASDH), sono i civili ad essere rimasti di loro spontanea volontà per stringersi attorno ai guerriglieri, che loro riconoscono come unica rappresentanza dell’Iraq. A questo punto gli americani, di fronte alla difficoltà di una battaglia combattuta casa per casa (in cui hanno subito inizialmente sonore e clamorose sconfitte), hanno assediato la città e hanno buttato giù svariati palazzi.

    Ciò non ostante Falluja non è ancora nelle mani dell’esercito occupante.

  81. Interessanti novità Bisquì. Avevo già visto una foto di un cadavere “civile” con un giubbetto portacaricatori, su un sito anti-guerra però, non l’avevo notata nel reportage.

    Ti linko subito.

    Wellington

  82. Bisqui says:

    Eugenio,

    dopo pranzo non è il caso che commenti, sei un attimino annebbiato.

    Non ho voglia di risponderti perchè mi fanno male le dita a forza di ripetre mille volte le stesse cose.

    Quando vedrai i filmati dei tagliatori di testa forse ti farai una domandina, almeno spero

  83. I filmati dei tagliatori di teste non provano niente, così come i filmati dei cadaveri a falluja. Te ne rendi conto, spero, no? Ne circolano a bizeffe da anni. Nell’arabia saudita, alleata strategica del Faro Esportatore di Libertà, tagliano teste che è un piacere.

    Al Qaeda non ha relazione con la Resistenza. Se volete dimostrarlo portate le prove, dato che uno dei principi dell’occidente è l’innocenza fino alla dimostrazione del contrario.

  84. grendel00 says:

    Musico, la cosa è successa un anno fa ed è stata seguita da tutti i mezzi di informazione, e di sevizi e speciali sulla battaglia di Falluja ne sono stati fatti a chili, quindi se non lo sai, la colpa è solo tua: apri gli occhi e usali, e vedi di usare anche la memoria.

    Ma visto che, evidentemente, un anno fa non eri ancora nato ti riassumo in breve quello che è successo.

    Falluja era diventata una roccaforte di quelli che qualcuno chiama “resistenti”, era stata stabilita la legge islamica, c’erano delle “slaughter houses” usate per i poliziotti catturati e gli oppositori (trovate ancora “calde” dopo la battaglia), e c’erano anche officine e laboratori dove venivano costruite cinture esplosive, auto- e camion-bomba (sono stati trovati anche dei GPS con punti di riferimento in Siria, pensa un po’).

    Questo aveva reso la situazione intollerabile, non solo per Falluja stessa ma per le altre città vittime di attacchi con ordigni fabbricati a Falluja. L’episodio dei contractors americani sequestrati, linciati, bruciati e i cui cadaveri sono stati appesi al ponte (queste sono le persone che difendete…) è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Così il governo irakeno ha lanciato l’operazione per ripulire la città. Quello che è successo (luoghi protetti dalla convenzione di Ginevra usati come depositi di armi, roccaforti e caserme, una città intera tenuta in ostaggio…) sono sotto gli occhi di tutti (per chi vuol vedere, naturalmente). E’ ormai sotto gli occhi di tutti anche quello che NON è successo (quello che dice RAINews24, ad esempio).

    Non è difficile documentare Falluja, per chi abbia un minimo di buona fede, bastava che tu, se avessi seguito i link sul mio post sul WP, ti fossi accorto che uno di questi portava ad una galleria fotografica. Galleria della quale, evidentemente non sei minimamente a conoscenza.

    Il fatto che quel filmato abbia girato le televisioni di tutto il mondo è opinabile, visto il bassissimo riscontro che ha avuto all’estero, tranne qualcuno che s’è fatto quattro risate, tra cui la sinistra americana (i tuoi colleghi). Il vero problema è che ha fatto il giro delle TV arabe con un effetto immaginabile. In altre parole Ranucci altro non ha fatto se non alimentare la propaganda e l’odio fondamentalista nei confronti dell’occidente con una bufala. Roba da cretini o da Quisling, non trovo altri termini.

    Comunque nessuno è ancora riuscito a togliermi dalla testa il sospetto che questa guerra in origine altro non era se una prova di forza, un bluff messo in piedi per far scappare Saddam senza troppi danni. Quello che l’ha trasformata in guerra vera è stato l’appoggio del pacifismo e di certi governi interressati e/o corrotti percepito come sostegno al regime (beh, in effetti…). Una su tutte, la grande manifestazione pacifista prima dell’intervento è stata fatta passare dai giornali irakeni e dal partito ba’ath come “sostegno del popolo occidentale al raìs Saddam Hussein”. Fatti un po’ i conti.

  85. Anche peggio Grendel: dopo la caduta di Saddam (malgrado gli Americani abbiano incasinato parecchio) il resto del mondo è rimasto a sedere sulla riva del fiume invocando a gran voce un’altro Vietnam e aspettando di veder galleggiare il cadavere della democrazia irachena. E tutto solo per avere la soddisfazione di “punire” la superpotenza arrogante. E hanno pure il coraggio di dirsi dalla parte del popolo iracheno. Il povero popolo iracheno sin dalla prima guerra del golfo è sempre stato una specie di commodity propagandistica. Alla faccia della pace nel mondo!

    Wellington

  86. squitto says:

    eugenio, il tuo 114 è delirante.

    Affermi tue personali oninioni e letture degli avvenimenti senza addurre uno straccio di prova concreta di quello che dici. La storia non si scrive così, la storia di fa a partire dai documenti e dalle fonti, possibilmente diverse da qualche semplice documentario che fa acqua da tutte le parti. Fonti e documenti seri, altrimenti son solo chiacchiere e demagogia…

    Dato che ammetti che uno dei principi dell’occidente è l’innocenza fino alla dimostrazione del contrario, e aggiungo, l’onere della prova spetta all’accusa, nel caso del nostro topic nessuno ha prodotto le prove concrete di quanto affermato nel documentario, anzi, proprio il contrario.

    La mente fa strane interpolazioni e collegamenti tra gli input che riceve… se io monto ad arte delle immagini emotivamente forti (della cui veridicità non ho per di più la prova) associandole in modo quasi subliminale a concetti che evocano orrore come napalm, vietnam, guerra, distruzione, neutroni, bombe chimiche eccetera, avrò quasi certamente il rusultato che mi ripropongo: sollevare lo sdegno nei confronti di chi io avrò sostenuto essere gli autori di quel massacro.

    Si chiama condizionamento.

  87. ephrem says:

    Ma Squi, tu stai a perder tempo con quell’agitato di cazziecazzi che chiama resistenti un corpo segreto di 15000 fedelissimi e costituito da Saddam Hussein in persona ad insaputa dello stesso Baath, che lui chiama d’altronde glorioso? Se lui fa l’apologia di Saddam e dei suoi scagnozzi a me non me ne puo’ fregare di meno, anche in Italia ed in Germania ci sono stati nostalgici del Fascismo e del Nazismo.

    I suoi gloriosi resistenti e le suo gloriose affermazioni, rimangono tali solo nella sua mente. Non sta’ a perder fiato con lui, nulla gli vieta di prendere la strada per l’oriente ed aggregarsi ai gloriosi resistenti ecc. ecc. ecc.

  88. ephrem says:

    Grendel, ma che cosa ci possiamo aspettare da parte di un mondo (quello islamico) che d’un canto, si scandalizza per il crocifisso che turba le menti dei loro figli, e dall’altro manda gli stessi a farsi esplodere con cinture gonfie di tritolo? 🙁

  89. Se si vuole ridurre gli insorgenti a pazzi tagliatori di teste si devono portare fonti e dati. In mancanza di esse valgono le dichiarazioni della resistenza (ephrem è stupido, dato che sa benissimo di come nella resistenza combattano anche comunisti, partiti democratici, islamici sciiti, solo che fa finta di niente sperando che io non me ne accorga ^^), il suo chiamarsi fuori dalle azioni terroristiche. Che poi alcune esplosioni siano di natura assolutamente occidentale è un altro sospetto non comprovato da dati oggettivi, va però detto che i due inglesi travestiti da arabi trovati con un arsenale in macchina e liberati dai loro amichetti a suon di carrarmati non si è capito bene cosa stessero facendo.

    P.S: Sempre più convinto che il nazismo sia stata l’ultima speranza per l’Europa, sinceramente.

  90. Certo che i tipi di Al Qaeda ce la stanno mettendo tutta ad inimicarsi il mondo arabo… se continuano ad infrangere tutti i principi dell’Islam, uno ad uno, può essere che fra un anno o due la Fallaci scriva un libro dei suoi in cui li sdogana definitivamente.

  91. ephrem says:

    Cazzidui, dello “stupido” lo darai a tuo fratello a tua sorella o a chi vuoi tu, non a me. A parte la mia “ironia demente” come l’hai chiamata tu, non ti ho mai insultato personalmente, dunque vedi di tenere la lingua ed i termini a freno.

  92. sai benissimo come nella resistenza combattano anche comunisti, partiti democratici, islamici sciiti, solo che fa finta di niente sperando che io non me ne accorga ^^

    P.s: ieri Laghetto, concerto del quinquennio. Hanno suonato gratis in una comune anarchica. Non mi capacito di come ci sia ancora gente che non voglia il socialismo.

  93. caposkaw says:

    il socialismo?

    eugenio, ci sei o ci fai?

    per un vero socialismo la tua capacità di suonare deve essere repressa…

    fa invidia che tu sappia suonare…

    indi per cui bisogna tagliarti le mani…

    un mau tagliatore

  94. Edmund says:

    E’sempre uno spasso passare da queste parti a leggervi, ad avere tempo si potrebbe selezionare i migliori post e ricavarne un atto unico.

    Nella parte di Cazzidui ci vedrei bene ******* in quella di Mau, ****.

    Ovviamente nella parte di Bisqui, ………. Bisqui.

  95. Edmund says:

    Più che altro pensavo a testo per il teatro, la varietà di personaggi che popolano il tuo blog è incredibile, ma il mio era un invito a qualche scrittore di passaggio, io non ho tempo neanche dia andare in bagno, sono passato da due mesi di quasi ozio agli ultimi due di lavoro massacrante, e purtroppo sgradevole, giro sui blog ogni tanto per deconcentrarmi, leggo, a volte scrivo qualche cazzata e poi rientro nei ranghi, ne ho fino a Natale, poi mi riposerò aiutando mia figlia a traslocare nella nuova casa.

    🙂

    Ciao

  96. musicisti says:

    ciao ragazzi, sono da voi solo ora (00.51)

    ma vi ho letto tutti.

    mau è l’unico che insulta, ma per stavolta lo perdono.

    a Bisquì non dico niente perchè non ama gli elogi.

    grandel è di parte e vede solo le cose che gli danno ragione, però è sempre appassionato e intellettualmente onesto, magari ce ne fossero.

    squitto. per lei potrei anche diventare di destra.

    sempre pacifista però.

    notte ragazzi, spero domani di avere un po’ più di tempo per commentare seriamente, di notte comunque.

    pace a voi.

Comments are closed.