Falluja … il seguito

Una considerazione sulla sgrena. Dal filmato mandato in onda vengono fuori delle incongruenze : Lei afferma che i terroristi le hanno impedito di visitare Falluja. Perchè?

A) se erano veri “partigiani” avrebbero fatto tutto il possibile per far conoscere lo scempio di civili

B) se erano americani, visto che l’avevano rapita e volevano ucciderla perchè non l’hanno fatto subito addossando così la colpa ai resistenti?

Questi due interrogativi si aggiungono ai due precedenti che ancora non hanno risposta.

Dal blog di una soldatessa volontaria in Iraq … (38 anni, due figli)

…I am saddened by the losses suffered by the 502nd of the 101st Airborne. I doesn’t really matter what unit you are in, the 101st is a proud and honored unit, and every loss regardless of the brigade is felt very deeply. Not all the soldiers like it here, but the majority of us believe in what we are doing. We see beyond the media reports, and beyond the casualities on both sides, to see the wonderful positive things that we are trying to bring the people of Iraq. That once there is security, we can return home and a real infra-structure is left behind in our place for them to build on and become a great and peaceful nation. I am proud to be a part of what I am doing, and pray that Americans at home continue to support us and believe in us. Despite your political beliefs, we the soldiers, believe in our efforts and see first hand the positive and welcomed things our efforts bring to your average Iraqi. The average Iraqi wants what we all want. For there to be security, a political process to take place so they can prosper and lead a normal safe life to raise their children in, and yes they want us to quickly provide this to them and go home, so that they don’t have to watch armed troops patrolling residental streets. I don’t blame them I wouldn’t want that either.

I am fine, would rather be home for the holiday’s but we work hard on keeping each others spirits up. We are a lot closer than we ever were before, and are sincerely becoming more a band of brothers and sisters with each passing week. It is amazing the deepness and bond that forms between soldiers. It doesn’t require words, just presence and respect. If you have never felt it before, like me, it is something that you know will be with you forever. It really is something special.

In closing, I was sent this photo. It seemed appropriate to post it here and let everyone have that moment of silence in their lives to pay their final respects and say good-bye in their own way to PFC Martin and the other 101st soldiers, and all the soldiers who paid the ultimate sacrifice and “gave all” to their country.

Il post su Falluja continua qui e qui (grazie Wellington)

Qui potete visitare il blog del testimone Jeff Engelhart

103 Comments

  1. utente anonimo

    c’è chi lavora per la pace e la libertà, e chi per l’odio e la distruzione….

    la cosa peggiore è che c’è chi non riesce a capire la differenza…

    MAU FOR FREEDOM!

  2. Bisqui

    MAU, allora ancora stai in giro! Guarda che ti ho scritto.

  3. utente anonimo

    ho visto ho visto…

    sai se certi discorsi me li fa la mia nipotina di 4 anni…non mi arrabbio.

    ma se me li fanno dei cosiddetti adulti(?) … tendo a innervosirmi…

    un mau tendenzioso

  4. Bisqui

    Ma dove cavolo ti sei cacciato che non ti trovo? Poi con splinder che và come una lumaca è un casino rincorrerti!

  5. utente anonimo

    oggi ho lavorato morto…

    non ho avuto molto tempo…

    ti spedirò un’ e-mail stasera…tardi…

    sigh..

    mau

  6. Edmund

    Una bella traduzione in italiano?.

    Il mio inglese fa schifo.

    Non so il vostro.

  7. Otimaster69

    Grazie per la dritta vado a vedermelo, ti consiglio anche questo http://scootertrashconservative.blogspot.com/ è di una mia amica con amici e parenti in Iraq.

    Ciao

  8. Otimaster69

    Ora ho messo i link nel post ti sarà tutto più chiaro.

    Ciao

  9. EugenioCazzidui

    Tutto molto bello, ma saprai meglio di me che la storia non si fa con le esperienze soggettive, no?

    Altrimenti il ‘68 sarebbe stato l’anticamera alla rivoluzione totale globale socialista, invece sappiamo tutti com’è andata.

  10. bourbaki

    Eugenio, come disse De Gaulle, il ‘68 è stata l’ora della ricreazione (ma si farà più nella scuola di oggi l’ora della ricreazione?) del secolo: suonata la campanella, si torna in classe.

    E si ricomincia ad essere seri e produttivi.

  11. utente anonimo

    Ti ho letto solo stasera e mi scuso, un blog magnifico

  12. Bisqui

    Scusa Amico ma chi sei?

  13. EugenioCazzidui

    Non sono d’accordo: difficile sottovalutare l’importanza del ‘68. Travestendosi, appunto, da anticamera della rivoluzione, esso ha agito in modo opposto, accelerando quei processi di abbandono dei vincoli morali/comportamentali/educativi “borghesi” che ormai si opponevano alla piena sottomissione dell’individuo alle forze del capitale.

  14. squitto

    Eugenio, siccome sono d’accordo :)))

    allora dimmi: chi erano i “grandi vecchi” dietro al ‘68?

    C’est à dire: visto che il 68 era un movimento in incognito che ha prodotto i risultati opposti a quelli che la gente ha pensato (che poi è vero, eh…)

    chi era la Grande Mente che ha orchestrato tutto ciò?

    Ci dica, ci dica….

  15. Lisistrata

    Dai ricordati che posso fare un bel dossier e mettere tutto in linea, se mi dai una mano a raccogliere il tuo materiale, loaggiungo a a quello di Grendel00 e ad altro preso in rete.

    Un beso

    Era la mia amica liberaliperisraele, quella che ti ha scoperto solo oggi.

  16. musicisti

    (ANSA) – LONDRA, 15 NOV – L’esercito americano ha utilizzato fosforo bianco durante l’offensiva contro la citta’ irachena di Falluja nel novembre 2004. Lo ha confermato un portavoce del Pentagono, interrogato dalla Bbc. ‘L’abbiamo utlizzato come arma incendiaria contro combattenti nemici’, ha dichiarato, rispondendo a una domanda, il tenente colonnello Barry Venable. ‘Il fosforo bianco e’ un’arma convenzionale, non e’ un’arma chimica. Non e’ illegale’, ha rilevato l’ufficiale.

    adesso è diventata un’arma incendiaria convenzionale.

    non ho parole.

    ragazzi, piano piano sta venendo fuori tutto. tra un po’ diranno che rainews aveva totalmente ragione.

    vi consiglio di non dannarvi tanto l’anima a cercare di difendere questi burattini, i fatti sono chiari e verranno fuori un po’ alla volta.

    in questo gli americani sono insuperabili,indubbiamente una grande democrazia, anche se ralativa ai loro interessi. prima negano, poi parzialmente confermano, poi confermano, poi vengono fuori fatti nuovi ancora peggiori. comunque loro hanno sempre ragione, in fin dei conti che gli importa? meglio dire la verità, ma con calma,senza fretta. la storia delle armi di distruzione irakene ha fatto scuola.

    pace a voi.

  17. utente anonimo

    ricapitolinamo.

    musicante, tu sei un cogl***e.

    lo dimostra il fatto :

    a) hai una tessera dei ds (di per sè basterebbe da sola, ma la tua affermazione che la stracceresti se i ds non facessero una politica straiata sulla linea di bertinotti,che guarda il caso non è ds, non fa altro che avvalorare la mia tesi.)

    b) non leggi quello che Bisquì ha scritto (semplicemente , leggi)

    quello che l’ufficale ha detto , non avvalora la il documentario.

    se non fossi un cogl***e noteresti che l’affermazione non contraddice tutta la massa di dati raccolta.

    capito , cogl***e?

    un mau anticog***i

  18. squitto

    sinceramente mi sta prendendo una crisi di sconforto.

    Comincio seriamente a pensare che la gente non sappia leggere.

    Musicisti: la notizia ansa che tanto orgogliosamente riporti non significa assolutamente nulla, o meglio significa tutto e nulla. Se rileggi bene ti accorgerai che nessuno ha mai negato l’uso del WP, salvo specificare quale uso; il WP NON è un’arma chimica, il WP è incendiario, e come tale E’ convenzionale. Sta scritto qui da qualche parte in questi post qualcosa di diverso?

  19. utente anonimo

    squitto, musicante è un cog***e.

    è da quando mi sono scontrato con lui che glielo ripeto…

    come diceva mio padre:

    “è uno di quelli che non sanno fare la o con il fondo del bicchiere….”

    un mau anticog***i

  20. jeanne00

    ok, grazie Bisquì (e wellington); ho pubblicato l’articolo di Nativi.

    Squitto/Jeanne

  21. MindPrison

    Ok, anche le armi atomiche non sono vietate da convenzioni, se non erro. Quindi perchè vi lamentate che l’iran possa avere l’atomica? Tanto è LEGALE!

    Io nn capisco davvero come possiate giustificare l’utilizzo di armi incendiarie contro mi civili solo basandovi sul fatto che sono armi convenzionali. Cristo, quelli hanno bruciato donne e bambini… se vi bruciassero la famiglia, e poi vi venissero a dire che le armi usate però sono “convenzionali” (a patto che se ne faccia un uso comvenzionale), vorrei vedere se la cosa vi apparirebbe così tranquilla.

    Ricordate che stiamo dibattendo su un arma con cui gli usa bruciano persone; non è la solita bega berlusconi-prodi, o altre cazzate simili. Quì state legittimando una strage vera e propria. Mi auguro che prima o poi qualcosa nella coscienza vi si svegli. Altrimenti tra voi e i terroristi tagliagole, non c’è nessuna differenza.

    Bisqui, il tuo blog con Firefox sclera di brutto..

  22. MindPrison

    Piccola aggiunta. Mentre in America se ne sta opccupando il Senato di questa faccenda, il washington post, la bbc, il l.a. times (a quanto pare tutte testate comuniste) e tutta la stampa americana più importante, in Italia non se l’è cagata nessuno. Ma questi mezzi di informazione sono certamente in mano alle sinistre…. bah, forse i comunisti nostrani si saranno distratti… (ih ih ih)

  23. MindPrison

    Bisqui, a proposito, non passi pù a trovarmi?

  24. utente anonimo

    ehi fratellone, hai preso una nota di merito su right nation!

    leggi e gioisci!

    http://ideazione.blogspot.com/2005/11/fosforo-rosso-round-up.html

    un mau entusiasta

  25. squitto

    ma santo cielo santo.

    Giustificare l’uso di armi incendiarie contro i civili ma chi lo giustifica, CHI??? NON c’è la prova che quei cadaveri fossero di Falluja; NON c’è la prova che fossero civili; NON sono stati arrostiti dal WP, e probabilmente non sono stati proprio arrostiti, ecc ecc, uff che pazienza che ci vuole.

    Quelli hanno bruciato donne e bambini un’arma con cui gli USA bruciano le persone ma dico la connetti la mente prima di parlare, o che? Hai letto i documenti? Quei cadaveri che hai visto avevano forse dei vestiti di AMIANTO?? Arma “convenzionale” non significa “cosa di poco conto”, significa arma NON CHIMICA, chiaro il concetto? Per il resto, un’arma è un’arma, e normalmente le ARMI servono in tutte quelle situazioni dove tirare uova marce e pomodori non basta, e neanche discutere serve, con gente che di donne e bambini si fa scudo quando non li manda direttamente a farsi saltare.

  26. Bisqui

    ODDIO! Proprio a me che non amo la pubblicità? Cxxo devo tornare nell’ombra!

  27. utente anonimo

    dai, non è pubblicità.

    è solo ricoscimento di capacità e concretezza…

    mau

  28. Bisqui

    Fratellino, ma dove caxxo sei! Un giorno ci dobbiamo fare una bella chiacchierata, noi due, a quattrocchì

    :-))

    E non mi adulare troppo che divento rosso!

    Capperi ci mancavi solo tu per smuovere stà scorza che ho addosso 😉

  29. utente anonimo

    ????

    chemmi dici…

    mau

  30. Bisqui

    Mau, se non hai capito, ti scrivo…

  31. utente anonimo

    non capisco la scorza…

    mau

  32. Bisqui

    Corazza, pellaccia, corteccia… come la chiami tu?

  33. utente anonimo

    ma dai …

    se sei sposato con prole, un cuore ce l’hai per forza!

    un mau cardiologo

  34. Bisqui

    Si, ma tu sei il mio fratellino, mica mia moglie :-)))

    pestifero, ti ho scritto 😉

  35. utente anonimo

    grassie.

    mau

  36. elektraNatchios

    oh che cariniii, ma nascita di un nuovo idillio! :DDD

  37. utente anonimo

    no!

    non è vero!

    lo sai io che amo solo te, ele!!

    un mau desperado

  38. elektraNatchios

    :))

  39. EugenioCazzidui

    Comunque i guerriglieri non si fanno scudo di civili, sono i civili che li supportano con entusiasmo, perchè riconoscono in loro l’unica forsa che si oppone concretamente all’invasione.

    Falluja è una delle città irachene più vicine alla resistenza. Un recente sondaggio commissionato dal ministero della difesa inglese riporta che in alcuni luoghi, e stiamo parlando di uno di quelli, più del 60% della popolazione appoggia le azioni di guerriglia contro gli occupanti.

    Oddio, non penso che dietro il 68 ci sia stata una sola grande mente…

  40. EugenioCazzidui

    forza si scrive con la zeta!

  41. Otimaster69

    Non mi dimentico di te, sto studiandomi un mio vecchio blog su splinder per trovare una soluzione alla tua richiesta, dammi solo un pò di tempo per ricordarmi come funziona qui.

    Ciao

  42. utente anonimo

    No la gente sa leggere benissimo, ma siccome hanno deciso che il WP è un’arma chimica dato che suona più brutto ormai è così.

    Wellington

  43. musicisti

    preferite quei comunisti dell’indipendent?

    the indipendent

    US forces used ‘chemical weapon’ in Iraq

    Published: 16 November 2005

    The Pentagon has admitted US forces used white phosphorus as “an incendiary weapon” during the assault last year on Fallujah.

    A Pentagon spokesman’s comments last night appeared to contradict the US ambassador to London who said that American forces did not use white phosphorus as a weapon.

    Pentagon spokesman Lieutenant Colonel Barry Venable said that white phosphorus – which is normally used to lay smokescreens – was not covered by international conventions on chemical weapons.

    But Professor Paul Rodgers of the University of Bradford department of peace studies said it probably would fall into the category of chemical weapons if it was used directly against people.

    A recent documentary by the Italian state broadcaster, RAI, claimed that Iraqi civilians, including women and children, had died of burns caused by white phosphorus during the assault on Fallujah.

    The report has been strenuously denied by the US, however Col Venable disclosed that it had been used to dislodge enemy fighters from entrenched positions in the city.

    “White phosphorus is a conventional munition. It is not a chemical weapon. They are not outlawed or illegal,” he said on the BBC Radio 4 PM programme.

    “We use them primarily as obscurants, for smokescreens or target marking in some cases. However it is an incendiary weapon and may be used against enemy combatants.”

    Asked directly if it was used as an offensive weapon during the siege of Fallujah, he replied: “Yes, it was used as an incendiary weapon against enemy combatants”.

    He added: “When you have enemy forces that are in covered positions that your high explosive artillery rounds are not having an impact on and you wish to get them out of those positions, one technique is to fire a white phosphorus round into the position because the combined effects of the fire and smoke – and in some case the terror brought about the explosion on the ground – will drive them out of the holes so that you can kill them with high explosives,” he said.

    However in a letter yesterday to The Independent, the US ambassador to London, Robert Tuttle, denied that white phosphorus was deployed as a weapon.

    “US forces participating in Operation Iraqi Freedom continue to use appropriate lawful conventional weapons against legitimate targets,” he said.

    “US forces do not use napalm or white phosphorus as weapons.”

    Col Venable said that a similar denial on the US State Department’s website had been entered more than a year ago and was based on “poor information “.

    Prof Rodgers said white phosphorus would be considered as a chemical weapon under international conventions if it was “deliberately aimed at people to have a chemical effect”.

    He told PM: “It is not counted under the chemical weapons convention in its normal use but, although it is a matter of legal niceties, it probably does fall into the category of chemical weapons if it is used for this kind of purpose directly against people.”

    Liberal Democrat foreign affairs spokesman Sir Menzies Campbell said later: ” A vital part of the effort in Iraq is to win the battle for hearts and minds.

    “The use of this weapon may technically have been legal, but its effects are such that it will hand a propaganda victory to the insurgency.

    “The denial of use followed by the admission will simply convince the doubters that there was something to hide.”

    The Shadow Foreign Secretary Liam Fox said on today’s BBC Radio 4 Today programme: “Clearly there needs to be more openness coming from the Pentagon but the claims at the moment are just claims.

    “And I think that, although white phosphorus is a brutal weapon, we need to remember that we were talking about some pretty brutal insurgents. These were the people who were hacking off hostages’ heads with knives.”

  44. musicisti

    siamo all’occhio per occhio dente per dente.

    pace a loro.

  45. musicisti

    nuovi orrori in iraq, sul mio blog.

    peace.

  46. Tisbe

    Scusa Bisqui, considerando la tua preparazione in materia, posso farti una domanda? Premesso che sia Usa sia Gb hanno ammesso ufficialmente l’uso di fosforo bianco in Iraq, è possibile dire al fosforoB adesso tu illumini e non bruci? cioè è possibile renderlo innocuo volendolo utilizzare esclusivamente come illuminante delle postazione nemiche (civili). E’ possibile staccare uno degli effetti dagli altri? Grazie

  47. Tisbe

    Cavolo Bisqui, da non credersi … vali meno di me?!?

  48. Bisqui

    Si tesoro, sei più importante!

  49. Bisqui

    Tisbe,

    la differenza è nel confezionamento. Il fosforo che viene usato per incendiare, quello vietato, è una specie di pomata o di gel che si appiccica e non si stacca più. Per questo motivo è stato vietato, si appiccica ovunque e dà fuoco a tutto, strade, muri, lampioni (brucia a più di 1000 gradi), per questo ho sempre negato che fosse stato usato in città. Se così fosse stato Falluja non esisteva più.

    Nel procedimento fumogeno invece, serve solo ad accendere delle barrette di feltro che una volta accese ardono da sole. E’ stato scelto il feltro perchè è un tessuto compatto e non arde ma brucia facendo fumo.

    E’ un pò come le tavolette che si usano per accendere il fuoco, quelle fanno la fiamma necessaria per accendere la legna e una volta consumate la legna arde. Ma se la legna è bagnata non farà fiamma ma solo fumo. Mi sono spiegato?

    Ecco, gli americani e gli inglesi affermeranno sempre che hanno usato il fosforo bianco, perchè è vero. Ma l’uso che ne hanno fatto è diverso dalle accuse fatte. Sembra una sottile differenza ma in realtà è fondamentale. Una cosa è far uscire dai recoveri i terroristi col fuoco, un’altra cosa è farlo col fumo.

    Guarda bene i morti del filmato, hanno le larve della mosca carnaia addosso. nessun animale metabolizza il carbonio.

    Adesso andiamo all’illuminazione, si è possibile, i razzi illuminanti di segnalazione SOS che è obbligatorio avere al seguito sulle imbarcazioni, sono al fosforo Bianco e Rosso. Ti dirò di più i fiammiferi sono fatti col fosforo e bruciano, le torce che usano gli speleologi sono al fosforo mentre il composto che si usa per scacciare le api dalle arnie fa solo fumo. Insomma a seconda di come è trattato e del supporto sul quale viene fissato (il fosforo è un metallo) esso reagisce in modi diversi. ti dò il link al manuale d’uso dei proiettili fumogeni M825 http://www.tpub.com/content/USMC/mcwp3164/css/mcwp3164_499.htm al centro della pagina in alto troverai Page Title: Smoke Munitions Expenditure Tables and Equations. Puoi girarti tutto il sito non ci sono problemi. e poi potresti andare anche qui http://www.globalsecurity.org/military/systems/munitions/wp.htm sulla colonna di destra troverai il link : M825 155mm con delle figure simili a quelle del filmato però di giorno. Io ne ho trovate altre che posterò appena potrò.

    Puoi anche andare qui : http://www.sasrogues.co.uk/Weapons/Support/Phosphorus/phosphorus.html sono le bombe a mano usate dai corpi speciali della polizia di tutto il mondo. Ed è tutto fosforo bianco. Il fosforo ha una valenza di 3 o 5, non sò se hai studiato chimica. Insomma ha delle caratteristiche di versatilità simili a quelle del ferro Fe 3 o 5. La capacità di ossidazione è tipica dei metalli ma questi due ne hanno di più e si possono legare con quasi tutti gli altri elementi.

    Mi fermo che altrimenti ti annoio, se vuoi continuo un’altra volta.

    PS leggiti anche questo sulle ustioni : http://bisqui.altervista.org/fosforo/schedatossicfosforo.pdf

  50. musicisti

    scusate ma di cosa state parlando? avete letto l’articolo dell’indipendent?

    il fosforo è stato usato come arma sulle persone, volutamente come arma chimica.

    alla fine addirittura si cerca una giustificazione: l’arma è brutale ma l’abbiamo usata su dei brutali assassini tagliatori di teste.

    occhio per occhio. ma la nostra civiltà superiore che fine ha fatto?

    cosa verrà fuori ancora domani?

    Bisquì, mi spiace ma comincio a dubitare della tua ormai nota imparzialità, gli specchi sono ardui da arrampicare.

    pace a te.

  51. Bisqui

    Musicisti,

    se non è cambiato nulla mentre scrivevo a Tisbe, io sono rimasto ad un uso documentato nel 2004 contro postazioni militari. Dall’articolo lego “US forces do not use napalm or white phosphorus as weapons.” e questa è la versione ufficiale.

    E poi leggo da una persona non meglio identificata una sua personale opinione “And I think that, although white phosphorus is a brutal weapon, we need to remember that we were talking about some pretty brutal insurgents. These were the people who were hacking off hostages’ heads with knives.”

  52. musicisti

    hai letto delle carceri per torture scoperte ieri dagli americani?

    erano in pieno centro di bagdad , sotto un ministero?

    vedi musicisti di sinistra…

    mi chiedo Bisquì, fino a dove potrà arrivare la tua sopportazione verso le ingiustizie, le torture, i massacri , le violenze. quale sarà la goccia che farà traboccare anche il tuo vaso? perchè ti stimo e non posso credere che resisterai ancora per molto.

    qui non si tratta di essere di sinistra o di destra, pacifisti o non pacifisti.

    qui si è passato il segno.

    ad un certo punto anche tu, spero, dovrai dire basta, io sono una persona umana, io rispetto la vita, io non sopporto le torture, io non sopporto le fandonie, l’arroganza, la violenza, il pw e la merda. basta.

    pace a te fratello.

  53. Bisqui

    No, non ho letto, mi dai il link? Che ministero era? Le hanno scoperte gli americani o erano degli americani?

    intanto ascolta questo http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/middle_east/4440664.stm

  54. Bisqui

    Musicisti,

    mi fido di quello che sò, forse sono troppo onesto e penso che lo siano gli altri. Potrebbe essere un errore ma questo non significa che sono in malafede.

    Spero che la giustizia faccia il suo corso e per come la penso io “a chi tocca non s’ingrugni”

  55. musicisti

    le hanno scoperte gli americani.

    I militari americani del terzo reggimento di fanteria, che avevano dato ascolto alla disperate invocazioni della madre di un ragazzo di 15 anni «desaparecido», hanno fatto irruzione nei sotterranei del ministero dell’Interno, scoprendo 173 prigionieri ridotti a scheletri. Per stessa ammissione dei capi sciiti, mai era stata raggiunto un tale livello di brutalità e di sadismo. Messo alle strette il premier Jaafari, esponente «moderato» sciita, ha nominato due commissioni d’inchiesta ed ammesso che nel bunker «c’erano detenuti malnutriti e, in alcuni casi, forse torturati». Ancor più esplicito è stato il vice-ministro dell’Interno, Hussein Kamal, che, nell’evidente intento di salvare la poltrona, ha dichiarato alle agenzie internazionali che sui prigionieri «i segni di abusi sono evidenti, alcuni detenuti su alcune parti del corpo non hanno più pelle, un paio sono rimasti paralizzati». Gli arrestati non mangiavano «da settimane» e molti di loro avevano il corpo devastato dalle violenze subite. La scoperta è tragica e clamorosa e potrebbe provocare un terremoto politico. A pochi giorni dalla «conferenza di riconciliazione» che dovrebbe aver luogo al Cairo, il governo iracheno e in special modo la componente maggioritaria sciita, viene investita da uno scandalo senza precedenti che rischia di sconvolgere i debolissimi equilibri del paese. Il lager è stato infatti scoperto dentro un palazzo ministeriale, in pieno centro a Baghdad, e, per la prima volta, gli americani, forse anche per un tornaconto politico, hanno ascoltato le suppliche dei sunniti. Parenti e amici di molti «desaparecidos» hanno instancabilmente chiesto notizie sui loro congiunti, ma i nuovi capi sciiti, che controllano polizia, esercito e servizi di sicurezza, non hanno mai dato risposte. Ulema e dignitari sunniti hanno messo alle strette il comando Usa, che, seguendo le innumerevoli segnalazioni ricevute, ha mandato il soldati nei sotterranei del ministero dal quale dipendono tutte le forze di polizia. La scoperta è avvenuta domenica, ma, per 24 ore, i capi sciiti sono riusciti a nasconderla. Il fatto che gli americani compiano, per la prima volta, un’azione in «controtendenza», a favore cioè dei sunniti, e contro gli sciiti, si spiega con le necessità politiche del momento. La fine della guerra non s’intravede e la sola possibilità per gli Usa di uscire dal pantano iracheno, senza dar l’impressione di scappare, è legata al coinvolgimento dei sunniti.

  56. Bisqui

    Va bè ma di questo non si può dare la responsabilità agli americani. Che gli islamici sono avvezzi alla tortura non è una cosa nuova. La mentalità non si cambia da oggi a domani.

    Mi avevi fatto preoccupare…

    Ho un filmato della polizia irakena che fà rabbrividire, ma che dobbiamo fare? Ad ognuno la propria cultura, loro sono fatti così, anche in Iran torturano, lapidano, in tutto l’islam è così. Bene ad indignarsi, male farlo solo per uno.

  57. Tisbe

    Sì, ho scritto un breve pensiero in proposito sul blog di Mind. Si fanno le guerre adducendo come causa la violazione dei diritti umani e poi si fa peggio. Ni sto documentando sulle violazioni dei diritti umani negli stati uniti ed ho scoperto dei fatti gravissimi. Intanto adesso invece dgli sciiti e dei curdi si torturano i sunniti … io vorrei chiedervi: cosa è cambiato? cosa?

  58. Tisbe

    @Bisqui, io sapevo che il fosforo bianco era stato vietato nella fabbricazione dei fiammiferi, proprio a causa dell’alta tossicità

  59. Tisbe

    http://www.disinformazione.it/violazionidiritti.htm

    Mentre Washington “è molto attiva nel parlare di un sistema mondiale di protezione dei diritti umani”, nota Amnesty, è “riluttante nel sottoporre a scrutinio internazionale la situazione delle libertà fondamentali nel proprio territorio”. Il rapporto segnala tra l’altro che gli Usa non hanno ancora firmato la convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del bambino e ricorda che dal 1990 a oggi hanno giustiziato 350 persone, e altri 3.300 detenuti sono in attesa nel braccio della morte di Stati che condannano alla pena capitale anche minorenni e ritardati mentali.

  60. Tisbe

    “In ogni Paese, a prescindere dal suo sistema politico, devono essere protetti i diritti di tutti i cittadini. Negli Stati Uniti, migliaia di persone sono invece vittime di violazioni dei diritti umani”, dichiara Pierre Sané, segretario generale di Amnesty International, e aggiunge che “troppo spesso negli Usa vengono usati due pesi e due misure, ricchi e poveri, bianchi e neri, uomini e donne”.

    Inoltre, sostiene Amnesty, “come maggior produttore di armi, gli Usa contribuiscono agli abusi dei diritti umani fornendo equipaggiamento e addestramento a governi e a gruppi armati noti per aver torturato e commesso omicidi politici e altre violenze”, e “non stanno facendo abbastanza per assicurare che tali strumenti non vengano utilizzati per violare i diritti umani. Le leggi del Paese non affrontano il problema”. In proposito, il dossier cita come “esemplare” il caso della Turchia, dove “secondo le informazioni diffuse dal Dipartimento di Stato nel 1995, esistono prove ‘assai attendibili’ che equipaggiamenti militari forniti dagli Stati Uniti siano stati usati nell’ambito di operazioni di evacuazione nel corso delle quali hanno avuto luogo violazioni dei diritti umani”. E benchè alcuni contratti bellici siano stati sospesi nell’aprile scorso “una società statunitense stava negoziando la vendita di 10 mila strumenti da elettroshock alla polizia turca”.

  61. Tisbe

    Insomma, conclude il rapporto, “in fatto di diritti umani gli Usa non hanno le carte in regola per compiacersi, sia per quanto riguarda alcuni settori della società americana sia per il loro ruolo sulla scena internazionale”. Severo il giudizio di Sané, secondo cui l’America non può essere un esempio per la comunità internazionale perché “Le autorità statunitensi fanno presto a criticare le violazioni dei diritti umani in Paesi che ritengono ostili, ma sono riluttanti ad agire quando gli abusi sono commessi da Paesi alleati o quando i loro interessi politici e economici ne potrebbero risultare compromessi”.

  62. Bisqui

    Tisbe,

    non cambierà nulla. La sharia deve cambiare, ma per cambiarla bisognerebbe cambiare il corano. Questo è il problema. Noi possiamo insegnare l’ordinamento politico e basta. Ti rendi conto che i valori nostri non sono i loro? Tutto l’islam è così. Noi ci siamo passati prima di loro, nello stesso identico modo. Solo che lo abbiamo fatto 1000 anni fà.

    Nel rispetto delle culture non si dovrebbe condannarli o si accettano o non si accettano. E poi a casa sua ognuni fà quello che vuole. Che c’èntano gli USA in questo?

    Se ce li vogliamo ficcare dentro a forza, va bene! ma che cambia?

    Tanto in Arabia saudita tagliano comunque mani, piedi, teste, lapidano persone ma non lo sapete? Non ditemi che ignorate che in tutto l’islam è così. Hai mai visto le foto degli Iraniani torturati? Lì mica ci sono gli americani eppure la gente muore per le sevizie.

  63. musicisti

    direi che anche gli americani sono abbastanza avvezzi alla tortura. il problema è la degenerazione del conflitto, ci si è fatti prendere la mano e ormai niente è più controllabile.

    intanto altri 3 militari americani sono morti su una bomba, vittime di questa guerra e della politica che la alimenta.

    gli inglesi sembra, articolo del guardian, vogliano ritirarsi entro maggio 2006 e cominceranno a smantellare da questo dicembre.

    sarà vero?

    pace a loro.

  64. Tisbe

    @Bisqui, il tuo amico lisistrata ha cancellato tutti i miei post che dimostravano inequivocabilmente la continua violazione dei diritti umani in Usa e qcn della sua banda è venuto a scrivere sul mio blog “cessa”. Ma con chi te la fai? Questa è gente seria?

  65. Tisbe

    Gli Stati Uniti sono, insieme alla Somalia, l’unico paese al mondo che ha rifiutato di ratificare la convenzione internazionale sui diritti del bambino. Su 50 stati della federazione sono 42 quelli che prevedono l’ergastolo per i minori. Nell’ultimo decennio è più che raddoppiato il ricorso a questa pena. “I giudici – dichiara William Schulz di Amnesty International – hanno mano libera per convertire i tribunali in catene di montaggio di ergastoli senza tenere in nessun conto le possibilità di recupero di un minore e privandoli di ogni speranza di redenzione”. Amnesty International rileva come la cultura giuridica statunitense -che vede la pena sempre come afflittiva e mai come forma di espiazione e recupero – sia specialmente inaccettabile nel caso di minorenni per i quali la pena dovrebbe sempre essere finalizzata al recupero.

  66. Bisqui

    Anche accogliendoli da noi che cambia? Cosa imparano? Uccidono le donne comunque! Il delitto d’onore se lo tirano dietro. La legge della sharia è sempre presente. E non stò parlando di uno qualunque, sto parlando di 2° e 3° generazioni.

    Questi sono i fatti, non chiacchiere. I fatti stanno sui giornali e più impariamo a conoscerli e più ne scopriamo. Dall’atlantico al pacifico è così, più di 700 milioni di persone sono così. Mettetevi l’anima in pace. O si emancipano velocemente o ci dovremo chinare alla legge del taglione. Il mio non è razzismo nè xenofobia è semplicemente una constatazione.

    D’altra parte se tu stai male con un uomo che fai? Lo lasci o ti sforzi in tutti i modi di stare male pur di stare con lui?

  67. Tisbe

    E’ l’ultima cosa che posto, poi non ti romperò più. Ma mi ho detto a me stessa che andrò a fondo in questa storia. Raccoglierò tutto il materiale e dimostrerò che gli USA non possono farsi paladini del mondo dei diritti e della giustizia, perché sono peggiori degli altri.*****

    Sono appena 13 i paesi al mondo che permettono la condanna all’ergastolo di minorenni, ma in tutto il pianeta, al di fuori degli Stati Uniti, esistono appena 12 altri casi di minori che stanno scontando la pena dell’ergastolo. Gli altri 2225, il 99,6%, stanno scontando l’ergastolo nel paese della statua della libertà.

  68. Bisqui

    Tisbe io li ho trovati, non è che ti sei sbagliata?

  69. Tisbe

    C’è Un errore “ma ho detto a me stessa”

  70. Tisbe

    @Bisqui, non mi sbaglio, non ci sono più e non posso nemmeno commentare … esempio illuminante di pluralismo e attitudine al dialogo … credo bene che si vada a bombardare quando gli altri non sono in accordo…me ne vado a dormire che è meglio!

  71. Bisqui

    A domani allora, ‘notte

  72. utente anonimo

    Ciao Bisqui sono Edmund, da un paio di giorni, da quando hai spostato la colonna da destra a sinistra, con Firefox ti si vede tutto scombinato, mi sa che ti conviene rimetterci mano.

    Ciao

    Edmund (fuorisede)

  73. Tisbe

    @Bisqui, vorrei soltanto aggiungere che non ce l’ho con te. Sei disponibile al dialogo come Camelot, ed io apprezzo molto questo sforzo. ‘notte

  74. Bisqui

    Edmund,

    non ti perdi nulla 😀 non ho ancora tradotto l’articolo 🙂

  75. Marygio

    CIAO BISQUI!!!!!!!!

    BUON LAVORO E BUONA GIORNATA

  76. EugenioCazzidui

    A dire il vero anche in Israele con le torture non ci vanno mica piano, eh.

    Non capisco perchè dovremmo cambiare il corano o, in alternativa, prenderli a mazzate finchè non cambiano loro. A parte che prenderli a mazzate sortisce l’effetto opposto, com’è ampliamente dimostrato, rimango convinto della necessità di lasciare ogni civiltà del pianeta al suo autonomo sviluppo.

    L’Iran è un laboratorio in cui si sta fabbricando il futuro dell’Islam, in cui si avvicina la separazione fra Stato e Religione. Davvero volete anche lì un po’ di Democracy Enforcement?

  77. Bisqui

    Eugenio,

    se leggessi bene ti accorgeresti che ho detto la stessa cosa.

  78. EugenioCazzidui

    Scusa, è che ieri avevo lasciato a 40 commenti e non mi andava di spararmene 30 e passa tutti di fila.

  79. Bisqui

    😀

  80. Leslie

    Tisbe, sul discorso della pena di morte. Le democrazie liberali che mantengono al pena di morte sono 13 su 57 (dato complessivo dei paesi mantenitori), questo a dimostrazione che la forma di governo incide parecchio sul mantenimento o meno di questa pratica. Del resto, sono d’accordo anch’io che gli Usa sono particolarmente sordi sotto questo punto di vista, infatti quello che ti volevo dirti nel commento dell’altro giorno era proprio che le organizzazioni che si battono contro la pena di morte (almeno quelle serie) non fanno sconti a nessun paese, combattono questa pratica sia nei paesi non democratici che in quelli democratici, Usa compresi. Poi, se ti guardi i dati, vedi che in America c’è un leggero calo delle esecuzioni, e c’è comunque un dibattito aperto su questa questione. Poi dimentichi un’altra cosa: sulle esecuzioni Usa ci sono dati certi che ci resocontano chi viene giustiziato, in che modo e perché, in altri paesi la pena di morte è ancora un segreto di stato, per cui ci sono esecuzioni delle quali non siamo e probabilmente non saremo mai a conoscenza, magari esecuzioni di oppositori politici o gay o donne adultere o persone appartenenti ad una religione non tollerata dalle autorità. Insomma, bisognerebbe analizzare la questione “pena di morte” più a fondo, fermo restando le premesse che ho elecato sopra. E poi, dicevo, c’è un dibattito costantemente aperto che è quello che fa sì che, come i dati dimostrano, la parte di opinione pubblica favorevole alla pena capitale negli Usa è in diminuzione, poiché il sistema americano è fatto in modo tale che possano essere trovati e resi noti gli errori giudiziari, e questo incide molto. Incide il fatto che si tratti di una democrazia liberale, dove c’è dibattito e informazione, processi e sentenze che possono essere ridiscusse.

    Detto questo (e sintetizzando) nessuno dice che gli Usa siano il “paradiso terrestre”, ma fare equivalenze sommarie, soprattutto non tenendo conto delle differenze e delle possibilità di autocorreggersi che solo le democrazie liberali hanno, continuo a credere che sia un’impostazione che vada superata.

  81. Edmund

    Pena di Morte…..

    Ovviamente contrario.

    Capisco di più la vendetta, del singolo, che poi se ne assume le responsabilità.

    Tu tocchi mio figlio, io ti ripago di uguale moneta e poi PAGO le conseguenze.

    Su questo argomento oggi c’è u post sul blog di Beppe Grillo “Organi freschi” (che magari a voi non è molto simpatico, ed io non è che sbavo per lui) sulla Cina, che mi ha MOLTO colpito.

    E chi frequenta il mio blog, sa quali legami e affetti mi legano a questo paese.

  82. Tisbe

    @Leslie, non mi riferisco solo alla pena di morte … sul mio blog c’è un post abbastanza illuminante … per quanto mi riguarda gli americani non possono afre al predica a nessuno! Inoltre io non credo nel liberismo. Non ho tempo per scrivere un post articolato su questo tema, ma appena possibile lo farò

  83. grendel00

    Gli amricani possono fare prediche a chiunque sin dal lontano 1776, islandesi esclusi.

    Un post sul liberismo? Interessante, non vedo l’ora: mi aspetto, ovviamente, citazioni e riferimenti a Smith, Croce, Hayek, Friedman…

  84. MindPrison

    Forse la potranno fare a te la predica. La vostra predisposizione a pecorina davanti a loro, renderà di certo le cose più agevoli. Un oliata aggiuntiva è eccessiva, e ti toglierebbe anche quel piacere.

    Bisqui, vieni a farti un giretto da me.

  85. utente anonimo

    Come ho già detto altrove il supporto, anche solo indiretto, che il movimento pacifista fornisce a tiranni e criminali la cui matrice ideologica nazionalsocialista è ampiamente documentata e storicamente provata, è quantomeno imbarazzante, quando non proprio rivoltante.

    Quindi i primi a cui CHIUNQUE può fare una predica siete voi. Quanto alle pecorine, le rimando al mittente, visto che avete più di mezzo secolo di esperienza in merito, da Marcel Deat ai giorni nostri.

    Grendel.

    P. S.: Non mi sembra di avere letto parole di solidarietà per Israele dopo l’indecente attacco di Amadinejad. Mi è sfuggito qualcosa oppure il lupo perde il pelo ma non il vizio, “camerata”?

  86. Monsoreau

    C’è chi combatte per il bene comune e chi per renderci tutti più poveri.

    I pacifinti. è vero, riprendo uno dei primi commenti che ho letto, sono la miglior benzina dei tiranni diogni ordine e grado.

  87. EugenioCazzidui

    Non si capisce per quale motivo il nazionalsocialismo (non l’hitlerismo) debba essere tutto questo male assoluto, ma qui mi pare di gettare perle ai porci.

    Ad ogni modo Amadinecc. si è limitato a istigare i suoi ad aver fede nelle profezie di Kohmeini, che parlò di un mondo senza Sionismo e senza USA. Vorrei inoltre ricordare come l’”attacco” sia stato perpetrato contro “il regime di occupazione di Qods”, non contro gli ebrei in quanto tali; come siano in effetti Israele e gli Stati Uniti a minacciare concretamente, da un bel po’ di tempo, di bombardare l’Iran da un momento all’altro; di come Bush non si sia fatto complimenti nello sparare a destra e manca appellativi quali “Stato Canaglia”.

  88. caposkaw

    fai veramente delle distinzioni di lana caprina…

    tu credi che un’arma atomica faccia distinzioni tra ebrei e non ebrei?

    se è così, sei aldilà della stupidità…

  89. EugenioCazzidui

    Non capisco quale mia affermazione ti abbia portato ad una considerazione tanto inutile e idiota, ma vabbè.

    chi ce l’ha l’arma atomica, gli ebrei o i non ebrei? (La complessità della domanda potrebbe sopraffarti, quindi ti rispondo: gli ebrei).

  90. ephrem

    Apprendiamo con piacere da parte di Cazzieschiamazzi che Indiani e Pachistani si sono tutti convertiti al giudaismo…

  91. ephrem

    ps.: Cazziasprazzi dovresti mettere una zeta come zorro dopo ogni tuo intervento… :))

  92. EugenioCazzidui

    Dovresti accendere il cervello prima di fare un qualsiasi intervento… :)) così magari capiresti che indiani e pachistani (con le iniziali minuscole) non c’entrano un corno col discorso Iran-Israele.

    Z

  93. Bisqui

    Ma gli Isdraeliani che male hanno fatto agli Iraniani per essere odiati in quel modo?

    Politica estera Iraniana? Esportazione del terrorismo? Ci facciamo qualche altra domandina Eugenio?

    O facciamo l’allegoria a priori di chiunque è contro Isdraele e gli USA?

  94. EugenioCazzidui

    Israele occupa territori palestinesi. Puoi obiettare senz’altro a tale affermazione, ma la posizione iraniana è chiaramente questa, tant’è vero che l’Iran mai ha riconosciuto lo stato di Israele. Il terrorismo palestinese, in quest’ottica, diventa lotta al “regime di occupazione di Qods”.

    Insisto: per quale motivo solo quest’anno tale manifestazione è stata “criminalizzata”, dato che si svolge da tempo, e gli slogan che girano più o meno sono sempre stati quelli? Ho letto inoltre interessanti articoli in cui si parla del discorso del presidente come di un “segnale”, una prova di forza lanciata nell’ambito di una faida tutta interna alla rivoluzione islamica.

  95. caposkaw

    inutile spiegare , tanto non capisci, ma ci provo.

    l’iran non confina con isreale. come può fare a cancellare israele dalla carta geografica, dato che nessun paese attorno a israele gli concederà il passaggio dell’esercito?

    con le armi atomiche.

    le armi atomiche distinguono tra che è ebreo e non?

    non mi pare proprio.

    quindi la distruzione dello stato isrealiano significa anche la distruzione del popolo palestinese, dato che ci vive attaccato…

    lo so che vivi in un mondo da cuculo, e appunto non provare a entrare nel mondo reale….

  96. grendel00

    Cazzidui è un nazibolscevico, è inutile spiegargli le cose. Lui vive nel suo mondo di fiabe ariane…

  97. ephrem

    affermazione dello Zorro de tor vergata: “chi ce l’ha l’arma atomica, gli ebrei o i non ebrei? (La complessità della domanda potrebbe sopraffarti, quindi ti rispondo: gli ebrei).” Ergo se i non ebrei non hanno armi atomiche, o indiani e pachistani si sono convertiti, o non hanno l’arma atomica, scegli. E la prossima volta accendilo tu il cervello, semmai trovi l’interruttore…

  98. EugenioCazzidui

    Diocristo, fra IRAN e ISRAELE chi è ‘breo? Fra ‘brei e non ‘brei, CHI HA LA BOMBA ATOMICA?

  99. jeanne00

    Eugenio, è inultile che ti arrabbi se non ti sai spiegare; susu, tranquillo… ma poi… questa storia degli ebrei non ti pare un po’ demodée? Israele è uno Stato sovrano, sei tu che vai a guardare a che religione appartengano i suoi cittadini, senza considerare che NON TUTTI gli israeliani sono ebrei…

    la prossima volta scrivi direttamente “giudeo”, che così ti si riconosce meglio.

  100. EugenioCazzidui

    A me pare di essermi spiegato bene! Comunque non ho nulla contro gli ebrei di per se’, per quanto Grendel si affretterà a dire che essere antisionisti è un modo politically correct di essere antiebrei.

  101. EugenioCazzidui

    Ebrei ortodossi uniti contro il sionismo

    http://www.nkusa.org/

  102. utente anonimo

    Mau ed Eugenio,

    avete dimenticato che già siete stati ripresi una volta.

    Vi ricordo che non tollero gli insulti personali.

    cancello i vostri commenti che non hanno nulla a che fare con il post.

  103. Bisqui

    non mi ha loggato, non sò perchè.

    BISQUì

Comments are closed.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: