Demolizione controllata? 7

L’articolo è stato spostato qui

15 Comments

  1. acommessadelloviessesulatuscolana

    facevo un corso di inglese a Tribeca e poi ho un pò lavorato su qualche set di film indipendenti girati a New York

    ho vissuto là 5 mesi, era il 1998

    la sera si andava spesso a prendere l’aperitivo sulle Twins…. e si balllava, c’era la musica sul tardi e si poteva vedere la città dall’alto

    ho anche delle riprese video fatte da lassù, che non ho il coraggio di riguardare

  2. arduous

    “Abbiamo visto solo 2 esplosioni sul lato destro e 2 al centro della facciata, quelle 4 cariche avrebbero fatto crollare una torre progettata per assorbire un impatto di un 707?”

    beh, effettivamente, quattro esplosioni per far crollar le torri mi sembran poche considerato che esse erano state progettate per resistere all’impatto con un boeing…

    sempre saluti

  3. utente anonimo

    Descrizione impeccabile… sei ingegnere?

    Ciao 🙂

    Siro

  4. Bisqui

    Laurea conseguita con studi militari, specializzazione in demolizioni 🙂

  5. PseudoSauro

    Carlo: diciamo “sabotaggio” che facciamo prima (collega). Comunque sei proprio bravo. Anche se non ho la tua preparazione, quello che ricordo della materia e’ che le strutture portanti in quasi tutti gli edifici convenzionali, stanno all’interno, e nel caso specifico al centro della struttura. Considerata l’enormita’ degli edifici credo che difficilmente si sarebbe visto lo sbuffo dell’esplosione dall’esterno… ma sai quante cariche avrebbero dovuto mettere? Avrebbero dovuto lavorare anni solo per piazzarle… ancora anni per verificare… e ci sarebbero stati fili dappertutto, mica si possono radiocomandare tutti i contatti… i complottisti sono dilettanti con parecchio tempo da perdere. senza dire del fatto che una “demolizione” del genere sarebbe stata la prima al mondo, date le dimensioni, e come sempre accade inquesti casi, sarebbe probabilmente fallita… ma avrebbero “come minimo” evacuato mezza Manhattan. Consiglia ai tui lettori increduli di prendere una busta di latte piena e premervi sopra… cosi’ vedranno tutti gli “sbuffi” che vogliono.

    Alla prossima spieghiamo come si fanno i bambini?

    P.S.

    ti ho messo quell’avatar che ho desunto da qui; se non ti va lo si cambia. 🙂

  6. utente anonimo

    Non avevo dubbi 🙂

  7. utente anonimo

    non ho capito se il wtc 7 è questo o questo

    inoltre, se hai finito il dossier, posteresti riferimenti originali a questa foto?

    saluti

  8. utente anonimo

    ero arduccio…

  9. Bisqui

    Ardu,

    non ho finito ancora, devi avere pazienza.

    Il WTC7 è quello che sta in entrambe le foto, tu sei architetto e dovresti sapere che il vetro polarizzato alla luce non da sempre lo stesso colore! Ed anche le facciate non è detto che debbano essere architettonicamente uguali.

    Comunque porta pazienza che al WTC7 ci arrivo…sto aspettando quelli di LC che piano piano cominciano a capire che poi le teorie complottiste hanno qualche falla! 🙂

  10. Aribandus

    Bisqui, dì la verità, sei stato tu a demolirle. Gli hai lanciato contro un pancake scaduto. :-DDD

    Grande! Bravo!

    Beh, ma due bombe carta, come quelle che si vedono dagli sbuffi, erano sufficienti a fare crollare tutto dai. he he. Sì ok, più 3-4 raudi, 1 magnum, e 4 Pirat. 😉

    Finalmente si vedono chiaramente, ero stufo di sbuffare da solo.

    Ecco, io gliele manderei come cartoline a Mazzucco. Assieme a questo filmato.

  11. arduous

    vabbè, tu sei l’esperto, io non sono tanto convinto che si tratti dello stesso edificio.

    a me sembra strano anche il fatto che la torre 2 avrebbe dovuto abbattersi verso sud mentre il wtc7 sembra stia a nord o, comunque, tra la torre 2 e la 7 ci sarebbe dovuta essere la 1 ma dalle foto che posti non compare, eppure è crollata dopo…

    aribandus, tu non fare lo spiritoso: un edificio progettato per resistere all’impatto di un boeing non può crollare a causa di quattro petardi ma c’è qualche altra cosa di lapalissiano che appare in ciò che scrivete… rasenta l’ossimoro architettonico!

    saludos

  12. arduous

    o meglio: la torre 1 compare ma la 2 nel crollo se ne allontana…

  13. Bisqui

    Arduous,

    non affrettarti in giudizi, aspetta di avere tutto il materiale in mano. La conclusione non è lontana ma neanche vicinissima perchè continuo a trovare materiale interessante, sopratutto foto.

  14. Aribandus

    Arduos, non fare caso a me, continua a seguire Bisqui.

    A me quadrava già il giorno stesso. Dopo aver fatto ricerche, mi è quadrato ancor di più. E comunque in tanti (ingegneri) l’hanno già spiegato. Erano progettate per reistere all’impatto di un 707 (non un 767) in fase di atterraggio, quindi a velocità ridotta, in caso di nebbia. E non era previsto il danno del carburante. Tantomeno quindi il danno serio alle colonne. E la combinazione delle 2 cose: danno alle colonne e incendio che ha colpito all’istante più di un piano per intero.

    Poi pure il Windsor di Madrid, in seguito all’incendio (sottolineo solo incendio) è in parte collassato. E proprio nella parte che aveva una struttura simile alle TT. E pure lì si sono sentite delle esplosioni.

    Bisqui, a John risulta che ogni torre contenesse anche parecchio alluminio.

  15. utente anonimo

    Bisqui ho ricevuto e provveduto ad aggiungerti al village.

    Come sempre ottimo lavoro, l’unico problema è che dovresti provare a ristrutturare certi cervelli, cambiare le connessioni, che sono un po’ incasinate o forse hanno dei vuoti che riempiono di fantasie malate e con loro non c’è proprio nulla da fare, semmai rischi di diventare parte del grande complotto, plutogiudomassofisioterapista.

    Eh si lo sanno anche i polli con l’aviaria che gli yankies sono imbecilloni e sbrigativi, per demolire due palazzi simbolo e distruggerne altri intorno hanno usato una rara e sperimentale bomba al laser che travestita da aereoplani, non dimentichiamo che erano due, con una abile gioco di specchi, hanno fatto vedere al mondo aerei che non c’erano, anche i pompieri erano finti. Ecco però di quest’ultima notizia non sono proprio sicura, mi sembra (da fonti non ufficiali) che ne avessero reclutati un po’ fra i depressi del ricovero dei matti e dopo averli travestiti da pompieri li hanno mandati a suicidarsi collettivamente.

    Che testa questi americani!!! Per fare footing anziché allenarsi al parco, si mettono i peperoncini nel sedere e viaaaaa verso la meta, una ne pensano cento ne fanno.

    Ciaooooooooooo Lisistrata

Comments are closed.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: