38 comments

  1. Bisquí,

    nelle immagini LIDAR le gradazioni di colore indicano l’elevazione, no?

    Perché se indicassero la temperatura, non avrebbe senso.

    FabioC.

  2. Bisqui says:

    Libero,

    non esagerare dai.

    Fabio,

    i colori indicano la luce riflessa o assorbita. Il LIDAR è un siatema di analisi delle immagini tramite la differenza di luminosità.

    il LIght Detection And Ranging è una tecnologia, stupefacente, studiata dalla NASA. Diciamo molto grossolanamente che funziona come un radar, l’analisi viene fatta sulla luce riflessa. Da questa specie di effetto DOPPLER vengono determinate le distanze.

  3. squitto says:

    allora: ci siamo fatti una quasi indigestione di filmati di demolizioni controllate.

    Ora ti dico la mia (nostra). A parte l’osservazione di buon senso di hermes al commento precedente, io dico molto semplicemente questo.

    Se voglio tirare giù un edificio ho due modi: o lo bombardo (dall’esterno) o ne mino le strutture portanti. In questo secondo caso, una volta esplose le cariche nei punti critici della struttura è il peso stesso dell’edificio che lo fa collassare su se stesso, giusto?

    Ora, nel caso delle torri cosa c’era bisogno di minare, se come si è detto la struttura portante era quella interna dove hanno agito sia l’impatto che il calore?

    Quando l’acciaio non ha retto più, è stato il peso stesso dell’edificio che ha fatto il resto, piano dopo piano.

    Il collasso delle torri può anche “assomigliare” ad una demolizione controllata, perché ciò che ha agito su di esse è stato proprio un cedimento strutturale interno. In alcuni filmati si pretende di mostrare alcune presunte esplosioni via via che la torre nord crolla su se stessa, esattamente nei piani subito sottostanti a quello che via via crolla. Non gli passa mica per la testa a questi di calcolare il peso di quella roba che sta venendo giù e la pressione (e il conseguente calore) che ha via via esercitato sulla struttura (e su quello che conteneva, impianti elettrici, di riscaldamento, eccetera). Oltre tutto l’aria (che doveva essere già ben calda) comprimendosi quasi istantaneamente si riscalda ulteriormente, e di certo questo, unito al drammatico aumento di pressione, non avrà lasciato indenni vetri, e strutture del genere. Queste strutture possono benissimo essere “esplose” ma non significa certo che fossero cariche esplosive…

  4. utente anonimo says:

    questa la so, questa la so!

    pv=mrt

    se aumenta la pressione aumenta, a massa costante, la temperatura… è così?

  5. Squitto se quelle delle Torri sono demolizioni controllate io sono babbo natale.

    Purtroppo anche il più scettico di fronte all’amministrazione BUSH deve mettersi il cuore in pace perché la cosa più logica è stata quella che abbiamo visto tutti!

    Io credo che se non ci fossero stati i filmati dell’attacco alle torri oggi staremmo sicuramente discutendo se le torri sono state attaccate da un missile o da un aereo!

    Concentriamoci a smontare le loro FOLLI TESI e piantiamola con questi buffoni!

    CIAO CARLO

    Kagliostro

  6. Equazioni di stato? Ho passato gli utlimi 3 anni a usare quasi ogni giorno equazioni di stato: gas ideale, Van DerWaals, Peng-Robinson, SRK, Span-Wagner per la CO2…

    Comunque… se una massa di gas viene compressa piú rapidamente di quanto il calore possa essere asportato, si ha il riscaldamento adiabatico. E’ il meccanismo che consente ai motori diesel di funzionare.

    Comunque non credo che sia stato un fenomeno determinante nel caso del WTC. Certo la compressione causata dallo schiacciamento di un piano é piú che sufficiente a rompere le finestre. 1 bar di pressione esercita una forza di circa 10 000 kg per metro quadrato… (se non ho sbagliato i calcoli dopo tre birre).

    FabioC.

  7. squitto says:

    anonimo # 5

    pv=nRT, la massa c’entra poco.

    Pressione, Volume e Temperatura. N è il numero di moli del gas che si sta considerando.

    Kagliostro: figurati se io dico che quelle erano demolizioni controllate… solo che siccome LORO ci credono bisogna spiegargli anche l’abc…

  8. squitto says:

    la massa non c’entra niente per il semplice motivo che l’equazione di stato si applica alla fase gassosa, e non ha nessuna importanza quanto pesi la sostanza in fase gassosa di cui ci si sta occupando, ma il volume che è in grado di occupare, dilatandosi o restringendosi. La massa non interessa, sono le variazioni di volume in funzione della temperatura e della pressione che hanno importanza. E questo volume è funzione del Numero di Moli.

    La mole di una qualunque sostanza in fase gassosa occupa a c.n. lo stesso volume.

    Legge di Avogadro.

  9. Bisqui says:

    Santa università di Pisa!

    Squitto hai ragione da vendere, tu come Grendel!

    Fabio,

    ci preoccupiamo di 1 bar quando son venute giù tonnellate di cemento e ferro? Smaltisci le birre 🙂

    Libero,

    sei giovane, studia che altrimenti diventi come loro

    Anonimo,

    un ripassino?

  10. Bisqui says:

    Squitto,

    ti ricordi il tuo post con quel problema di termodinamica? E di quell’altro riguardante la teoria del caos?

    Ieri, meccanica vettoriale.

    Oggi, fisica 3

    Mica siamo poi tanto vecchi!

  11. Bisqui says:

    Ci avrei scommesso! Lo pensavo mentre lo stavo facendo. Sono curioso di sapere Grendel…

    Io un’ideuzza la ho!

  12. utente anonimo says:

    l’ho fatto, l’ho fatto il ripassino. Ho letto il meglio testo universitario esistente al mondo: wikipedia!

    La mole (simbolo mol) è una delle sette unità di misura base del Sistema Internazionale. Viene definita come la quantità di sostanza di un sistema che contiene un numero di entità elementari pari al numero di atomi presenti in 0,012 chilogrammi di carbonio-12.La mole è definita anche come la quantità di sostanza ricavata dalla massa atomica ma espressa in grammi. Quando si utilizza la mole si deve specificare l’entità elementare a cui ci si riferisce.

    In pratica la mole è la quantità in grammi, pari (uguale, corrispondente) alla massa molecolare (o massa atomica) dell’elemento o molecola, e in termini matematici si esprime come mole= grammi/massa molecolare (o atomica).

    Ad esempio, data la massa atomica del sodio, 22,99, 1 mole di sodio corrisponde a 22,99 grammi (quantità in grammi uguale alla massa atomica).

    Altro esempio, il caso di una molecola, data la massa molecolare dell’acqua (H2O), 18,016, 1 mole di acqua corrisponde a 18,016 grammi (quantità in grammi uguale alla massa molecolare).

  13. squitto says:

    per la verità la ho anch’io… ;-))

    comunque cosa mi dicevi della teoria del caos e del secondo principio della termo?

    e ancora: ha senso il meccanismo semplificato del collasso delle torri che ho scritto?

    comunque c’è stato un “percorso” abbastanza chiaro nella distruzione del WTC, ma devo caricare l’immagine rielaborata da emi in base alla foto n°8 che hai postato prima e poi la metto, Dammi solo poco tempo.

  14. squitto says:

    allora, osserva bene le parti in nero. La mappa è la stessa che ti ho messo nel post precedente, ma eMi ha evidenziato in nero gli edifici (o le parti di essi) completamente distrutti (=rasi a zero) dopo il crollo delle torri.

    Se tu vedi, la torre nord (colpita da nord, l’aereo proveniva praticamente dalla Broadway) ha fracassato prevalentemente gli edifici a nord di se stessa; la torre sud è stata colpita da sud, ed in alcune immagini appare al momento dell’inizio del crollo inclinata, verso sud. Essa ha distrutto il WTC3 (il Marriott) e vari altri edifici sempre comunque nella parte sud del WTC.

    Entrambi gli edifici hanno fatto più danni rispettivamente dalla parte dalla quale erano stati colpiti.

    Controlla tutto e dimmi se questa ricostruzione ti risulta compatibile.

    Ho passato ore sulle immagini dell’impatto, del crollo, le prospettive, le angolazioni.

    Comunque dimmi se c’è qualcosa che non ti torna.

  15. squitto says:

    anonimo:

    vaporizzami le moli, calcola quante sono, e poi controlla quanto volume occupano, per favore.

    Poi vaporizzami lo stesso numero di moli del pinco pallino che ti pare e controllami quanto volume occupano.

    Siccome l’equazione di stato l’hai citata te, lascio a te il compito di farlo.

  16. Bisqui says:

    Squi,

    vado veloce che dovevo già stare a ninna.

    Si in linea di massima ai ragione. Minando la base di una qualsiasi costruzione quella viene giù. Dipendentemente dalla progettazione, diciamo che in alcuni casi basta una carica.

    Nel caso delle torri, fortunatamente è stata proprio la loro costruzione particolare ad impedire pericolosi adagiamenti su un lato. La struttura esterna era quella elastica e progettata per ridistribuire le torsioni e le flessioni su tutta la struttura. Infatti nelle riprese, dove c’è un riscontro comparativo si vede benissimo che all’impatto la torre sud ha un momento torcente ma poi riprende l’assetto originale.

    Perchè è caduta per prima? Perchè essendo stata colpita più in basso e per di più su un angolo, il peso sostenuto (dal taglio in su ) era maggiore della gemella.

    Altro fatto, la struttura interna che costituiva la spina dorsale delle torri è stata troncata di netto. L’effetto si vede benissimo al momento del crollo, con l’antenna posta sul tetto.

    La parte centrale dei solai, non più sostenuta a dovere ha iniziato a crollare, tirandosi dietro anche la struttura esterna (che poverina continuava il suo ruolo raddrizzante). L’evidenza è nelle foto e nella ricostruzione 3D. Al posto dei solai c’è un cratere ed al posto delle torri, sono rimasti quei “fortini” costituiti solo dalle strutture esterne.

    Ne riparliamo con più calma al mio ritorno, ciao e miraccomando non bacchettare troppo Arduous, neanche quando fa finta di essere anonimo 🙂

  17. Bisquì

    Farò del mio meglio per seguire le tue orme, e ogni guiorno mi pimpegno nella lettura di libri e documenti. Se hai qualche consiglio bibliografico lo accetterei volntieri.

  18. arduous says:

    in primis ascolta Bisquì e non maltrattarmi, neanche quando sono anonimo, capito?

    secondo, ti arrabbi troppo facilmente… passami efremh, gli devo di’ ‘na cosa, è importante!

  19. squitto says:

    ardu’, io mica m’arrabbio.

    Ti sembro arrabbiata? Io sono ANNOIATA

    Spe ti passo Ephrem, intanto scrivi pure quello che gli devi dire

  20. ephrem says:

    Arduous, noi gli anonimi li si maltratta a prescindere… :))

    Sto apettando e non vorrei fare tardissimo stasera…

  21. arduous says:

    ephrem ma ti sembra normale che una così graziosa fanciulla debba passar notte ANNOIATA e a scovar prove d’improbabili demolizioni non controllate? Lo vedi che s’arrabbia e poi va dicendo di non arrabbiarsi?

    su su efrem, mannaggia la capoccia tua, vuò fa l’omm o no?

    mò me ne vado sennò qui mi arriva ‘na mitragliata ‘e paccheri… cià buonanotte

  22. ephrem says:

    guarda che la ragazza s’annoia alle cazzate sparate da certi anonimi, 24 ore son tante e se uno vuole dilettarsi non deve necessariamente attender notte…

    e tu che fai a quest’ora? Non c’è una gentil signora che ti consola dopo che una donzella smonta le tue cantonate? :))

  23. hawkmoon269 says:

    anche questa panzana diventerà un mostro di lockness… che di tanto intanto riemerge ed apre nuove polemiche…

    del resto anche sulla luna NON ci siamo mai andati… lo sapevate?

    caio

  24. hawkmoon269 says:

    quello che non mi torna:

    ma le cariche le hanno piazzate QUANDO LE HANNO COSTRUITE o il giorno prima, travestendosi da LAVAVETRI in modo che nessuno sospettasse?????

    il dubbio mi uccide…

  25. arduous says:

    buongiorno, sono il dottor arduccio… comodi comodi, state seduti.

    la gentile squitto mi chiedeva nei commenti al post precedente di esporre una mia teoria. orbene, la cosa che mi viene da dire è che qui: tra blog, giornali, documentari e televisioni si sta spattacolarizzando una faccenda che ha visto la morte di migliaia di persone. sta diventando un reality show, una sorta di processo biscardiano dove tutti si sentono in diritto di urlare la propria anche senza saperne un cacchio, una telenovela mediatica basata su fatti drammaticamente veri e tutto ciò, francamente, mi puzza un po’.

    il complotto, secondo me, sta soprattutto in questa fase che noi stiamo vivendo e stiamo contribuendo in prima persona a fomentare… perché tutto sto casino a cinque anni di distanza? questo proprio non lo so. forse per mantenere viva la tensione tra noi occidentali? non so…

    ritornando al tema: vedi hawkmoon, io non so se sia vero o no ma il giornalista presente l’altra sera a matrix ha detto che il wtc nei weekend precedenti all’attentato è stato completamente evacuato per almeno un paio di volte e non è stato consentito l’accesso a nessuno se non a squadre (forse fbi) di persone scelte. inoltre nell’ultimo mese sembra sia stata vietata o comunque esclusa la presenza di cani antibombe all’interno del wtc… sarà vero? boh…

  26. squitto says:

    anche quando sono andata io a NY (maggio ‘99) le torri erano chiuse. Che le stessero già minando? D’altra parte non penso che per minare due bestioni del genere bastino un paio di giorni.

    Fracassi (il “giornalista” che c’era l’altra sera da Mentana) ne ha sparate di così grosse che può aver detto quello che vuole. Tra un po’ si arriverà a pensare che Bush ha starnutito e il WTC è crollato per quello. Anzi, si troverà pure qualcuno che lo dimostra.

    Le chiacchiere restano tali a qualunque latitudine; Bisqui sta facendo qui un lavoro molto serio postando delle foto e dei documenti sui quali possiamo ragionare, le chiacchiere da bar sport lasciamole ai Biscardi che non sanno come riempire quelle ciabatte che hanno al posto della bocca… (e li pagano pure, per giunta).

  27. ephrem says:

    Vedi Arduous, tu apri il tuo commento con un ragionamento assolutamente condivisibile, poi lo chiudi con un’affermazione contradittoria e basata su sospetti il wtc nei weekend precedenti all’attentato è stato completamente evacuato per almeno un paio di volte e non è stato consentito l’accesso a nessuno se non a squadre (forse fbi) di persone scelte. Allorchè noi tentiamo di ragionare sui documenti, sulle immagini, sulle testimonianze.

    Chiediti chi è che ha tutto l’interesse di mettere in primo piano questa vicenda, troverai la risposta, risposta che, d’altronde, conosci bene. Infatti tu non ci hai esposto una tua teoria, ma hai citato un brano dell’intervista di Fracassi, il quale sappiamo bene da che parte sta.

  28. grendel00 says:

    “comodi comodi, state seduti.”

    Mi alzo solo per le signore, io.

    “perché tutto sto casino a cinque anni di distanza?”

    Bella domanda! Proprio adesso che si stanno rendendo pubbliche le traduzioni dei documenti trovati a Bagdhad, dove si evince che Saddam effettivamente…

  29. nemrut says:

    Niente commento tecnico, non sono in grado, ho letto con interesse i vostri.

    Personalmente ritengo che parlare di demolizione controllata sia mollto azzardato.

    Ma quando c’è di mezzo la sinistra anche gli asini possono volare.

    un Saluto

    Zanzara

    OT. splinder mi ha riconosciuto..incredibile :DDD

  30. NeB says:

    Cavolo, ma qua ci sono delle grandi menti… Altro che Bunker:P

    Noi facciamo sempre festa e stiamo col martini Bianco in mano…:DDD

    Cmq prima di giudicare (al di là del fatto che non ho le competenze tecniche per farlo), aspetto di vedere dove vai a parare…

    Poi, qualora non l’avessi capito, ti dirò come la vedo io (non che di geopolitica, invece, sia un mostro, però una mia opinioncina ce l’ho…:))

  31. utente anonimo says:

    Spero davvero sia una cosa campata in aria. D’altronde le ipotesi di complotto, per taluni argomenti, fanno decisamente acqua.

    Ciao Wild Thing

    P.s. Grazie di essere passato…

  32. Bisqui says:

    NeB,

    ciao. Benvenuta alla base dei diavoli neri.

    Nessuna mente ma tanto studio nelle più prestigiose università italiane ed americane.

    Invitateci alle vostre feste e vi renderete conto che anche i “seri” come noi sanno divertirsi.

    Ti aspetto!

    Zanzara!

    Che piacere. Dobbiamo sentirci, vorrei essere messo al corrente dei tuoi progressi informatici 🙂

Comments are closed.