Cristiani con le palle

Giacarta, 22 set . (Adnkronos/Dpa)
Disordini sono scoppiati in varie regioni dell’Indonesia a seguito dell’esecuzione dei tre indonesiani cattolici, Fabianus Tibo, Marinus Riwu e Domingus Da Silva, accusati di aver organizzato il massacro di 122 musulmani nel 2000. Incendi dolosi e saccheggi hanno accolto nell’isola di Sulawesi, quella in cui i tre sono stati fucilati, la notizia dell’avvenuta esecuzione, hanno reso noto i mezzi di informazione indonesiani. A Kupang, capitale di Timor ovest, una folla di cristiani ha lanciato pietre contro l’edificio della procura bloccando le strade, secondo quanto riferito da un portavoce della locale polizia.

Da ricordare che il processo è stato sommario e che le richieste di tutte le organizzazioni umanitarie per una grazia o un giusto processo sono state respinte.