Ipocrisia continua della sinistra

omniroma92437421811185516_bigNel precedente articolo abbiamo parlato di come ipocritamente venga fatto abuso della parola “pace”. Ecco il risultato che si è ottenuto a Roma , potete vedere una foto emblematica qui.

Chi è il responsabile di tutto questo? Sicuramente la sinistra, quella stessa sinistra che si appella alla legalità  e contemporaneamente ne ignora completamente le prerogative. Le dichiarazioni di diliberto, docente di Diritto romano alla Sapienza di Roma e amicissimo dei terroristi ne è una dimostrazione. Come si fa ad affermare che in palestina esistono “territori occupati” se non esiste uno stato da poter essere occupato? Il professore per caso non conosce il diritto internazionale o faziosamente fa finta di misconoscerlo?

Cominciamo dall’inizio. L’ONU con una risoluzione decide la creazione di due stati, quello palestinese e quelli israeliano. Quello palestinese è ancora in attesa di essere creato non ostante i miliardi di miliardi di dollari che tutti gli stati del mondo hanno regalato ai palestinesi e le guerre intestine tra diverse fazioni politiche e religiose.

Insomma si fanno guerra tra di loro e combattono anche contro Israele reo di essere una nazione governata da una democrazia compiuta.

C’è un fatto che deve far pensare, tutti sfruttano i palestinesi per i propri scopi ma poi li isolano.

Ora, tutta la propaganda di menzogne che sono state diffuse create ad arte, vogliono il loro risultato che è quello di aver completamente capovolto la realtà .

Gli “imbecilli” al seguito di questi “criminali politici”, sono cresciti con lo stesso rispetto della legalità  dei loro capò. Non sanno nulla, ma nulla di nulla, non sono capaci di discernere. Sono degli automi che agiscono al seguito di un “programma” che li comanda e giuda. I fatti di Roma e di Milano, con gli slogan, le urla ed il vilipendio di bandiere nazionali e della verità  sono la logica conseguenza della continua insinuante disinformazione fatta dai capò della sinistra. Loro devono chiedere scusa ai ragazzi dei centri sociali, non il contrario. Loro devono  rendere pubblico che li stanno manovrando che malignamente li hanno imbottiti di menzogne. Loro si devono dimettere e dovrebbero sotterrarsi di vergogna per la loro ipocrisia e cattiveria.

Gli Italiani e non gli italioti dovrebbero chiedere il conto a questi pezzenti della politica di quello che ci hanno regalato dal ’68 fino ad oggi.

Io sto con la giustizia, quella vera, mi schiero con i nostri soldati e sarò al loro fianco fino a quando la salute me lo permetterà  e chiedo una volta per tutte che israele sia lasciato in pace e chi ha determinato la “questione palestinese” paghi il conto all’umanità  ed alla storia.

13 commenti su “Ipocrisia continua della sinistra

  1. Fratello sono basito ed offeso da quanto accaduto ieri a Roma, questi non se lo meritavano proprio che rischiassimo la pelle per loro, che schifo.

  2. Fratello,
    non mi meravigliano le zacche, quelle si sa che non hanno sentimenti tantomeno la riconoscenza. Sono talmente tanto accecati dalla loro ideologia che non capiscono che anche le forze armate hanno un ruolo nella società…vedi Libano (anche se secondo me è una missione inutile).Ha ragione Veneziani, dovrebbero essere vittime delle loro azioni, chissà se capirebbero.Verrà anche per loro il giorno della verità, non me lo auguro ma continuando così incontreranno un lenin o uno stalin che gli farà assaggiare lo scudiscio e gli darà tante di quelle botte per mettere a paro con quelle che non gli hanno somministrato i genitori.

  3. La manifestazione di Roma snebbierà il cervello di chi ha votato a sinistra il 10 aprile ?
    Ne dubito (sai com’è, sono quelli del “non capisco ma mi adeguo) ma … spes ultima dea.

  4. Ciao Mons,non credo che i coglioni capiscano quello che sta succedendo, se ne accorgeranno quando si troveranno a dover dividere il loro appartamento con 4 o 5 famiglie di immigrati.Led,mi fa piacere leggere i tuoi commenti ma fammi un piacere, correggi il tuo linguaggio.I comunisti sono “comunisti ” e non “fascisti“, quelli sono “banditi” e non “squadristi“. Chiamarli “nazisti” o “fascisti di sinistra” significa legalizzare il loro comportamento da “banditi bolschevichi“. Non chiamarli con il loro nome significa nascondere una realtà che ci sta opprimento.Ricordati che : il marxismo ha causato i peggiori tormenti all’umanità ed il maggior numero di morti che qualsiasi ideologia abbia potuto fare.

  5. I fascisti dela sinistra hanno colpito ancora. Gli stessi che irrompono come squadristi nelle vie di Milano incendiando macchine e distruggendo vetrine, gli stessi che inneggiano alla strage ad opera dei terroristi a Nassirya, gli stessi ancora che bruciano bandiere di Israele (in bell’odore di nazismo). Intanto nella mia città si è appena inaugurata una bella piazza in onore dei caduti di Nassirya alla facca loro.

  6. Il fatto che gli ebrei, che pure hanno subito pogrom ed espulsioni, abbiano trovato NAZIONALITA’ in Israele, mentre i palestinesi continuano a fare i profughi basta a spiegare perchè non hanno ancora uno stato…
    e se noi abbiamo docenti di diritto con quello da te menzionato… che dire di più???
    ps. tu sei dotato di skype? ciao

  7. C’è un fatto che deve far pensare, tutti sfruttano i palestinesi per i propri scopi ma poi li isolano.
     
    hai perfettamente ragione: è come quelle storia al TG in cui la ritardata del villaggio viene sfruttata per appagare gli istinti di qualche compaesano sfigato. I palestinesi sono la ritardata: tutti se li fottono, e poi per pagare la “prestazione” al massimo gli pagano un caffè, tanto loro non capiscono una mazza.
    Loro sono sfigati, quindi, ma cosa sono gli “sfruttatori”? (domanda retorica e facilissima, specie visti appunto gli esempi di cui sopra…)

  8. In fin dei conti a quei criminali che come lumache escono alla luce ogni momento loro propizio non interessa nulla, ma proprio nulla,
    nè della causa palestinese nè della pace tra i popoli. C’è soltanto un desiderio represso di violenza che viene manifestato con
    altrettanta violenza soltanto per soddisfare il loro becero ego. Il problema è che poi, come sempre, le azioni commesse restano
    impunite.
    Ciao Bis

  9. Scusami Bisquì ma il fatto che li chiamassi fascisti voleva proprio escluderli dalla legalità vist che il partto fascista è illegale, ma purtroppo quello comunista è ancora lecito qua in Italia nonostante, come dici correttamente l comunismo abbia prodotto più massacri del nazismo.. Per il resto il “fascista” si riferiva ai modi e non agli obiettivi. Forse è corretto il termine usato da Perla nel suo ultimo post: fascionisti.

  10. Ciao Well ed Alex,
    in effetti le ambulanze non dovrebbero saltare per aria. Infatti anche la magistratura ha qualche dubbio.
    Il fatto è che invece i giornalisti non hanno dubbi, per loro quella era la mezzalunarossa.
    Certo che se fossero meno ipocriti e pubblicassero le foto con le ambulanze che trasportano terroristi e munizioni, l’opinione pubblica saprebbe decidere da sola.
    Nell’articolo che feci tempo fa c’è una foto che riprende i terroristi dentro un’ambulanza, credo che quella basti per far capire con che razza di guerra, giornalisti, magistratura e poiltici abbiamo a che fare.

I commenti sono chiusi.