Ci Risiamo!

Cambia la nazione ma gli attori sono sempre gli stessi.

Adesso venitemi a dire che nel Kabardino-Balkaria c’è il petrolio e interessi Americani!

Possibile che nessuno vuole ammetere che questa è una strategia mondiale?

Possibile che quello che accade dall’Atlantico al Pacifico siano solo visioni di una destra intollerante?

Caucaso: la guerriglia attacca, oltre 60 morti

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2005/10_Ottobre/13/caucaso.shtml

Kabardino-Balkaria, regione ad alto rischio

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2005/10_Ottobre/13/scheda.shtml

19 Comments

  1. Lisistrata

    caro Bisquì chi non ha orecchie per intendere, non intende, lo stiamo gridando a gran voce da tempo, postiamo documenti, prove, immagini…. non c’è nieete da fare. L’elettroencefalogramma rimanda un ritmo piatto, è la mortecerebrale quella che hanno raggiunto.

  2. Bisqui

    Cara Lisi, come vedi nessuno è venuto qui, tranne te.

    Questo è un’argomento scomodo, più facile dare addosso agli USA qualsiasi starnuto facciano.

    Ma io sai che faccio? Sto post lo ripresento tra una setimana. Con tutti gli altri che vanno ricordati e batterò il martello fino a quando non si farà un pò di luce.

  3. EugenioCazzidui

    Potresti esplicare quali sono le tue posizioni e le tue opinioni?

    Io credo bisognerebbe, almeno per il momento, cedere alle richieste degli indipendentisti.

  4. utente anonimo

    cedere?

    e se cominciano a ammazzare un po’ di gente solo perchè cristiana?

    che fai, dici “mi sono ,sbagliato , scusate?”

    ti posso dire che sei una testa di cazzo?

    un mau rabbioso

  5. Bisqui

    Eugenio, se voglio l’indipendenza combatto per il mio suolo.

    La resistenza Italiana non è andata a combattere a Timbuctù. Ha combattuto in Italia per liberare l’Italia.

    Questi vanno in giro nel mondo a seminare morte, come i palestinesi. Che razza di indipendentisti sono?

  6. Bisqui

    Che significa almeno per il momento? ma che l’indipendenza è un contratto a termine?

    Eugenio che ti sei fatto la birra senza invitarmi e te la sei bevuta tutta?

  7. MindPrison

    Bisqui, forse quì non è venuto nessuno perchè la faccenda non è molto nota e definita. Io per esempio evito di commentare, non conosco approfonditamente l’avvenimento (vorrei, ma mi manca il tempo materiale per studiarlo attentamente), ed evito quindi di parlarne. Un esempio che dovrebbero seguire in molti, e non solo su questa faccenda.

    Ma sono sicuro che gente come mau sosterrà che non ho commentato perchè l’argomento era scomodo o non avevo come dare addosso agli usa (ed è già successo infatti). In questo mondo di onniscienti, pare sia inconcepibile che una persona non sia ferrata su un certo argomento. Ed il fatto che taccia di conseguenza, è di sicuro una scelta di convenienza, non certo di coerenza. beh, ti dico… chisseneferga…

  8. utente anonimo

    beh, se ammetti di essere ignorante su una cosa… è addirittura ammirevole.

    me se dici di essere ferrato su un’altra cosa e poi ti riveli ignorante ….

    sei solo ignorante…

    un mau puntualizzatore

  9. EugenioCazzidui

    mau, me lo succhi il CAZZO?

    In amicizia, eh! =))

    Chi vuole l’indipendenza combatte e basta. La mia opinione è che sia il caso di dargliela, nonostante le testedicazzo tipo mau dicano stronzate tipo che gli indipendentisti ceceni si mettono ad ammazzare i cristiani senza motivo perchè sono arabi cativi kamikaze illiberali.

    “Per il momento” riflette una posizione assunta sul Limonka di qualche mese fa. Il senso dell’articolo era: “Abbiamo bisogno di una rivoluzione in Russia, non di una guerra in Cecenia”.

  10. utente anonimo

    allora , io ho detto:

    ti posso dire che sei una testa di cazzo?

    se tu mi dicevi no, io non lo affermavo. dato che fai così. te lo dico.

    sei una testa di cazzo.

    allora per tornare alle cose serie…

    la chiesa ortodossa ha santificato un soldatino di leva, che in qui giorni balordi dell’invasione della capitale cecena, era stato catturato dai guerriglieri. spogliandolo per torturarlo, notarono la crocetta al collo.

    gli offrirono la vita se si fosse convertito alla “vera fede” (la loro.)

    lui rifiuto, anche dopo essere stato torturato e torturato di nuovo…

    quindi , testa di cazzo, quelli i cristiani li uccidono perchè cristiani…

    capito resta di cazzo?

    senza amicizia.

    un mau didascalico

  11. Bisqui

    Eugenio, riflette, che cavolo vuol dire riflette, non hai una tua idea?

    2 ) che significa rivoluzione in Russia, destituire un presidente eletto da 100 milioni di Russi?

    Eugenio, ma sei stato ad interrogare i Russi? Guarda che com me caschi male, ho parenti lì e ci ho lavorato. Vorresti dire che la Russia è sotto una dittatura? Deve tornare Stalin? Da che parte vuoi parare?

    Ma che per partito preso si difendono tutti, compresi i delinquenti? Non dirmi che la Cecenia è un povero staterello che ti mordo il naso. Una banda di volgarissimi assassini ecco cosè la Cecenia. Un posto dove non esiste legge, dove il più forte, il più prepotente fa i cavoli suoi a danno della solita povera gente. La Cecenia è il posto dove il 90% dei proventi Europei di furti, spaccio e ruberie viene smistato sul mercato e tutto questo già dal periodo dell’URSS.

    Eugè, crediamo alla befana?

  12. MindPrison

    Mau, se tu rappresenti l’onniscienza, prefrisco l’ignoranza. ti mancano le basi dell’italiano, figuriamoci quelle della storia.

    Bisqui, un governo centralizzato, capillare nei controlli, feroce nella soppressione dei dissidenti, con la mannaia della censura sempre pronta, sordo alle richieste delle minoranze è una dittaura. La russia di adesso è una dittatura. I paragoni tra Putin e Stalin non reggono, sia chiaro. Ma di certo lì non si può dire che ci sia libertà e democrazia. se hai parenti lì, credo non abbiano problemi a confermarlo.

    Per quello che riguarda la Cecenia, prima che i ribelli facesserro fronte unico con i terroristi, la richiesta era semplicemente di tipo indipendentista. Tutto sommato, non mi sembrava eccessiva. Che poi episodi come Beslan abbiano sovvertito la situazione trasformando i ribelli i merdosi assassini è un altro paio di maniche. Purtroppo nella violenza spesso non si riesce a rispettare il limite. Ed è lì che che ribelli e assassini, resistenti e terroristi diventano una cosa sola. Da condannare.

  13. Bisqui

    Mind, nessun Russo si sognerebbe di destituire Putin. Non sapete quanto nazionalisti siano i Russi e quanto amino il loro paese. Questo presidente tra mille difficoltà di un paese completamente distrutto dal marxismo sta efficacemente rimettendo in moto l’economia statale.

    Per quanto possa sembrare strano, i Russi sanno qual’è bene per loro ed hanno pagato sulla loro pelle le bellissime faziosissime parole e politica marxista.

    Nessun Russo condannerà la russia di oggi e nessun Russo parlerà male delle Russia di allora, troppo nazionalisti.

    Ma se li ascolti bene, il Russo è una lingua molto articolata, nelle sfumature dei toni, capisci che sono solidamente attaccati a questa libertà e non hanno nessuna voglia di tornare indietro.

    Si ci sono i nostalgici, dove non ci sono? I nostalgici si morono de fame perchè non sono capaci di produrre indipendentemente e sai che sono?utti i dipendenti, burocrati del vecchio regime, gente parassita che ha sempre vissuto sulle spalle degli altri.

    Concludo.

    I Russi pur di riacquistare il posto di prestigio che gli compete si sottoporranno a qualsiasi sacrificio e nessuno potrà umiliare il loro orgoglio nazionale.

    Cecenia, stato indipendente della CSI. Inizia una lotta terroristica appena cade l’ex URSS. l’odio sopito dei mussulmani nei confronti degli ortodossi eplode in tutta la sua rabbia.

    Non ti dico chi sono i delinquenti ma facendo leva sulla differenza di religione provano ad affrancare la Cecenia dallo stato confederato. Nel casino, regolano i conti con la minoranza ortodossa che guarda caso è quella produttiva e ligia alle leggi.

    La storia va avanti da sola, gli “indipendentisti” prima di arrivare a Beslan (che non è in Cecenia ma in uno stato Cristiano) hanno messo bombe in centri abitati a Mosca, S.Pietroburgo….colpendo solo civili, mai che abbiano affrontato l’esercito Russo.

    Adesso, stà ficata, in un’altro stato Cristiano!

    Indipendentisti o terroristi mussulmani?

  14. EugenioCazzidui

    Mau “resta di cazzo”, la tua testimonianza è come al solito inutile.

    Se hai parenti in Russia saprai qualcosa del nuovo Zar Putin, della sua politica poliziesca, dei brogli elettorali, ecciecci. La rivoluzione la vogliono i Nazional-Bolscevichi, e suppongo sarebbe un’ottima cosa =))

    Quanto alla Cecenia, non essendo russo suppongo sarebbe più opportuno fare affidamento sulle voci che proprio dalla Russia arrivano.

  15. Bisqui

    Si Eugenio, bolscevichi. in Russia saranno si e no 20 dei quali la metà di età media 80 anni.

    Leggiti cosa ho scritto sopra che sei stato più veloce di me.

    Comunque, m’ammazzate la Russia, mi distruggete gli USA, ditemi qual’è lo stato ideale per voi? Un nome non un’idea, un nome solo un nome.

  16. grendel00

    Il Califfato Mondiale, ovvio.

  17. Bisqui

    Ragazzi, prima di riprendere la discussione, vi devo dire che gli insulti e le volgarità non sono accettate. Vi prego di mantenere un contegno decoroso e di rispettarvi a vicenda.

  18. Bisqui

    Mind,

    Un governo centralizzato, capillare nei controlli, feroce nella soppressione dei dissidenti, con la mannaia della censura sempre pronta, sordo alle richieste delle minoranze è una dittaura. La russia di adesso è una dittatura. I paragoni tra Putin e Stalin non reggono, sia chiaro. Ma di certo lì non si può dire che ci sia libertà e democrazia.

    L’apparato statale è ereditato dallURSS e dal KGB. Le “buone abitudini” sono talmente tanto radicate che ci vorranno 3 generazioni prima di fare un paragone con l’occidente. Putin stesso è un ex KGB. Ma ti assicuro che quello che tu individui come dittatura per loro è libertà, non immagini cosa era prima.

    Ti dico una cosa, al confine, quando andavo a casa, mi cacavo letteralmente sotto dalla paura, ogni caxxata era buona per garti sparire e in più io ero straniero e ex militare! &0 giorni per avere il permesso d’ingresso per 5 giorni nei quali potevo uscire di casa dalle 10,00 alle 13, 00 e dalle 17,00 alle 21,00. Questa era L’URSS esempio di democrazia.

    Adesso vado tranquillo, mi fermo a parlare coi doganieri, se incontro un agente della security gli faccio BBUUU! e nessuno mi dice nulla. Posso uscire, entrare, restare tutta la notte sulla spiaggia a guardare le stelle e tuttappiù se mi fermano è per controllare che non sia ubriaco.

    Certo no è l’Italia ma la differenza col passato è abissale!

    Ti sei fatto un’idea?

    Non possiamo guardare lì con il nostro modo di vedere così come non possiamo ovunque guardiamo. prima bisogna capire mentalità e abitudini poi si giudica.

    Imbrogli elettorali? Chi ha imbrogliato? E’ stato quasi un plebiscito per Putin, il secondo mandato, un successone. L’opposizione? Dei restauratori bolschevichi del regime marxista, si sono autoeliminati con le dichiarazioni di voler rinazzionalizzare tutto e tornare all’URSS. IMPOSSIBILE.

    Ti dirò di più, gli americani non hanno capito una ceppa, la Russia potrebbe essere il miglior alleato se trattato da pari. Bush è un pò borioso e ha commesso dei grossi errori di ignoranza, lo stersso errore di valutazione che facciamo qui in Italia. Ha ancora margine per recuperare ma se continua così la Russia è persa!.

    Putin è un signore, invece di incazzarsi ha tirato dritto per la sua strada, tanto ha a disposizione il paese più grande (51 volte l’Italia), il più ricco, il meno sfruttato e praticamente autosufficente. Sei allibito?

  19. MindPrison

    Hai ragione. Posso pensare che, rispetto al passato, putin possa essere un faro per la popolazione. Ma come valore assoluto, non credo che sia definibile “democratico”. cmq la tua analisi fila.

Comments are closed.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: