Bibliografia minima sulla guerra civile in Padania, 1943 – 1947

Un tema tabù, monopolio elettivo degli estremismi politici di destra e sinistra, che ha dominato l’intera storia della repubblica italiana, forgiandone la stessa, ambigua essenza: un argomento taciuto dai libri di scuola, con l’eccezione di qualche trafiletto dal contenuto scontato e dogmatico. In breve, un territorio off limits per ogni indagine libera ed apartitica. Un esempio in più, se non bastasse la realtà corrente, della contraddizione intrinseca, culturalmente parlando, del concetto stesso di libertà di ricerca e dei suoi eventuali presupposti ambientali.

Che si debba arrivare al 2004 perché un Autore ascrivibile alla c.d. "sinistra" possa scrivere un libro (di per sé normalissimo) in cui ci si limita ad elencare una serie di efferatezze compiute da una parte dei "vincitori" (se mai ne esisterà qualcuno) di una guerra civile, e che ciò dia origine ad un pubblico scandalo, a circa sessant’anni dalla fine di quegli eventi, è il miglior sintomo del reale disincanto e dell’effettiva imparzialità della ricerca sull’argomento. I testi di seguito elencati portano i segni, in gran parte, di quest’odiosa censura: a parte rari casi, si tratta di ricerche troppo spesso confinate nelle ristrette enclaves editoriali "di parte" (dal nostalgismo a forme più o meno compiacenti di narrativa), il che attribuisce loro, al di là del merito, un’ombra di sospetto parziale, un marchio d’origine spesso coatta. A fronte di ciò abbiamo cercato di selezionare le opere più complete ed (apparentemente) attendibili, pur con i limiti che una realtà obiettivamente "deviata" comporta. Una simile ghettizzazione della Storia è di per sé sola una cosa indegna, un metro obiettivo con cui misurare la realtà che ci circonda al di là della costante retorica di parte. Che il modello culturale fascista sia stato una sciagura, già solo per l’area Padana, è fuor di dubbio, non foss’altro per la sua immonda tensione allo sradicamento delle identità locali nel nome di un mito scolastico. Ma che si debba poi prender per buono tutto ciò che a parole vi si oppone è ancora un’altra cosa: il rifiuto di ogni dogmatismo politico e culturale è una necessità per l’individuo, ma per far ciò non potrà mai esser ammessa, su nessun punto ed a nessun costo, una storiografia di regime, o una Verità politica di fede. Anche i "fascismi" dei c.d. "antifascisti", infatti, non hanno dignità alcuna di esser tollerati.

Soli contro tutti [Friuli Venezia Giulia 1943-45] – Edizioni Ultima Crociata 1993 – di N. Arena

Nel sangue fino alle ginocchia. La guerra civile nell’Oltrepò Pavese – CDL 1999 – di F. Bernini

Le stragi di Barastro e Cencerate. Autunno 1944 nel Varzese – Aurora Ed. 2002 – di F. Bernini

Chi ha ucciso quei fascisti? Urgnano, 29 aprile 1945 – Mursia 2004 – di R. Brunasso

Coltano 1945. Un campo di concentramento dimenticato – Mursia 1995 – di M. Ciabatini

La memoria divisa – Rizzoli 1997 – di G. Contini

Venezia Giulia 1943. Prove tecniche di guerra fredda – Settimo Sigillo 2003 – di V. M. De Luca

La Resistenza cancellata – Ares 2003 – di U. Finetti

Gorizia 1940 – 1947 – Uomo Libero 1990 – di T. Francesconi

L’eccidio di Rovetta – Zanetti 1994 – di L. Galli

La "Repubblica di Montefiorino" – Per una storia della Resistenza in Emilia Romagna – Il Mulino 1966 – di E. Gorrieri

Pola, Istria, Fiume 1943 – 1945 – Mursia 1993 – di G. La Perna

Rovetta 1945. Storia di una strage partigiana – Settimo Sigillo 2001 – di M. Lucioli – D. Sabatini

A cercar la bella morte … – Marsilio 1995 – di C. Mazzantini

Istria contesa – Mursia 1996 – di F. Molinari

I vinti e i liberati 1943 – 1945 – Mondadori 1994 – di G. Oliva

La resa dei conti. Aprile – maggio 1945 – Mondadori 1999 – di G. Oliva

Le tre italie del 1943. Chi ha veramente combattuto la guerra civile – Feltrinelli 2004 – di G. Oliva

Il sangue dei vinti – Sperling&Kupfer 2003 – di G. Pansa

Una guerra civile. Saggio storico sulla moralità nella Resistenza – Bollati Boringhieri 1994 – di C. Pavone

Udine 1943 – 1945. La lunga notte della Provincia – Centro Studi e Ricerche Storiche – Pordenone 1995 – di M. Pirina

1943 – 1945. Guerra civile. Motagne, Udine, Belluno – Centro Studi e Ricerche Storiche – Pordenone 2002 – di M. Pirina

1945 – 1947. Guerra civile, la Rivoluzione Rossa – Centro Studi e Ricerche Storiche – Pordenone 2004 – di M. Pirina

Sangue chiama sangue – CDL 1994 – di G. Pisanò

Il "Triangolo della Morte" – Mursia 1992 – di G. e P. Pisanò

Modena 1943-45. Cronache dal fronte interno – Settimo Sigillo 2004 – di E. Rebucci

I giorni di Caino – Panda 1990 – di A. Serena

L’aquila, il libro, la spada [Varese-Oderzo 1944-45] – CDL 1994 – a cura di U. Scaroni

25 aprile 1945. I giorni dell’odio e della libertà – Mondadori 2004 – di R. Uboldi

L’eccidio di Schio – Luglio 1944: una strage inutile – Mursia 1994 – di S. Villani

Articolo tratto da http://taranis.altervista.org/index1.htm?comun.htm

6 Comments

  1. Otimaster69

    Ottimo veramente ottimo. Ci sono molti libri che non conosco, sto prendendo appunti.

  2. utente anonimo

    fratellone, che posso dire?

    la verità è necessaria come l’aria che respiriamo.

    tu sta togliendo un sacco di fumo dai dintorni.

    un mau approvante

  3. utente anonimo

    http://www.cnj.it/foibeatrieste/

    Aggiungici anche questo, ma non lo cancellare il commento!

  4. Bisqui

    Anonimo qui sopra, non cancello il commento però esporrò quello che penso di te e del tuo libro, nel prossimo post.

  5. andreadaimola

    poco tempo fa c’era in rete anche un giochino (tipo tetris) in cui si dovevano infoibare degli ometti

    (scusa se posto poco ma ho spesso problemi di visualizzazione del tuo blog)

    Un saluto

    Andrea

  6. andreadaimola

    Aggiungerei

    I LUNGHI MESI DEL 45 IN EMILIA ROMAGNA

    di Gianfranco Stella

    distribuito da L’editoriale srl Bologna

    L’ho segnalato anche al Mascellaro che di queste cose parla da tempo.

    Risaluto

Comments are closed.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: