Armiamoci e partite

di Gianandrea Gaiani

Nonostante le elezioni parlamentari in Afghanistan e il referendum costituzionale in Iraq abbiano avuto successo contribuendo in modo determinante alla democratizzazione e normalizzazione di questi due paesi, il solco che divide le due sponde dell’Atlantico (e della Manica) sembra destinato ad allargarsi.
Il tema al centro dell’attenzione delle diplomazie occidentali e della NATO in questo momento non riguarda tanto l’Iraq, un conflitto sul quale fin dall’inizio di “Iraqi Freedom” si generò una frattura politica tra gli alleati e un teatro dal quale gran parte dei contingenti più importanti stanno ritirandosi  ad esclusione di italiani, sud coreani e australiani che resteranno anche nel 2006 al fianco degli anglo-americani. Continua

37 commenti su “Armiamoci e partite

  1. Bisqui, l’impressione che se ne trae e proprio di pavidità dei governi delle non-più-potenze europee.

    O meglio… si capisce che i francesi non si vogliano impegnare in afghanistan: hanno troppo da fare a devastare l’africa occidentale e a fare i loro venali interessi.

    Credo che tra qualche tempo sarà inevitabile per l’occidente rivalutare il sistema di alleanze.

  2. Molto interessante Bisqui, ma sinceramente preferisco leggere te sei meno palloso. Le piccole potenze europee rivedranno le loro posizioni quando riceveranno una bella spallata, qualche scossone ce lo hanno già dato i vari attentati e in Francia cominciano a sentire la terra sotto i piedi speriamo che questi avvenimenti portino consiglio. Quanto a noi se teniamo duro e non voltiamo le spalle ai nostri alleati presto potremo trarre dei vantaggi dall’aver creduto fermamentedi essere una piccola grande potenza e il merito di ciò va solo a questo governo.

    Buona domenica.

  3. La situazione in Afhanistan è tutt’altro che soddisfacente, al contrario di quanto sostenuto da questo articolo.

    Dopo la fine della guerra, l’estremismo talebano è tornato più forte di prima (vedi le recenti questioni sulla reintroduzione del burqa e della pratica della lapidazione); la produzione di eroina, con cui gli estremisti (e non solo loro…) si autofinanziano è aumentata di circa il 300% rispetto a due anni fa.

    A capo del governo c’è Karzai, ex amm. del. della Unocal (Carlyle Group, naturalmente) ed implicato negli affaracci per la costruzione di un oleodotto che passerà per l’Afghanistan, facendo risparmiare miliardi… alla Unocal.

    L’economia del paese è stagnante ed a livello preistorico. I capi terroristi talebani, dal Mullah Omar ad Osama Bin Laden vivono in assoluta libertà, senza che nessuno gli dia fastidio.

    Effettivamente i risultati sono stati soddisfacenti davvero…

  4. mind fattelo dire: sei un c*******! sei l’unico in tutto il mondo a non percepire neanche lontanamente che l’iraq è già democratizzato e normalizzato e che i nostri militari ivi non son altro che crocerossine in uniforme color cachi…

    c**** si vede lontano un miglio che quello di saddam e talabani è un fotomontaggio e adesso Bisquì ci dimostrerà il trucco… è vero Bisquì?

  5. Ok, buonasera a tutti,

    stavo rimettendo a posto lo spazio che ho su un server dove ho depositato tutta la documentazione di falluja. Ora sono stanco per continuare, quando avrò finito farò un aggiornamento al post.

  6. Bourbaki,

    uno dei motivi pei i quali non si farà mai giorno è quello che hai menzionato tu. Gli USA sono stanchi di farsi ammazzare i figli per gli interessi dell’Europa che vuole benefici senza dare nulla.

    Oti,

    Ti ringrazio avrei voluto fare una relazione ma non ho avuto tempo, gli impegni familiari prima di tutto.

    Gli Europei non sono pavidi, sono vigliacchi e non hanno capito dovè il confine della politica. Quando parli a dei sordi lo puoi fare all’infinito tanto quelli non ascoltano.

    Da padre quando i miei figli si comportavano in questo modo gli davo uno scappellotto. All’età di 6 anni avevano già capito che è meglio discutere pacificamente, da allora a casa mia neanche si alza la voce, si baruffe tra fratelli ma nè io nè mia moglie dobbiamo urlare e la cosa finisce intorno ad un tavolo dove tutti esprimono il propio pensiero.

    Riportarlo in altri contesti non credo sia difficile, manca la volontà.

    Per il resto del tuo intervento mi trovi d’accordo.

  7. Mind,

    ai miracoli ci credete solo voi. L’afganistan è molto più grande dell’Italia e i soldati che stanno lì non sono sufficienti a far fronte a tutti gli impegni. E’ inutile che ti ripeta per la miliardesima volta che l’impegno pincipale degli Italiani è lo sminamento di quello che hanno lasciato i russi e i talebani. Mi rifaccio al commento precedente, se uno non vuol sentire non sentirà mai e ancora peggio se uno non vuole capire non lo farà mai.

  8. Robi,

    grazie di essere passato.

    Arduous,

    A) vedi ho un difetto, non parlo mai di cose che non sò. In questo modo mi evito brutte figure.

    B)Ho un’altro difetto, quando parlo lo faccio quando sono sicuro di quello che dico.

    C) non voglio dimostrare nulla ma sono abituato male. Visto che siamo in democrazia sono abituato ad avere un contezioso onesto. Mi piacciono le critiche e mi piace farle.

    D) non ho stima per chi prende una posizione solo perchè la prendono tutti, ame piace riflettere prima di schierarmi e voglio sapere con chi lo faccio. Voglio essere libero di decidere e fare quello che voglio.

    Fatta questa anticipazione non mi sembra che altrettanto si possa dire di chi si beve le notizie solo perchè vengono dal lato nel quale si è schierati politicamente. Voi a sinistra siete destinati ad avere la stessa sorpresa che hanno avuto in passato tutti quelli che acclamavano la libertà del socialismo reale. Potrete evitare di essere travolti dal vostro ideale solo assumendo un atteggiamento critico nei confronti di esso rendendovi conto di quello che si può fare realmente e di quello che invece è solo una bella favola.

    Poi se tu scherzi su queste cose dimostri la poche zza d’animo che hai sia nei confronti dei nostri morti sia nei confronti di tutti gli altri.

    I morti sono morti e se lo hanno fatto per una cosa che credono sono tutti da onorare.

    Ma gli assassini no! Quelli non hanno onore e giustamente non saranno mai ricordati.

    Mind,

    Ho dimenticato, non perdiamo il vizio di condannare la gente per foto, vassoi, bacetti e sentito dire di 2°, 3° e 15° mano.

    Ci vogliono prove, le stesse prove che inchiodano i pacifinti Francesi e Tedeschi nello scandalo Oil for Food. Quando le prove degli interventi armati con l’obiettivo del petrolio saranno inconfutabili e incontrovertibili sarò d’accordo con te.

    L’oleodotto che tu menzioni è finanziato dalla Russia e dalla Cina. La prima per vendere il suo petrolio, la seconda per motivi strategici. Se prendi una cartina e guardi il percorso del petrolio iraniano, ti rendi conto che il blocco di ormuz lascerebbe la Cina senza petrolio. Tutte le storie Afganistan si o no vengono da questo motivo.

    Ti debbo spiegare che la marina Cinese è scherata intorno alle molucche per difendere dai pirati le loro petroliere che vengono dall’iran?

  9. ok, allora riprendiamo i punti singolarmente:

    1) Secondo il rapporto del UNODC (L’ufficio delle Nazioni Unite per la droga e il crimine) nel 2001, sotto i talebani, la produzione di oppiacei era stimata intorno alle 185 tonnellate. Sotto Karzai, l’anno seguente, la produzione è stimata in 3400 tonnellate.

    – Amnesty International – Rapporto Afghanistan 2005 – “La magistratura è rimasta inefficace, corrotta e prona alle intimidazioni da parte di gruppi armati. Nelle zone rurali, i tribunali funzionavano a malapena. In molti casi sia giudici che avvocati erano ignari della legge e hanno consentito il verificarsi di gravi discriminazioni contro le donne. Spesso atti di violenza, matrimoni forzati e l’uso di donne e ragazze come merce di scambio per la risoluzione di controversie non venivano considerati reati. Fra i funzionari del sistema di giustizia penale, anche i giudici, regnava la confusione sugli esatti presupposti legali per considerare quale “reato” la “fuga da casa”. Tale reato non viene contemplato dal codice penale afghano. Le detenute venivano trattenute per prolungati periodi di tempo, senza presupposti legali, e non veniva loro concesso il diritto a un processo equo.

    Gli abusi perpetrati dalle forze di polizia non sono stati oggetto di indagini, e l’efficienza delle forze dell’ordine è risultata limitata dalla mancanza di meccanismi di controllo, dall’affiliazione a gruppi armati regionali, dal mancato pagamento dei salari e dalla mancanza di equipaggiamenti. Nonostante i programmi di addestramento della polizia sponsorizzati a livello internazionale, gli arruolamenti di donne sono stati scarsi. Progressi nelle riforme giudiziarie e della polizia sono stati particolarmente lenti fuori Kabul.

    Sia il governo afghano che la comunità dei donatori hanno dedicato scarsa attenzione al sistema carcerario. Sono state segnalate condizioni di detenzione inumane e gravi violazioni dei diritti umani, in particolar modo fuori Kabul, dove gli istituti carcerari provinciali continuavano a essere sotto il controllo dei gruppi armati.”

    Questo è il primo punto. Su Karzai sto preparando il secondo.

    Vanno bene le prove adesso Bisqui?

  10. Ma dico, gli Usa devono interferire coi governi o no?

    Mettetevi d’accordo, se lo fanno sono invasori se non lo fanno non hanno fatto il loro dovere. Un pò di coerenza no?

    Il punto è un’altro, la nato non vuole prendere il posto degli USA.

    Possibile che non ti rendi conto che a loro è toccato il lavoro sporco tirandosi dietro le critiche di tutto il mondo e adesso che c’è da pacificare e controllare il territorio nessuno che prima ha criticato i metodi USA vuole assumersi la responsabilità?

    Il presidente e il governo Irakeni sono burattini degli Usa, quelli afgani sono altrettanto però questo non vi esime dal volere che qui USA intralcino la politica interna.

    Dai Mind la pasta o è cruda o è scotta, quandè che sarà al dente?

  11. E’ esattamente quello che dico io, altrimenti dovè la democrazia?

    Allora dato che non devono interferire, che colpa hanno se la delinquenza in Afganistan è ancora lì?

    E ancora come si fà ad incolparli se la legge è ancora quella medievale?

  12. La loro colpa è quella di aver giustificato i loro morti con la scusa di un processo democratico che non c’è mai stato; la loro colpa è stata quella di aver mosso guerra ad un paese sovrano per interessi meramente economici, dietro al paravento della guerra al terrorismo. Se solo ci fossero stati reali miglioramenti, si sarebbe potuti passare sopra anche alle menzogne pre-belliche. Ma la situazione di quei paesi (mi riferisco anche all’iraq) non solo non è migliorata affatto; in Afghanistan l’uranio impoverito ha dato vita ad una generazione di deformi e malati di cancro. Mentre a casa nostra i tuoi ex colleghi cadono come mosche per leucemie e tumori vari. Le infrastrutture già precarie di quel paese sono state ulteriormente distrutte. Ed in Iraq si è data vita ad una guerra civile che sfiora il genocidio. Al costo di “soli” 2000 soldati morti. Senza tener conto delle vittime civili. Ed il terrorismo è più vivo che mai, il Mullah Omar e Bin Laden a piede libero ecc ecc ecc.

    Ti bastano come colpe o devo continuare?

  13. Non sono colpe,

    quanto ci vuole per avere una democrazia?

    La bacchetta magica?

    In Italia dopo 60 anni che è caduto il fascismo ancora non c’è una democrazia e tu vuoi che per incanto ne sorga una dove non c’è mai stata?

    Vediamo quando gli oleodotti saranno finiti di chi è l’interesse economico, preparati ad altre sorprese tipo scandalo ONU, la verità mio caro ci mette del tempo ma alla fine arriva!

    Poi i vari Mullah Omar e Bin Laden tu come li avresti presi? Con le manifestazioni di piazza? Li avresti avvolti nella bandiera della pace e per incanto ti avrebbero seguito?

    O i tirafila del terrorismo aspettano che i sinistri dicano la parolina magica “adesso basta”

  14. caro fratellone…

    ti devo proprio inviare un pezzettino , anzi due, di solgenitzin…

    scriveva negli anni 60, descrivendo i comunisti degli anni 30 , e tutto sembra indicare ’sta rapa qua…

    non perderci troppo tempo…tanto alla fine ti dirà sempre “è colpa di bush!(il grande satana) o di berlusconi (il piccolo satana)…”

    (da notare l’identità di pensiero con gli islamici..)

    un mau storicizzante

  15. Osama Bin Laden poteva essere preso accettando la proposta prima fatta dal governo talebano, poi dal pakistan offertosi come mediatore; entrambi avevano offerto di consegnare bin laden agli usa per scongiurare la guerra. in entrambi i casi gli usa si sono rifiutati perchè la guerra era stata già decisa da tempo. E per tutt’altri motivi.

    E poi il caso italiano è emblematico. Se la democrazia non arriva dopo un processo evolutivo e politico di oltre 60 anni, come potrebbe essere possibile mai esportarla? Forse voi destri avete la soluzione?

    elektra, qui nessuno ha descritto la russia come un paradiso. neanche c’entra con quello di cui stiamo parlando.

  16. mau anche hitler diceva che i comunisti erano delle merde… guarda che identità di pensiero che hai con il nazismo…

    sei un idiota. senza possibilità di appello. non so se rileggi quello che scrivi. se lo fai, non hai nemmeno il senso della vergogna. e fai ragioanmenti da 3° elementare. patetico…

  17. @ mind

    certo gli americani avevano già deciso

    da prima del 2001 l’invasione dell’afghanistan, secondo le tue fonti da subito dopo la guerra del vietnam.

    Ora dimmi che x il 2009 è previsto uno sbarco a shangai.

    Bah :S

    sarà ma se a me avessero tirato giù 2 torri avrei mandato i miei soldati in tutti gli angoli del mondo a sventrare terroristi!! xkè questa è la realta’ ,devi saper combattere x nn farti dominare.

    Crusade

  18. Mi sono perso un pezzo, davvero l’invasione dell’Afghanistan era motivata dalla guerra al terrorismo?

    Pensavo fosse la solita scusa, un po’ come “I serbi sono cattivi” o “l’Iran vuole nuclearizzare il resto del mondo”…

  19. Quella di Karzai ex amministratore della Unocal è una palla smentita sia da Kharzai che dalla Unocal già diversi anni fa.

    Intervista a Barry Lane, responsabile delle pubblice relazioni della UNOCAL, 8 luglio 2002 ripeto: 8 LUGLIO 2002

    “Jared Israel: You’re right. It’s not a direct quote. The target=”_blank”>Fonte.

    Prima di sparare caxxate sarebbe il caso di verificare le fonti, se non altro per evitare figure da idioti.

    P. S.: Gli USA sono andati in Afghanistan per l’11/9, ricordatelo.

  20. “Jared Israel: You’re right. It’s not a direct quote. The only thing they’re quoting are the words, “lead company.” The other thing that is being asserted everywhere is that Hamid Karzai, the current head of the Afghan ‘government’ once worked for you.

    Barry Lane: Yeah. Yeah, well that’s probably one of the great urban legends. He never worked for us.

    Jared Israel: He didn’t work for somebody else who worked for you?

    Barry Lane: No. No, not him. He was never a consultant, never an employee. We’ve exhaustively searched through all our records to try and find out where the hell that came from.

    Jared Israel: Le Monde. Dec. 6th, 2001.

    Barry Lane: Le Monde. Le Monde was the one who wrote it first and you know what’s strange about it is I’ve asked reporters over and over again, go ask Mr. Karzai himself. And nobody has.

    Jared Israel: Well the argument is that there is something sinister and therefore you would both deny it anyway. But my argument is in order to posit that this relationship existed in the first place you have to have some evidence – something – but all le Monde has is their own assertion. They just say he was a consultant. They say, “At one time.” Not even a date. And no source. And then all these writers repeat this as if Le Monde’s assertion is enough to counter your denial. I mean, you can’t use the fact that somebody denies something to prove it’s true.”

    http://emperors-clothes.com/interviews/lane.htm

  21. ma infatti secondo il ragionamento di eugenio a conti fatti gli americani nn avrebbero dovuto far nulla dopo l’attacco subito……certo di solito si fà così quando si viene attaccati , si fà una bella conferenza stampa in cui si spiega a 300 milioni di americani incazzati come api – che il primo attacco sul proprio territorio va lasciato correre ,xkè dopotutto ,l’afghanistan è un posto piacevole,le donne sn così emancipate che nn guardano in faccia a nessuno quando si tratta delle loro vite ….si e poi nn si può fare una guerra solo xkè la microsoft vuole far causa a bin laden, che ha piratato una copia di microsoft flight simulator, x addestrare i suoi scagnozzi a pilotare aerei, inoltre l’afgahnistan è un posto magnifico x gli amanti dell’oppio……che dicono abbia annebbiato le idee di qualche occidentale che sostiene che il piano x invadere l’afghanistan esistesse da prima del 11/01

    Crusade

  22. In realtà avevo già fatto la ricerca tempo fa perchè un’altro idiotarian se n’era uscito con la stessa favoletta.

    Wikipedia precisa: “Some have suggested that Karzai was confused with U.S. ambassador to Afghanistan Zalmay Khalilzad.”

    La cosa più sorprendente è che questa gente non si rende conto di ripetere delle vere e proprie palle ANNI dopo che sono state smentite.

  23. Questo avviene Grendel perchè lo scopo vero è la propaganda. Quindi lo scandalo momentaneo, il pettegolezzo perdurante e il sospetto sopravvissuto sono la finalità stessa di queste storie.

    Wellington

I commenti sono chiusi.