Ai caduti di Nassirya

Ai caduti di Nassirya

A chi deride questo monumento io rispondo con i fatti, questi uomini sono morti per difendere gli uguali diritti di tutti gli umani, in particolar
modo dei nostri fratelli musulmani schiacciati da dittature come questa e smettetela di buttare fango sui nostri caduti, fatevi un esame di coscienza e guardate chi state difendendo.

IRAQ – L’attentato di Nassiriya 12 Novembre 2003

il 22 maggio 2004 con un discorso del ministro dell’ interno Pisanu si è inaugurato alla Maddalena un monumento con questa lapide commemorativa

Lapide a Nassirya
Lapide ai caduti di Nassiria

Onore ai caduti

I Carabinieri:

Enzo FREGOSI
Enzo FREGOSI
Enzo FREGOSI 56 anni, ex comandante dei NAS di Livorno.
Giovanni CAVALLARO
Giovanni CAVALLARO
Giovanni CAVALLARO 47 anni, nato in provincia di Messina e residente a Nizza Monferrato, Maresciallo in servizio al comando provinciale Carabinieri di Asti. Era già stato impegnato in altre missioni in Kosovo e in Macedonia.
Alfonso TRINCONE
Alfonso TRINCONE
Alfonso TRINCONE 44 anni, era originario di Pozzuoli (Napoli) ma risiedeva a Roma. Il sottufficiale era in forze al NOE, il Nucleo operativo ecologico che dipende dal Ministero dell’Ambiente.
Capo Alfio RAGAZZI
Capo Alfio RAGAZZI
Capo Alfio RAGAZZI 39 anni, maresciallo dei carabinieri in servizio al Ris di Messina. Era specializzato nelle tecniche di sopralluogo e rilevamento e il suo compito era quello di istruire la polizia locale.
Massimiliano BRUNO
Massimiliano BRUNO
Massimiliano BRUNO 40 anni, maresciallo dei carabinieri, biologo in forza al Raggruppamento Investigazioni scientifiche (Racis) di Roma.
Daniele GHIONE
Daniele GHIONE
Daniele GHIONE 30 anni, di Finale Ligure (Savona), maresciallo dei carabinieri in servizio nella compagnia Gorizia. Era stato ausiliario dell’Arma, poi si era congedato e iscritto all’Associazione Nazionale Carabinieri. Era ritornato ad indossare la divisa vincendo un concorso per maresciallo.
Filippo MERLINO
Filippo MERLINO
Filippo MERLINO 40 anni, originario di Sant’ Arcangelo (Potenza).Con il grado di Maresciallo comandava la stazione dei Carabinieri di Viadana (Mantova).
Giuseppe COLETTA
Giuseppe COLETTA
Giuseppe COLETTA 38 anni, originario di Avola (Siracusa) ma da tempo residente a San Vitaliano, in Campania, Vice Brigadiere in servizio al comando provinciale di Castello di Cisterna (Napoli).
Ivan GHITTI
Ivan GHITTI
Ivan GHITTI 30 anni milanese, carabiniere di stanza al 13/mo Reggimento Gorizia. Era alla sua quarta missione di pace all’estero, dopo essere stato tre volte in Bosnia.
Domenico INTRAVAIA
Domenico INTRAVAIA
Domenico INTRAVAIA 46 anni, di Monreale, appuntato dei CC in servizio al comando provinciale di Palermo. Era già stato in missione a Sarajevo.
Andrea FILIPPA
Andrea FILIPPA
Andrea FILIPPA 33 anni, torinese, carabiniere dall’età di 19. Era esperto di missioni all’estero. Prestava servizio a Gorizia presso il 13° Battaglione Carabinieri.
Orazio MAIORANA
Orazio MAIORANA
Orazio MAIORANA 29 anni, di Catania, Carabiniere scelto in servizio nel battaglione Laives-Leifers in provincia di Bolzano.

I Soldati dell’Esercito:

Massimiliano FICUCIELLO
Massimiliano FICUCIELLO
Massimiliano FICUCIELLO 35 anni, tenente dell’esercito, figlio del Gen. Alberto
Ficuciello.
Silvio OLLA
Silvio OLLA
Silvio OLLA 32 anni, dell’isola Sant’ Antioco (Cagliari), Sottufficiale in servizio al 151° Reggimento della Brigata Sassari. Figlio di un Maresciallo. Laureato in Scienze Politiche, Olla era in forza alla cellula Pubblica Informazione.
Emanuele FERRARO
Emanuele FERRARO
Emanuele FERRARO 28 anni, di Carlentini (Siracusa), caporal maggiore scelto, in servizio permanente di stanza nel 6° Reggimento trasporti di Budrio (Bologna).
Alessandro CARRISI
Alessandro CARRISI
Alessandro CARRISI 23 anni, di Trepuzzi (Lecce), caporale volontario in ferma breve, anche lui in servizio nel 6/o Reggimento trasporti di Budrio.
Pietro PETRUCCI
Pietro PETRUCCI
Pietro PETRUCCI 22 anni di Casavatore (Napoli), caporale dell’Esercito.

I Civili:

Stefano ROLLA
Stefano ROLLA
Stefano ROLLA 65 anni di Roma. Aiuto regista che stava facendo i sopralluoghi per un film documentario.
Marco BECI
Marco BECI
Marco BECI 43 anni, funzionario della cooperazione italiana in Iraq.

Questi sono i nostri fratelli.

Questi sono i nostri fratelli morti perchè dell’altra gente
potesse vivere senza terrore.

Questi sono i nostri fratelli morti per tenere lontano da noi questo
terrore.

Questi sono i nostri fratelli .

200 comments

  1. musicisti says:

    propongo

    un minuto di silenzio per i nostri ragazzi,

    un minuto di silenzio per ogni civile o militare ucciso in iraq (quanti giorni di silenzio saranno?)

    un minuto di silenzio per i cervelli di bush e berlusconi, da tempo ormai scomparsi.

    pace a voi.

  2. MindPrison says:

    Hai dimenticato:

    “Questi sono i nostri fratelli morti per mantenere la limousine a tronchetti provera”

    e

    “L’Eni sentitamente ringrazia per quanti parteciperanno al dolore”

  3. bourbaki says:

    Onore a chi è morto per l’Italia.

    Onore a chi è morto per l’Iraq.

    Onore a chi è morto per la libertà.

    Queste persone sono andate, da volontari, a dare il loro contributo perchè il popolo iraqueno potesse risollvarsi dalla polvere in cui un dittatore sanguinario li aveva gettati.

    E’ giusto, perciò, che noi viviamo ricordando l’importanza delle loro azioni, la giustezza della causa per cui si sono sacrificati.

    Cari musicisti e mindprison, non ve ne rendete conto, ma sminuendo e vilipendendo le scelte fatte da questi soldati di pace, involontariamente (spero), ne sminuite la vita e il sacrificio compiuto.

    Viva la libertà, per cui questi uomini hanno dato tutto.

    Non saranno dimenticati.

  4. Otimaster69 says:

    Questi post hanno il pregio di far venire alla luce i coglioni, da me chi ha offeso la memoria dei nostri caduti è stato bannato per sempre.

    Sei in anticipo : ))

    Ciao

  5. squitto says:

    Il fatto è che tanti ancora non si rendono conto che è ciò che accade nel mondo che permette loro di avere ciò che hanno mentre loro stanno a parlarsi addosso proponendosi come paladini della pace e della non violenza; e dal comodo divano di casa è facile perciò vedere tutti gli eventi avulsi dal contesto: gli italiani in iraq diventano truppe di occupazione, i cervelli di bush & Co. più o meno dispersi vengono presi a modello di tutti i mali del mondo, la guerriglia di Parigi viene giustificata in nome della lotta all’”emarginazione”, la resistenza irachena viene legittimata in nome della “libertà” eccetera eccetera. Difficile comprendere cosa sia la lotta per la libertà da parte di chi la libertà l’ha sempre avuta, e pure la pancia piena a vario titolo, e altrettanto difficile se non impossibile discernere tra la lotta per la libertà e la pura prepotenza, generatrice di terrorismo e nuove dittature del terrore. Non si rendono conto che se hanno quello che hanno è perché qualcun altro ha permesso loro di averlo, talvolta lasciando la vita.

  6. MindPrison says:

    Squitto, puoi fare tutta la retorica del mondo. Gli italiani sono a Nassyria (e non a Baghdad, Bassora o Tickrit) per vigilare intorno a 2 pozzi petroliferi dell’Eni, lo sanno anche le pietre. E sono morti per proteggere gli affari dei vari tronchetti provera e elkann. Se poi volete continuare con queste menate della “libertà”, fate pure. Nessun ospedale è stato ricostruito e protetto, nessuna scuola. Chiedeteglielo quando torneranno. Quelli fortunati che nn sono morti x tutelare gli affari altrui, mentre quì in italia abboccate alla retorica più abusata che ci sia

  7. Bisqui says:

    Mind o fai finta di non capire o lo fai apposta, i miei cugini stanno lì per ricostruire. Finiscila con questa storia e convinciti una volta per tutte che chi sbaglia sei tu. Guardati la presentazione powerpoint e dimmi se Tronchetti si può permettere una cosa simile.

    E poi dammi una risposta : Con quali soldi hanno comprato tutte quelle belle cose?

  8. utente anonimo says:

    caro Bisquì, ti assicuro che immaginavo le reazioni dei vari musicanti, mind ecc….

    cervelli e cuori fatti con lo stampino dell’odio….

    sono come i cani di pavlov…

    un mau profetico

  9. utente anonimo says:

    MIND al posto del cervello devi avere un pezzo di FUMO.onore per iragazzi caduti e odio per le persone come voi….

  10. Bisqui says:

    Fratellino, mi viene da piangere, questi non si fermano neanche davanti alla morte. Mi fanno paura, stanno rifacendo lo stesso sbaglio del ‘22.

  11. Odixeus says:

    Caro amico, c’è gente che non si lascia mai scappare l’occasione per dimostrare quanto può essere piccola e meschina l’anima umana; penso che costoro non sappiano nemmeno cos’è l’onore, il dovere, il rispetto.

    Onore a tutti i caduti.

    p.s. perchè i popupacifisti non se la prendono un po’ con i cazzoni come lo sceicco che vivono dissanguando i paesi produttivi e affamando la loro gente?

  12. Questi uomini hanno scelto un lavoro rischioso e sono saltati in aria. C’è chi va a fare l’operaio e cade dalle impalcature, il discorso è vieppiù uguale…

    Non sono andati per deporre un “dittatore sanguinario”, ma invadere un paese sovrano e asservirlo alle logiche strategiche di Washington.

    Gli italiani SONO truppe di occupazione, lo sarebbero anche se si limitassero a tirar su le scuole rasate al suolo o a ricucire i bambini.

    Lo sceicco simpatichino, poi, non c’entra davvero un tubo…

    La realtà è che ci sono morti di serie A e di serie B. Sono morti di serie A coloro che cadono per difendere disperatamente il proprio paese dallo straniero. Sono morti di serie B quelli che sono andati a fare una guerra che ha la sua unica giustificazione nei fini geopolitici statunitensi.

  13. squitto says:

    Eugenio:

    Il fatto è che anche tu, come tutti noi occidentali, avrai la tua macchina, la tua casa, il tuo riscaldamento, la tua energia elettrica, il tuo supermercato e la tua pancia piena eccetera eccetera, come poco lucidamente ho tentato di chiederti ieri sera. Ora, visto che è così, e che certamente né tu, né mind appartenete alla categoria dei nuovi ascetici fraticelli che hanno rinunciato agli agi e ai disagi della vita occidentale, è quanto meno curioso che non vi rendiate conto che il vostro ostinarvi a tirare in ballo i fini geopolitici statunitensi, l’Eni, gli Elkann e le palle varie è ridicolo, perché anche voi di tutte queste strutture raccogliete i frutti, ci siete dentro anche voi come tutti noi fino al collo…

    io la chiamo ipocrisia, sinceramente, e mi ripeto: filosofeggiare e pontificare su cosa significhi occupazione e autodeterminazione dei popoli, libertà e resistenza dal divano di casa è facile… un po’ troppo. Belle parole, ma la realtà è un’altra.

  14. Io sono Socialista, il che singifica che sono disposto a sacrificare la mia libertà personale e il mio benessere materiale per realizzare una società più giusta. E poi ti ho detto che voglio aprire una comune, quindi di che ti lamenti.

    Intanto proseguo con l’autocreazione anti-artistica. Il Concept sta ultimando altri 2 brani, spero si sbrighi…

  15. utente anonimo says:

    Fratellone caro, io lo sapevo…

    è triste non sbagliarsi su queste cose…

    ma questi qua hanno un modulo prestampato nel cervello… e un negativo bruciato nel cuore…

    se mi permetti, finisco la didascalia:

    Se non amiamo i nostri fratelli vicini,

    come potremmo amare quelli che sono lontani?

    quello che diciamo amore per altri , forse non è solo odio per noi stessi?

    mau

  16. MindPrison says:

    Di sicuro non accetto offese o repliche da un delinquente che inneggia alla P2 (Otimaster), loggia massonica implicata in massacri di rara crudeltà e colpevole dell’istaurazione di dittature, e quì in italia, di un governo corrotto e delinquenziale.

    Davanti alla morte noi ci fermiamo. Davanti ai 35.000 morti in Iraq, noi abbiamo rispetto. Davanti a chi li ha fatti tutti questi morti, o ha sostenuto gli autori di questo massacro, nessuna pietà. Hanno scelto di andare lì. Hanno scelto liberamente di trovarsi in situazioni dove sono costretti a sparare, troppo spesso contro i civli. E lo hanno fatto senza nessun motivo umanitario, visto che la situazione irachena è peggiore di quella ai tempi di saddam.

    Nessuna pietà per loro. L’unica cosa che posso rimpiangere, è la buona fede di molti di loro, mandati al massacro per gli interessi di pochi. Ma questo non li giustifica, il sangue che ha bagnato le loro mani dovrà rimanergli impresso come ricordo della carneficina che stanno compiendo (chiarisco, non gli italiani in prima persona, ma il loro aiuto è finalizzato a quello , che vi piaccia o meno).

    Abbiamo causato una vera e propria guerra civile in quel paese. I 35.000 morti ci rimarranno sulla coscienza per la vita, se coscienza ne avete. Un obelisco a ricordo di una dozzina di morti, in un paese che ne conta a decine di migliaia, è un offesa ai cadaveri sepolti sotto terra. Dov’è l’obelisco ai civili massacrati? dov’è l’obelisco a Callipari? Dov’è l’obelisco a baldoni?

    Bisqui, comprendo la tua vocazione, e non voglio sembrare offensivo nei tuoi riguardi (ti stimo molto, checchè tu ne possa pensare); ma ho rinunciato a vantaggi non da poco ed ho avuto molti problemi per aver rifiutato di imbracciare un fucile. Ed ogni giorno mi convinco che sia stata la scelta migliore. E’ solo nella spirale di violenza che si genera inevitabilmente con la guerra, che il soldato ha dignità di esistere come lavoro. Ed io questa violenza non posso ne sostenerla, ne tantomeno potrei farne parte. Non metto in dubbio che molti di voi (militari intendo) abbiano nobili scopi nelle proprie azioni. Ma nel momento in cui premi il grilletto, la nobiltà si scioglie come neve al sole. E quello che resta è soltanto il sangue degli innocenti.

    Se mi permetti un consiglio, ti passo un titolo molto interessante: “Il sangue dei vinti” di G. Pansa. E’ una dissertazione (leggi “condanna”) sui massacri compiuti dai partigiani dopo il 25 aprile nei confronti dei fascisti o dei repubblichini. E’ l’ennesima dimostrazione che, nonostante una guerra sia giusta (quella della liberazione dai fascisti), la violenza che ne è generata non ha nulla a che vedere con la giustizia; è solo barbarie ed omicidi ingiustificati.

  17. utente anonimo says:

    piccola mind,

    il tuo unico problema è che credi alla propaganda più imbecille… purchè sia contro gli americani o contro di noi (italiani che credono nella patria)…

    la verità per te non esiste…

    un mau cinico

  18. MindPrison says:

    P.s. ho letto appena adesso le due righe che introducono il post. Bisqui, io non difendo i terroristi, credevo che questa cosa fosse chiara. io condanno chi dice di portare la libertà e porta i massacri. Loro, in quanto terroristi, predicano la morte, e si condannano da soli. E’ chi fa la stessa identica cosa, ma cerca di convincerci tutti della sacralità degli omicidi di massa, che va condannato con maggiore forza. nessuno, tranne qualche invasato, potrebbe mai sostenere i terroristi, quanto più noi, che potremmo esserne i bersagli. Ma come ben sai, se qualcuno uccide un mio caro ed io, come risposta, lo ammazzo, vado in galera. Lui è un assassino, io pure, e le attenuanti non mi risparmierà la detenzione. Che differenza c’è?

  19. utente anonimo says:

    ovviamente , non puoi capire.

    O meglio, non VUOI capire.

    quelli come te non ragionano aldilà di strettissimi corridoi…

    tanti esempi in questo secolo… comunisti, fascisti, nazisti….

    in questo sei in buona, pardon, numerosa compagnia…

    compagnia di imbecilli , ma tant’è…

    la laurea te l’hanno proprio comprata, i tuoi genitori…

    un mau cinico

  20. utente anonimo says:

    Ho visto il Power Point sullo sceicco degli Emirati Arabi Uniti.

    Che dire… bella casa…. (scherzo).

    Gli Emirati Arabi Uniti mi hanno fornito il 50% del fatturato degli ultimi 3 anni, il 40% lo devo all’Algeria e il 9% alla Cina e solo 1% (le rotture di coglioni) all’Italia. Del resto con il mio lavoro…

    Diciamo che contribuisco favorevolmente alla nostra bilancia dei pagamenti.

    Quindi. da parte mia, grazie allo sceicco.

    Gli Emirati Arabi Uniti stanno buttando via in cazzate le immense ricchezze prodotte dal petrolio, unica nota positiva è che pensano di puntare sul turismo costruendo alberghi favolosi (stile casa dell’emiro) isole artificiali, fate una ricerca su internet e vedete. in compenso abbattono grattacieli vecchi di 15 anni per costruirne di più “moderni”.

    Comunque tutto lavoro per noi, che in queste cose siamo bravi, almeno un po’ di soldi del petrolio ci ritornano sotto forma di lavoro.

    Saluti

    (Edmund fuori sede)

    PS.

    Sui nostri caduti massimo rispetto, non si discute.

    Però è “mia” opinione che se stavamo a casa era meglio.

  21. Bisqui says:

    Edmund,

    E’ ovvio che se stavano a casa era meglio, chi lo mette in discussione?

    Ma non hanno preso il treno di loro iniziativa, li hanno mandati. Quello che qui non si vuole capire è che un militare và dove lo mandano perchè è obbligato.

    Se volevano i soldi andavano con una ONG, come le Simone che guadagano il doppio di un soldato.

    Mind,

    non ho una vocazione, se dovevo seguire quella facevo il prete, senza scherzi.

    Ho un’altra cosa, rispetto per tutti quelli che credono in qualcosa e si sacrificano per il raggiungimento dell’obiettivo. Se la gente ragionasse come te non ci sarebbero nè polizziotti nè tantomeno carabinieri, con il rischio che corrono!

    Ho già letto il libro di Pansa.

    Confidenza per confidenza, tanto per dirti come sono fatto. Lasciando il servizio permanente effettivo, sono passato da 1.200.000£ al mese a 300.000.

    Un quarto dello stipendio l’ho lasciato perchè i miei ideali erano mondezza per l’organizzazione per la quale lavoravo.

    Hai capito? Altro che militarista!

  22. Bisqui says:

    Sopra leggete così

    – Ho un’altra cosa, ho rispetto per tutti quelli…

    e poi

    – 3/4 dello stipendio l’ho lasciati…

  23. Bisqui says:

    Mind, ha ragione Lisi, l’avatar è bruttissimo. Sembra una strega che ti suggerisce nell’orecchio, hai presenti i cartoni animati?

    Facciamo così, se lo cambi lo cambio anche io e ci metto la mia faccia, va bene?

  24. MindPrison says:

    ’sta storia dell’avatar dovrà finire… in quello precedente, chi mi conosce dice che sto male, questo nuovo neanche vi piace… uffi!

    me la devo scattare apposta ’sta foto, io di mie non ne ho! a parte che la tua mi piace, un po’ gotica/militarista, ma è carina…

    Non è una strega, ma è il simbolo per cui sto lottando. So benissimo che lo sai meglio di me. Ed accetto il tuo consiglio, di carattere estetico, mentre non gradisco quello di lisistrata. Quell’immagine dovrebbe tenerla fissa davanti agli occhi quando parla di eliminare qualche mussulmano quì, rispedirne a casa qualcun’altro là ecc….

    Ma visto che mi obbligate ad essere il narcisista che non sono, mi cambio la foto e mi metto anche in posa….

  25. Bisqui says:

    No, non ti obbligo!, cacchio mi hai fatto sorridere :-))

    Se ti và fallo, altrimenti ho solo espresso la mia opinione.

    Cambio anch’io allora?

  26. utente anonimo says:

    PER EUGENIOCAZZ….COSA FUMI?ME LO DICI GRAZIE?MAI SENTITE TANTE CSZZATE….PER MIND SI STAVA MEGLIO QUANDO SADDAM REGNAVA HAI PROPRIO RAGIONE NON TI RICORDI QUANTE MARACHELLE POTEVAMO FARE….SENZA CHE NESSUNO SI LAMENTAVA?CIAO E BUONA VITA

  27. squitto says:

    beh, sinceramente, non è per dire, ma insomma, musulmano o no, quando qualcuno viene qui a fare il prepotente a casa nostra, a rispedirlo a casa sua mica si fa tanto male, eh… oppure la NOSTRA resistenza non conta, e noi dobbiamo stare zittini a farci mettere i piedi in testa da loro?

    Io sta cosa dei due pesi due misure mica l’ho mai capita.

    PS: in attesa delle vostre foto, intanto io ho cambiato chador :))

  28. MindPrison says:

    Se nn vi piace nemmeno questa, nn so come fare… prendetevela con madre natura!

    Bisqui, se hai riso sono contento. Parliamo sempre in questi blog di argomenti scabrosi e poco piacevoli, e con toni spesso ostili; sono certo che se ci trovassimo di persona, staremmo tutti insieme a prendere un caffè (e a mau il ciappi)

  29. Bisqui says:

    Mind,

    NNNooooo al mio fratellino no! dai che se non si parlasse di politica ti farebbe morire dal ridere!

    Squitto,

    non avevo capito fosse un nuovo chador, credevo ti fossi preparata per una rapina!

  30. MindPrison says:

    Lo so Bisqui, infatti appena apro un blog dove parlo di cazzate, lo faccio administrator… e poi sta tranquillo, già mi fa ridere abbastanza!

    Hai deciso di rimanere con l’elmo? Spero che nn seguirai la scia di otimaster, altrimenti ti metti il simbolo della X Mas…. meglio l’elmetto….

  31. utente anonimo says:

    certo, ti faccio ridere quando parlo di dati tecnici…

    come del fosforo che non può consumare la carne e lasciare intatti i vestiti…

    ma perchè ridi di queste cose?

    non riesci a capirle?

    se non riesci a capirle , non c’è proprio niente da ridere…

    almeno , io mi sentirei umiliato a fare la figura dell’ignorante…

    te ridi, quanti ti riveli l’ignorante che sei…

    contento te…

    un mau stupito

  32. Bisqui says:

    Mind,

    la X MAS non ha nulla a che fare col S. Marco. Non confondiamo capre e cavoli. Il S. Marco è il più antico reggimento della marina italiana. Pensa che da subito ebbe i compiti più ingrati. Sai che erano gli italiani chiamati dall’imperatore a sedare la rivolta dei boxer? Il S.Marco!

    Non ho cambiato l’elmo perchè hai detto che ti piaceva, ti ho pure chiesto se dovevo cambiare!

    Se metto la faccia ti rubo tutte le donne, scommettiamo?

  33. MindPrison says:

    Bisqui, sulla X mas scherzavo naturalmente…

    e poi che vuoi fare, rubarmi tutte le donne? hihihih, è come se ti dicessi che voglio rubarmi il tuo elicottero…

    mau, tu sì scem’…. e poi sono 1.83, chiamami piccolo…

  34. utente anonimo says:

    grande corpo e cervello striminzito…

    allora un sacco di cose si spiegano…

    ma sei stuoido per scelta, o sei nato così?

    mau

  35. MindPrison says:

    bau, per quelli come te, dalle mie parti, si dice:”quant’è bbell’o cane mio, io ‘o chiamo e chillo vene”…

    lo sapevate che mau in portoghese significa “difettoso”?

  36. grendel00 says:

    Tullius Detritus.

    “…un essere spregevole, ma molto capace. L’orribile, verde livore della discordia apparirà al suo passaggio, è miracoloso!”

  37. Odixeus says:

    azzo Bisqui, ma quella è veramente la tua faccia?? non ci credo sei troppo cazzuto! (musicanti e pacifisti non capiranno)

    a proposito non so come fai a tollerare le stronzate che scrive il Cazzidui… del resto da uno con quel nome cosa ci si può aspettare?

  38. miiiiii Bis, staresti benissimo a fare il sadico istruttore di un film sui navy seals!!! :))

    d’ora in poi nn mi permetterò più di scherzare su quello che dici, c’ho paura!! 😉

  39. Tisbe says:

    Rispetto per tutti i morti, senza bandiere e senza colori. Voglio un mondo senza confini, senza mappe, senza frontiere … voglio un mondo che faccia tutti uguali … e la morte, qualsiasi cosa voi ne pensiate, come diceva il grande Totò, e una LIVELLA. E’ l’unica giustizia che c’è al mondo. Quindi io piango tutti i morti, anche i bambini irakeni morti a causa dell’embargo. Questa è umanità senza retorica!

  40. utente anonimo says:

    posizione condivisibile.

    ma spiegami cara…

    a uno shiad (bambino kamikaze) tu non spareresti in testa? (non per salvare la tua pelle, ma per salvare la pelle delle persone accanto a te.)

    prova a rispondere…

    un mau inquisitorio

  41. grendel00 says:

    Embargo voluto dall’ONU in cui Saddam a colpi di mazzette riusciva a importare armi (anzichè nutrire il suo popolo), quell’embargo, dici?

    Vuoi un mondo dove siano tutti uguali, come lo voleva Stalin? Tranne che lui era più eguale… Senza mappe? E come fai a muoverti? Senza confini? Cos’è, sei rimasta alla “proprità privata è un furto”? Senza frontiere? Mi sembra che sia tu quella che vuole LIVELLARE, decurtisianamente parlando.

    P. S.: anche Adolf Hitler era contro le frontiere, soprattutto quelle degli altri, e come livellava lui…

  42. Bisqui says:

    Buongiorno a tutti,

    mi sono svegliato ora ora. Ho ancora un occhio chiuso. Scusatemi sono un pò nervoso mia moglie sta male e l’ho vegliata tutta la notte.

    Venendo a noi,

    Mind,

    ci credi che non ho foto con sorrisi! In realtà non ho foto! Ne ho pochissime, non mi piace farmi fotografare (ho paura che mi catturi l’anima) 😉

    Odixeus,

    Purtroppo sono proprio io, mia moglie dice che quando sono normale le persone si pisciano sotto, quando sono incazzato svengono dalla paura! 🙂

    Ele,

    sei simpaticissima. In effetti ho fatto anche l’istruttore d’armi (Odixeus e Grendel sanno di cosa parlo). Ti piacerebbe vedermi sul Katana?

    Con Grendel ci siamo divertiti tutta stanotte…

    Tisbe,

    E’ un bel sogno il tuo forse realizzabile tra qualche era. Considerando che una civiltà moderna si afferma in cisca 10.000 anni, qualcun altro ne deve fare di strada prima di raggiungerci.

  43. Tisbe says:

    @Mau, gli shiad sono venuti dopo l’embargo, è un vostro prodotto d’esportazione.

    @grendeloo, quale Onu? quello asservito agli interessi degli Usa (leggi diritto di veto)…Che caXXo c’entra Hitler, quando non sapete che dire tirate fuori cavolate dal cilindro delle vostre idiozie

  44. Tisbe says:

    @Bisquì, scusa ma quando è troppo è troppo!e come ci arriviamo al mondo senza confini, con i genocidi? spariranno quando sparirà la razza UMANA, perché di razza ne esite una sola come ebbe a dire Einstein, ma questo voi lo dimenticate!

  45. Leslie says:

    Mah… il problema dell’Onu non sono certo gli Usa, che anzi attraverso John Bolton hanno tentato molto saggiamente (purtroppo senza tanti riscontri) di porre per la prima volta nella vita di questo organismo il problema cruciale del parametro della democrazia, per evitare le assurdità già viste in passato, ovvero la Libia alla guida della Commissione per i diritti umani e più in generale tutti i violatori dei diritti umani far parte parte di quella Commissione.

    L’Onu ha le mani legate per un motivo molto semplice, ovvero perchè gli unici a dimostrare di saper agire insieme e per un obiettivo comune sono i dittatori, mentre sembra non esserci la possibilità o la volontà politica di mettere la democrazia come parametro della riforma dell’Onu, che sarebbe l’unica cosa valida da fare per i motivi di cui sopra.

  46. Bisqui says:

    Tisbe

    sei una ragazza intelligente e sai benissimo che i percorsi umani sono gli stessi per qualsiasi razza. Nel tuo blog hai due post interessantissimi sulla filosofia. Cè un passaggio sull’illuminismo (mi sembra di averlo letto da te) che è fondamentale. La separazione della mente umana un due distinti modi di vedere la vita.

    1) da persona raziocinante forte della cultura e della ragione

    2) l’altra se vogliamo mistica, forte delle convinzioni religiose.

    La domanda che ti faccio è questa. Quante popolazioni sulla terra hanno digerito la spaccatura illuministica?

    e se non ci sono, queste popolazioni quando ci metteranno ad elaborare una forma intellettuale illuministica?

    Sbaglio o la risposta è scontata?

  47. Bisqui says:

    Leslie,

    l’ONU è uno schifo. Un carrozzone dove impiegatucci, burocrati e quantaltro fino agli uscieri, sono dei corrotti.

    L’ONU è l’esportazione della corruzione ovunque e fidati che non sono l’unico a dirlo e non lo dico per sentito dire ma ho le mie convinzioni.

    Và demolito, distrutto, cancellato e riformato dalle fondamenta. E’ tutto da cambiare, a cominciare dal diritto di veto che guarda caso è un’accusa agli USA e non lo è per RUSSIA e CINA che sono alleate.

    Due paesi alleati non possono avere 2 voti in un’organizzazione che dovrebbe distribuire pari diritti a tutti.

  48. musicisti says:

    ragazzi io non ce l’ho con i nostri militari ma con i cervelli chi ce li hanno mandati e adesso dichiarano di non aver mai condiviso questa guerra?

    quei cervelli rappresentano la patria e le istituzioni per le quali i nostri soldati lavorano e si sacrificano.

    non basta un minuto di silenzio per i cervelli di questi enormi statitisti.

    vergogna!

    un portavoce delle truppe americane Iraq (il colonnello Steve Boyman) durante un faccia a faccia televisivo su un’emittente indipendente ammette (pur tra distinguo e precisazioni): «Abbiamo usato il fosforo bianco. Ma non ricordo se lo abbiamo usato come un’arma offensiva».

    non ricordo?

    pace a voi.

  49. utente anonimo says:

    gli shiaid iraniani sono una conseguenza dell’embargo?

    di quale embargo?

    tisbe stai facendo troppi errorucci…

    un mau storico

  50. utente anonimo says:

    non preoccuparti, bello.

    quando creperai, nessuno ti ricorderà.

    e nessuno piangerà per te.

    pace (eterna) e p**e (tanto!) nel cucubus.

    (ricordati di quello che sei)

    mau

  51. musicisti says:

    ciao mau tse tont, continuo a parlare di cinesi sul mio blog, ti dovrebbe interessare.

    più che altro ti farebbe bene un pò di lavoro duro in fabbrica cinese sotto padrone occidentale.

    pace a te e alle timberland.

  52. grendel00 says:

    Musicisti ti ho risposto nel precedente post trallallero trallallà.

    Aggiungo, il WP per sua natura ha una gamma piuttosto ampia di utilizzo, che uno non se lo ricordi è ovvio.

    Per l’ultima volta tisbe:

    DI QUALI CAXXI DI GENOCIDI STAI PARLANDO???

    Voglio dati, documenti, fatti, PROVE, altrimenti è lapalissiano che si tratta di spazzatura. E la spazzatura ammassata fa discarica.

  53. utente anonimo says:

    io compro solo italiano…

    sei tu quello con le timberland…

    ne hai tutta l’aria … quella del bigotto schifoso ..ovviamente…

    un mau italiano

  54. Tisbe says:

    @grandeloo, il primo è quello degli indiani d’america, ma la lista è troppo lunga … troppo … a questo punto spero che decidano di terminare la tua etnia, così forse capirai di cosa sto parlando, NEGAZIONISTA

  55. MindPrison says:

    By Captain James T. Cobb,First Lieutenant Christopher A. LaCour and Sergeant First Class William H. Hight

    “WP [i.e., white phosphorus rounds] proved to be an effective and versatile munition. We used it for screening missions at two breeches and, later in the fight, as a potent psychological weapon against the insurgents in trench lines and spider holes when we could not get effects on them with HE. We fired ’shake and bake’ missions at the insurgents, using WP to flush them out and HE to take them out.”

    il resto qui:

    http://sill-www.army.mil/FAMAG/Previous_Editions/05/mar-apr05/PAGE24-30.pdf

    Bisqui cmq nella foto sembri proprio incazzato….

  56. utente anonimo says:

    tisbe a quali shiad ti riferisci?

    io mi riferivo ai bambini iraniani usati come battistrada nei campi minati…nell’anno di grazia 1980/88

    se non lo sai , chi è l’ignorante?

    un mau storico

  57. grendel00 says:

    Mind, nel caso non te ne sia accorto, quello che si va dicendo da diversi giorni è che l’uso del fosforo è legittimo: LEGITTIMO.

    Sai leggere o te lo devo sillabare?

    Tisbe:

    Gli indiani d’america, vuoi dire quelli sterminati dai cattolicissimi ed europeissimi spagnuoli? Conosco benissimo. Curioso che non esista più nulla di quelle culture, tanto che per poter sapere qualcosa di loro dobbiamo ricorrere all’archeologia, mentre nel nord – america le “nations” (che esistono ancora) hanno i loro centri culturali, le loro università e a volte il loro petrolio…

    Se tu guardassi la storia in maniera un po’ più obiettiva ti accorgeresti che i genocidi e i criminali che li hanno perpetrati sono tutti saltati fuori da QUESTO continente, guarda caso.

    Se sterminano la mia etnia, fanno fuori anche te, cara la mia studentella: siamo indoeuropei.

  58. squitto says:

    velocemente, a Tisbe, al suo # 58 eccetera. La società perfetta che teorizzi a casa mia si chiama utopia; nel frattempo ci sarebbero alcune cosucce da sistemare, tra cui cosa fare con un certo “gruppuscolo” (…) di prepotenti che ogni tanto fa saltare un po’ dei suoi e di altri da qualche parte in giro per il mondo, a ribadire il concetto di uguaglianza e di armonia che pervade la loro cultura, consentendo così altruisticamente, non solo a se stessi, ma anche a coloro che si portano dietro quando fanno il botto, il raggiungimento del paradiso e della pace (eterna).

  59. utente anonimo says:

    noto che adesso si parla solo di colpi fumogeni…

    la bolla si sta sgonfiando.

    un mau soddisfatto

  60. Bisqui says:

    Io sto a lavorare per voi e che fate? Giocate!

    Ma se pò!

    Mind non sono icazzato, non è colpa mia se madre natura mi ha fatto così. Ero molto meglio con i capelli biondi e lunghi, somigliavo (almeno dicono) a Brad Pitt. Poi ho perso i capelli, ho avuto tanti dispiaceri e eccomi quà.

    A parte tutto, vedi che viene usato come fumogeno per scovare la gente? Non ti sei scandalizzato per l’HE perche? Scommetto che non sai cosè.

    Squitto, sei tornata allo chador che amo!

    Ele, finalmente un avatar che ti identifica! Ok, ti dò le mie misure : 1,90 x 97, 100 di torace, 75 di vita, 100 m in 13 sec, 35 cm di girobraccio, reazione allo stimolo 10 msec, che altro vuoi sapere? Occhi azzurri, denti tutti e nessuno malato, fumo come un Turco…dimmi te, chiedi

  61. Edmund says:

    OT

    Rieccomi, sopravvissuto alla Milano-Bergamo (gran casino oggi).

    Bisqui, sei identico ad un mio amico di infanzia e adolescenza, uno che mi menava sempre, anche con le misure ci siamo, lui è sempre stato un paio di centimetri più alto di me e più “pesante” in quanto “palestrato”. Non so in quanto tempo facevo i 100 metri, ma più veloce di lui lo ero. (L’arte della fuga, uno dei miei prossimi libri). Comunque a parte le botte, con le parole l’ho sempre “menato” e facevano più male dei suoi cazzotti. Una “grande” amicizia.

    Chissà che fine avrà fatto.

  62. Tisbe says:

    @squitto, già ci sarebbe da sistemare un “gruppuscolo” di gentaglia che se ne va in giro per terre altrui a fare pulizia etnica con la scusa di esportare la democrazia, ma con l’unico scopo di derubare materie prime e lavorare ad aumentare le differenze tra ricchi e poveri del mondo! tu chiamala utopia, io la chiamo giustizia, EQUITà

  63. Tisbe says:

    @Bisquì, sicuramente non sono una sprovveduta, e proprio questo dovrebbe indurvi a capire che qualche ragione dovrei pur averla ad avere le convinzioni che ho! Tu dici che l’Islam non ha vissuto l’illuminismo? bene, perché noi dovremmo obbligare un popolo a pigiare il piede sull’acceleratore storico quando non hanno una sovrastruttura ideologica capace di supportarli. Non esiste prassi senza teoria. L’uomo non può fare nulla se prima non teorizza. L’errore più grave è fare qcs senza averla pensata. Attaccare l’Iraq è stato un grave errore storico. Io una cosa ho imparato studiando la storia, ed è una verità alla quale non si sfugge: OGNI IMPERO VIENE A FINE, anche quello degli Usa. E quando la storia sarà scritta da nuovi vincitori si alzerà, finalmente, il sipario sulle loro nefandezze.

  64. squitto says:

    @ tisbe: sì anch’io. Trovo infatti estremamente equi i kamikaze che non guardano in faccia coloro che fanno saltare, estremamente equo il santo martire mohammed atta che se n’è fatti fuori cica quattromila senza distinzione di sesso di razza e religione. Hai ragione sulle materie prime, infatti bisognerebbe lasciarlo lì, quel petrolio, e che se lo bevano, visto che se non glielo compriamo non è buono a nient’altro, se non a fumarselo (non sono esperta… ;), o ad incendiarlo, come fece il buon saddam ai tempi provocando un disastro ecologico di dimensioni discrete…

    una buona documentazione sulle armi chimiche (quelle vere) e sulle pulizie etniche va chiesta ai curdi sopravvissuti a quelle belle bordate di gas nervini di cui ormai qualcuno ha perso la memoria, e che di sicuro restano esempio da manuale di come si debbano condurre campagne di questo tipo.

  65. ephrem says:

    @ Tisbe: forse é meglio che vai a farti una canna, forse avresti le idee più chiare. Perché cazzo nessuno di voi, teste piene di segatura non parla delle decine di migliaia di civili morti ammazzati dagli attentati della vostra sacra resistenza? Ma andata a cagare!!! Adesso s’attaccano persino alla Giordania, dimmi un po’ cretinneti che non sei altro, quante truppe ha la Giordania in Irak?

    L’Irak é andato due volte alle urne e si appresta a tornarci, i nuovi vincitori che tu aneli, ti prenderebbero e ti farebbero a pezzi su una qualsiasi metropolitana o linea aerea, o autobus. I nuovi vincitori che tu aneli se ne strabattono delle tue parole, perché se dovessero vincere, a te rimarrebbe il silenzio…

  66. ephrem says:

    Ammetto d’essere andato aldilà con le parole, ma sono indignato per il fatto che un post dedicato a persone che sono state ammazzate con una ATTENTATO vigliacco e codardo, come solo questi resistenti di paglia e fango sanno fare, possa contenere simile commenti da parte di chi, come ho appena scritto si sarebbe augurato che le vittime italiane si fossero moltiplicate per cento per soddisfare le proprie convinzioni politiche. Vomitevole.

  67. Bisqui says:

    Tisbe,

    non hanno l’illuminismo? Prima di averlo noi siamo andati in giro ad ammare la gente che non credeva nel nostro Dio? O conquistavamo terre urlando “Dio è grande”

    Si lo abbiamo fatto!

    Allora che dobbiamo fare? Aspettare pazientemente ci ci abbiano sottomesso per poter dire adesso l’illuminismo arriverà anche da loro?

    Intanto io vedo che i teoremi Iraq+USA si stanno incrinando, la verità si fà strata. I terroristi che tutti difendono adesso mettono le bombe in un’altro paese moderato, instilleranno la paura anche in Giordania ed esporteranno il fondamentalismo anche lì e poi via a macchia d’olio.

    L’odio che avete per gli USA è così cecante che ci sta portando al suicidio collettivo.

    Ecco il vero motivo, quello che viene fuori ogni volta dalle discussioni, l’impero, l’invidia per chi ha un ruolo di predominio. O USA o pincopallino sarà sempre odiato perchè l’invidia di chi non è capace di avere quel posto è terribile, marcisce il fegato, tutte le mattine ci si alza e guardandosi intorno qualsiasi cosa ti ricorda che c’è qulcuno che è meglio di te e allora ti rode ancora di più.

    Questo è il problema, tutti gli altri sono scuse per non ammetere che in fondo è l’invidia. Invidia perchè tutti i riferimenti a sinistra sono falliti, invidia perchè non c’è possibilità di dimostrare che c’è un’alternativa, invidia della ricchezza in tutti i senzi..

    sono stanco ma ti posso dire che io in questo mondo ci sto bene, godo della ricerca di altri se aspettassi qualcosa da quelli che sono osannati a sinistra morirei di qualsiasi cosa. Godo anche del dentifricio a strisce che in URS non c’era, godo di qualsiasi cosa mi aiuti nel lavoro e che guarda caso viene sempre dagli USA, adesso si sono inventati gli inzetti robot per curare le piante malate.

    Con quelli che vorresti tu il futuro è uno solo quello che è sempre stato, shiavi di un regime senza rispetto della dignità umana. E gli esempi non mancano a cominciare dal paese sconvolto dalla libertà dalla rivoluzione del Che,Cuba e continuare con la Cina. Dove i ricchi sono i macellai e soltanto loro e dove tutti gli altri sono carne da macellare.

  68. Edmund says:

    Bisqui, rilassati, tu parli di una sinistra che non esiste, nessuno, credo, qui in Italia crede e/o desidera le cose che tu dici, almeno io non ne conosco, certo gli imbecilli e gli ignoranti ci sono, ma per fortuna (o sfortuna è lo stesso) sono equamente distribuiti.

    L’invidia, poi è un discorso che ho sentito fare spesso da destra, ma guarda, a parte gli imbecilli di cui sopra, non esiste, credo che oggi, chi si definisce di sinistra, sia semplicemente una persona che crede, che spera, in una società con un po’ più di giustizia sociale e solidarietà. Che poi queste aspirazioni vengano espresse, magari con slogan frasi fatte, luoghi comuni, è normale, è umano, succede anche a destra al centro di sopra e di sotto. Pensieri ed intuizioni “originali” sono rare, e si finisce, quando se ne hanno sui libri di scuola.

    Cina, Russia, Cuba, Usa, Europa, quello che vuoi, ogni paese ha la sua storia ogni sistema politico si innesta su una cultura pre-esistente. Il comunismo Sovietico è stato quello che è stato, principalmente perchè erano Russi, lo stesso per Cina Cuba ecc.

    Ma queste cose sono dietro le nostre spalle, è giusto parlarne, ma non posso per il fatto di definirmi di sinistra, portarmi sulle spalle tutto quello che è stato fatto in passato in nome del socialismo/comunismo ecc. Che magari oltretutto manco condivido.

    Del resto io sono convinto che se delle persone di sinistra e destra, in buonafede, ripeto: in buonafede, si mettessero intorno ad un tavolo per decidere le cose “da fare” per gestire “al meglio” la nostra società i punti di divergenza all’atto pratico sarebbero molto pochi e marginali, visto che come oramai procede l’economia mondiale, l’uso finanziario del denaro, le multinazionali ecc, le strade percorribili sono poche e obbligate.

    E per finire, l’Antiamericanismo, per il fatto di non essere d’accordo con la politica dell’attuale amministrazione non fa di me un antiamericano, anche perchè stando agli ultimi sondaggi anche la maggioranza degli Americani la pensa come me.

    Il parallelismo sinistra/islam non lo prendo neanche in considerazione, mi fa incazzare solo a pensarci, non sono religioso, non ho nulla contro chi lo è, purché sia un fatto personale e non voglia imporre niente a me.

    Fossero anche vere le teorie di Lis, sui tentativi di penetrazione e di conquista nei nostri confronti da parte dei “fratelli mussulmani” non mi preoccupo più di tanto, per lavoro li conosco molto bene, sono dei “brocchi” e prevedibili, non ce l’hanno fatta in passato e non ce la faranno adesso.

    La “melassa” televisiva ammorberà anche i loro cervelli, Bombardiamoli con “L’isola dei famosi” ed “il grande fratello” e abbiamo risolto il problema.

    Ciao, vado a dormire.

    (scritto di getto, la risposta la leggo domani).

    PS.

    Domani sera io sarò al Forum di Assago a sentirmi e vedermi un Grande Americano: BOB DYLAN.

  69. Bisqui says:

    Edmun

    sono contento che la prima risposta sia la tua, in un certo senso lo speravo.

    Lisi mi ha parlato bene di te e non si è sbagliata, sei una persona estremamente onesta. Sai che è piacevole parlare con te? Hai delle argomentazioni estremamente rilassate e logiche. Per fortuna che ci sono persone come te che parlano di politica al di fuori del furore fanatico della fazione a cui sentono di appartenere.

    In un certo senso siamo simili, forse perchè ormai la saggezza comincia a farsi sentire. Io sono ancora un pò provocatore ma credo che presto mi darò una calmata, appena il vigore fisico si addormenterà 😀

  70. hawkmoon269 says:

    Bisqui, rilassati, tu parli di una sinistra che non esiste, nessuno, credo, qui in Italia crede e/o desidera le cose che tu dici, almeno io non ne conosco,

    ????

    informati: faustino vuol rifondare quel “crimine contro l’umanità” che è i comunismo

    diliberto va a braccetto con gli hezbollah…

    e sono solo due…

    Onore alla memoria dei ns caduti…

    anche se lontano da casa, il loro impegno era anche per la NOSTRA SICUREZZA…

    onore a loro

  71. Edmund says:

    @hawkmoon269

    Credo di essere anche “troppo” informato.

    Cerco di capire le cose al di la e al di sopra delle “croste” della partigianeria.

    Di tutti quelli di cui mi devo preoccupare quei due di sopra proprio non esistono.

    Hai dimenticato, centri sociali, Anarco-insurrezionalisti, Casarini ecc.

    Vuoi fare a gara con l’elenco degli imbecilli, degli sprovveduti, delle canaglie di entrambi gli schieramenti?

    Hai tempo da perdere?

    Milan-Inter?

    Rosso-Nero?

    Coppi-Bartali?

    Hitler-Stalin?

    Doccia-Vasca da Bagno?

    Il sesso degli Angeli?

    Vuoi fare a gara a chi ce l’ha più lungo?

    No problem.

    Il mondo va sempre più veloce, ma non si è obbligati a correre, ma chi sta fermo a farsi le pippe non perde un giro, li perde tutti.

    E siccome le ragioni per vostra e nostra fortuna (sfortuna?) non stanno tutte da una parte, bisogna continuamente imparare, non si è mai finito di imparare. Ed è per imparare che io sono “anche” qui.

  72. Edmund says:

    Bisqui

    Aspettare che il vigore fisico si sia addormentato? e perchè?

    Io sono “mooolto” in forma.

    E sono sempre molto veloce.

    Non si sa mai.

    E poi la saggezza è dei forti non dei deboli. Bisogna smettere di avere paura.

    Di chiunque, di qualunque cosa, cosa vuoi che sia, bene che vada alla fine si muore.

  73. Tisbe says:

    @Bisquì, ti sbagli di molto, io non invidio proprio nessuno, soprattutto gli assassini! non ho mai cercato ricchezza nella vita, né potere; ho sempre creduto che si potesse essere più giusti. e comunque a scanso di equivoci io non sono dalla parte dei terroristi! però so anche che la disperazione spinge ad atti estremi. Non semplificare tutto con la questione dell’illuminismo, a me sembra orribile ammazzare le persone perché non hanno fatto un pezzo di storia, non è colpa loro. Un giorno quando avrò tempo ti parlerò di una teoria che si fonda sulle distanze ( riprendendo le categorie kantiane)

  74. Tisbe says:

    @squitto vedo che tiri in ballo i curdi, da brava persona di dx solo quando ti fa comodo, quando poi non ti servono più diventano pure loro dei terroristi. i curdi sono perseguitati anche in turchia, ma guarda un pò a voi di dx questo non interessa: i turchi sono alleati! Ti le sei dimenticato il caso Ocalan? Siete talmente di parte che mi fate venire la NAUSEA

  75. squitto says:

    ecco et voilà, sono diventata di destra.

    (Grendel!!!! che dobbiamo fare???)

    Tisbe cara, io non tiro in ballo i curdi quando mi fa comodo per dimenticarli quando mi dà fastidio, i curdi Saddam li ha gassati con le VERE armi chimiche, argomento sul quale noto esistere una pietosa ignoranza; resta pure tra le tue categorie kantiane, quando poi scendi e metti i piedi per terra facci un fischio.

    (PS: a onor del vero, io i turchi in Europa non ce li voglio, contenta?)

  76. Un abbozzo di “illuminismo” c’è stato nel mondo arabo, intorno all’anno 1000 (MILLE). L’Islam sta attraversando un lungo medioevo, ed è giusto e sacrosanto che superi il periodo buio in modo coerente con la propria storia, senza nessuna interferenza forzata da parte dell’occidente in armi.

    NESSUNO difende i terroristi (Al Qaeda NON HA NESSUN RUOLO ALL’INTERNO DELLA RESISTENZA, con questo l’avrò scritto 15 volte, e anzi ci sarebbe da sospettare di un’azione terroristica, come quella dell’altro giorno, che ha ucciso: il capo dei servizi segreti palestinesi Bashir Nafeh; l’attaché commerciale palestinese al Cairo; un importante banchiere palestinese; un grosso uomo d’affari di Gerusalemme Est; un numero imprecisato di diplomatici palestinesi.

    Ah, come mai, secondo Haaretz, i turisti israeliani sono stati evacuati dal luogo degli attentati 3 ore prima? Sarà che questi kamikaze arabi appartenevano alle brigate di Al Mossad? ^^)

    Anche la pretesa “invidia” è in realtà un argomento molto debole, dato che tutti i movimenti più “antiamericani” si richiamano sempre all’identità dei popoli, alla solidarietà comunitaria, ad una maggiore giustizia sociale, ad uno sviluppo economico meno pronunciato e squilibrato; tutti elementi che non si possono certo ritrovare nella società americana.

  77. Tisbe says:

    @squitto vado di fretta e nn posso trattenermi. Complimenti per la coerenza, curdi sì, curdi no! Se qquei coXglione dei tuoi amici ameriCani invece di sprecare denari per razzie guerre e carneficine pensassero a finanziare la ricerca sulle energie alternative forse il mondo andrebbe meglio. O no, ke dico, senza il controllo sui popoli, senza l’appannaggio esclusivo delle energie come potrebbero dominare il mondo? se l’energia fosse alla portata di tutti, come potrebbero assecondare il loro delirio di onnipotenza?

  78. squitto says:

    Tisbe: Ohssignore che pazienza che ci vuole.

    Ti ricordo che l’Italia ha rinunciato anni fa al nucleare rendendo indissolubile il legame economia italiana=petrolio; non altrettanto si può dire degli Stati Uniti, che di centrali nucleari ne hanno, eccome, e pure di impianti eolici e idroelettrici. Se non sbaglio il nucleare in Italia venne bocciato ad opera di istanze provenienti da persone come te. Allora prima di discutere della coerenza mia, discutiamo della vostra. Ce siete o ce fate? Ma te, quello che scrivo, lo leggi, o vai talmente di fretta che ti scrivi addosso?

  79. ephrem says:

    Tisbe tu avrai la nausea, io invece ho la convinzione d’aver colto nel segno nel mio #96. Nessuna nausea ti avrà colpita allorché ti auguravi altre vittime italiane, perché se tu non eri tra coloro che urlavano quel becero slogan lo hai sicuramente condiviso…

  80. grendel00 says:

    Bene, loro sono nel medioevo, e mentre progrediscono, dobbiamo lasciarli in pace. Non dobbiamo nemmeno gridare quando ci fanno saltare per aria, shhhh! Tanto fra qualche millennio ci chiederanno scusa. Sempre che non ci abbiano ammazzati tutti nel frattempo.

    Tisbe, quello che esponi tu si chiama RELATIVISMO CULTURALE: loro hanno una cultura diversa quindi i diritti umani non hanno nulla a che fare con loro. Sono le stesse cose che sosteneva Khomeini. E la più atroce e rivoltante esibizione di cinismo e razzismo possibili.

    BTW, far fuori Saddam e il partito ba’ath è stata l’azione più antifascista degli ultimi 40, anche più della sconfitta di Galtieri nella guerra delle Falkland.

    Studiati le origini del partito ba’ath, troverai delle simpatiche sorprese.

  81. Non sono nel medioevo, stanno attraversando una fase della loro storia in cui non abbiamo diritto ad intervenire. La lotta al terrorismo si fa (si sta facendo) coi servizi segerti, se necessario, non con l’invasione di paesi indipendenti e sovrani. Tantopiù che il “terrorismo internazionale” non solo non ci farà fuori tutti, e questo lo sai bene, ma è anche una serie di nuclei isolati che rappresentano una piccola minoranza, alcuni dei quali presentano stranamente comportamenti molto “occidentali”. Far fuori Saddam è stata un’azione non certo “antifascista” (il “fascista” Saddam ha avuto modo di intrattenere ottimi rapporti con la Casa Bianca), quanto motivata da ragioni di carattere geopolitico. Stessa cosa per quanto riguarda la criminosa dissoluzione mirata della Jugoslavia, di cui per fortuna almeno Squitto ha memoria.

  82. Edmund says:

    Sul partito ba’ath concordo al 100% con gradeloo.

    Sulla legittimità della guerra meno.

    Visto che oramai quello che è fatto e fatto, vorrei proporvi questo elemento di dibattito:

    Siete al corrente delle trattative più o meno segrete avvenute a ridosso dell’inizio della guerra su un eventuale uscita di scena con esilio di Saddam e sui motivi del loro fallimento?

    Non è per salvare la pelle a Saddam che merita tutto il male possibile, ma non convenite che una sua uscita di scena “morbida” sarebbe. comunque, stata meglio per il popolo irakeno?

  83. hawkmoon269 says:

    Cerco di capire le cose al di la e al di sopra delle “croste” della partigianeria.

    Ma cosa stai dicendo????

    non ti preoccupi delle DIRIGENZE DI FORZE POLITICHE CHE SIEDONO IN PARLAMENTO? e che all’occasione ti combinano un bel G8 di genova??

    e sarebbero queste le croste???

    sarebbero queste che aspirano ad incarichi di governo? ma ti rendi conto che questi quà sono pronti a stringere alleanze con le org. che USANO IL TERRORISMO A PIACIMENTO?

    o come disse -non ricordo il nome al momento – “beh se bin laden è disposto ad abbandonare l’uso degli attentati non avrei niente in contrario a RICONOSCERGLI un ruolo politico”

    QUESTA è la moralità e intelligenza di questa gente…

    tu sottovaluta pure….

  84. Edmund says:

    hawkmoon269

    “questi quà sono pronti a stringere alleanze con le org. che USANO IL TERRORISMO A PIACIMENTO”.

    Non so cosa risponderti, evidentemente viviamo su un pianeta diverso.

    Io non sottovaluto nessuno, specialmente i cretini. Ma vorrei distinguere la demagogia dalle cose reali.

    Magari tu consideri La Padania o Libero due quotidiani equilibrati e obiettivi.

    Cosa vuoi che ti dica se hai bisogno di qualcuno da odiare, del nemico, del lupo cattivo, di sporcare gli “altri” per sentirti più pulito, fai come vuoi.

    Io mi diverto in un altro modo.

  85. Bisqui says:

    Bella discussione, interessante e piena di spunto.

    Edmund, non mi sono sbagliato, stai con i piedi bene in terra e non ti fai coinvolgere dai colori politici.

    Manco a farlo apposta ieri sera mi sono scaricato l’ultima ingiunzione a Saddam di lasciare il paese, non ho trovato l’invito di Geddaffi ma lo troverò e lo posterò insieme ad altre notizie.

    Non mi metto a discutere di filosofia e di filosofi perchè ne sò veramente poco però da persona pratica giudico gli avvenimenti in base alle conseguenze. Illuminismo dell’islam 1000 anni fà? E chi ha fermato il processo? Ecco queste sono le risposte che cerco, non mi interessa il colpevole mi interessa il “come” e le conseguenze.

    Eugenio,

    Mi hai fatto mezzo felice, ho sentito la tua voce invece dei soliti bofonchiamenti. Anche le tue opinioni sono interessanti quando non sconfini nello sfottò o nella propaganda.

    Squitto ed Efrem

    Che dire vi sento troppo vicini per essere obiettivo. Siete bravi tutti e due. Efrem se fossi in te parlerei delle origini di sangue, magari sarebbe più facile comprenderti.

    hawkmoon269

    Una cosa è escudere completamente una parte politica un’altra è continuare ad essere vigli. Se non ho sbagliato questo è il messaggio di Edmund.

  86. hawkmoon269 says:

    ah! io sarei il demagogo?

    io sono demagogo?

    loro fomentano le piazze, i centri sociali, definiscono LAGER i ns. centri di accoglienza, vanno a braccetto con gli incappucciati, i campi antimperialisti che raccolgono fondi x la resistenza irakena…

    e quando c’è una manifestazione PER DIFENDERE un paese da un fottuto fanatico che parla di cancellare? SI NEGANO non si fanno vedere (evidentemente la pensano allo stesso modo) … ed io sarei il demagogo??

    sono loro che LO FANNO … non sono io a dirlo!

    QUESTI PUNTI SONO la loro politica estera

    e aspirano a governare (in nome della giustizia e della legalità)

    tu continua pure a minimizzare…

    continua a dire “sì va’ beh, ma….”

    ma non mi dare del DEMAGOGO

    ciao BISQUI

  87. Edmund says:

    hawkmoon269

    Guarda che il demagogo no era riferito a te, forse non sono stato abbastanza chiaro.

    Più che altro mi sembri un po’ “idottrinato” come direbbe Lisistrata. 🙂

    Magari sei molto giovane… con gli ormoni in subbuglio, se è così ti capisco.

    Comunque ragazzi per oggi chiudo, è ora che mi prepari, il grande BOB mi aspetta.

    PS.

    Su Bin-Laden, magari domani, mi piacerebbe buttare li due o tre cose nel piatto, tanto per ravvivare il discorso e non dirci sempre le stesse cose.

  88. Vorrei sapere perchè sarebbe sbagliato raccogliere fondi per la resistenza irachena (fondi destinati a finanziare un organo di stampa della stessa…), dato che, in base al diritto internazionale, nessuno può discutere la legittimità di tale organizzazione.

    Inoltre insisto sul fatto che la storia del “fottuto fanatico” è stata, come dire, ignobilmente montata dai media, ma tant’è. Pare che non interessi a nessuno… pare che l’Iran minacci il mondo intero, mentre aprendo un giornale a caso mi viene da pensare che sia piuttosto il mondo intero a minacciare l’Iran.

  89. ephrem says:

    Vorrei ricordare agli amici pacifinti due o tre elementi che sembrano voler ogni qual volta ignorare SCIENTEMENTE:

    1° il maggior fornitore d’armi dell’Irak di Saddam Hussein é stata ed é facilmente comprovato, basta ricercare i dati sullo scambio commerciale dell’Irak negli 30 anni l’Unione Sovietica, in seconda posizione vi é, ed anche per questo dato basta cercare, la Francia. Francia che aveva con ELF e Total STRETTISSIMI rapporti con il regime, 40% dell’approvigionamento francese provveniva da quel paese.

    2° il partito di Saddam é stato fondato da tale Michel Afflaq, cristiano libanese vissuto e cresciuto alla corte del partito socialista francese, morto e poi sepolto a Parigi come il non compianto Arafat, e l’Ayatollah Khomeini, per cui mi chiedo se la Francia con la sua politica pro-araba conseguente ai suoi sensi di colpa per i fatti d’Algeria, si renda conto delle ENORMI responsabilità che ha per la situazione attuale nel medio oriente. Il 27 ottobre il primo rapporto della commissione ONU diretta da Paul Völker ha messo sul banco degli imputati 180 aziende francesi tra le quali ritroviamo tutto il gotha dell’industria francese, sommando le tangenti delle prime quattro nella lista, tra cui ritroviamo la Renault e la Peugeot, si arriva alla somma di 20 milioni di dollari. Poi qualcuno mi spiegherà chi affamava realmente i bambini iracheni con la storia dell’embargo, allorché l’operazione Oil for Foods fu costituita dall’Onu per evitare giustamente che a pagare il prezzo dell’embargo fosse il popolo, salvo che Saddam ne ha fatto uno strumento per continuare ad arricchirsi alla faccia dei bambini morti. La tariffa era del 10% dell’ammontare dei contratti, ed é stata chiesta dai ministeri iracheni persino per le forniture farmaceutiche! La (facile) corruzione dei funzionari ONU ed il coivolgimento del figlio stesso di Kofi Annan, Kojo, ha permesso che tutto questo accadesse lungo tutti questi anni, si capisce la reticenza della Francia, poiché coinvolti vi sono oltre alle più grandi aziende anche importantissimi gruppi bancari e con l’intervento americano tutto questo magna magna si dissolveva al vento, evvive la France!

    3° Cazziemazzi é venuto da me (parbleu! emiledelapenne.splinder.com) a spiegarmi quali sono i veri democratici iracheni, cioe quelli che lui ed i suoi amici chiamano resistenti, questo ragionamento presume che tutto cio’ che é avvenuto nel 2005 é ritenuto da Cazziepazzi illeggittimo. Sicché di due cose l’una: o l’Onu da loro invocata un giorno sì e l’altro pure come una madonna laica di Lourdes che risolve tutti i problemi del mondo (che la Madonna mi perdoni) ed ha senso di esistere, o non lo é. Allora quando all’inizio del conflitto si diceva che l’istituto delle nazioni unite non ha più senso così come é gestito, per cui le risoluzioni sono una farsa o l’ONU é veramente la madonna che risolve tutte le beghe del mondo per cui le ultime risoluzioni hanno credito. Che si decidano a scegliere.

    Se Kofi Annan si é precipitato a Bagdad é per ridare visibilità all’ONU in un momento delicato e importantissimo per il paese, dopo lo scandalo dell’Oil for Foods che ha gettato un ombra sul suo operato. Spero che abbia perlato con i veri democratici iracheni che Cazzierazzi conosce così bene…

  90. hawkmoon269 says:

    Più che altro mi sembri un po’ “idottrinato” come direbbe Lisistrata. 🙂

    Magari sei molto giovane… con gli ormoni in subbuglio, se è così ti capisco.

    o ci sei o ci fai…

    ti ho spiegato punto per punto alcuni degli atteggiamenti IDEOLOGICI peggiori dell’estrema sin. nostrana:

    e mi parli dei miei ormoni???

    che sarei indottrinato?

    LORO, i pacifintisti senza se e senza ma SI NEGANO ad una VERA PROTESTA per la pace e di opposizione all’aggressione (quella verso Israele) e continui a far le pulci a me e alla mia età? (ne ho 38 x tua info)

    e fino a qualche anno fa di medio oriente sapevo quel che sanno tutti…(cioè poco e niente)

    ma siccome le ipocrisie mi stanno sulle balle, il fatto di abitare in un paese dove si vorrebbe mettere in galera il berlusca (perchè è corrotto, mafioso etc etc.) e non si dice un tubo di UN’EX MINISTRO della repubblica che ha dei buoni contatti (ATTUALI non 15 anni fa) con un’org. di terroristi sventra-autobus… BEH A ME FA INCAZZARE OK?

    x cazzidui:

    che i fondi per la resistenza irakena servano x finanziare dei giornali ci credete solo te e pasquinelli…

    il chè è tuttodire….

  91. Tisbe says:

    @ephrem, hai preso un abbaglio io non mi auguro la morte di nessuno! a me fa schifo la gente che ammazza per il potere e per un pugno di dollari. Mi fanno schifo le persone che fanno al guerra per mantenere inalterato lìequilibrio di profonda ingiustizia che regna nel mondo. Mi fa schifo il fatto che per mantenere il tenore di vita degli ameriCani debbano essere sacrificati migliaia di innocenti, compresi i bambini. E sinceramente a gente che condivide l’idea della necessità delle guerre, io non ho proprio più nulla da dire. Partiamo da posizioni antitetiche ed è inutile parlare con i sordi. Con gente che è convinta di avere ragione … perché confonde l’idea di ragione con il principio della forza. Secondo il vostro metro di misura, chi vince ha ragione, secondo me no, e nemmeno secondo Cristo.

  92. Tisbe says:

    Se gli ameriCani se ne stessero a casa loro senza ROMPERE per il mondo intero, forse non saltwerebbero in aria gli autobus, ma quest’idea non entra nella vostra mente ristretta.

  93. Bisqui says:

    Tisbe,

    Se gli ameriCani se ne stessero a casa loro senza ROMPERE per il mondo intero, forse non saltwerebbero in aria gli autobus, ma quest’idea non entra nella vostra mente ristretta.

    Forse ti sei persa un pezzo, il primo attacco terroristico è del 1972 e se non sbaglio fù a Monaco. Lì non c’erano americani

  94. squitto says:

    Hawkmoon, non sai che rabbia m’ha preso quando Edmund al suo #122 ti dà del forse troppo giovane con gli ormoni in subbuglio… quanto pagherei perché qualcuno lo dicesse a me… ma ormai è troppo tardi, miseria!!

    Azz, sto invecchiando, invece, inesorabilmente, tanto che non riesco più a capire (e temo di non avere speranza) perché chi ha tutto senza aver mosso un dito per averlo oggi deisdera non aver più niente facendo di tutto perchè ciò accada.

    PS: per tisbe: se gli americani restassero a casa loro gli autobus non salterebbero in aria. In certi paesi non ce ne sarebbero proprio.

    Amen.

  95. Tisbe says:

    Ti sbagli Bisqui, il terrorismo esiste da tempi remotissimi, ed anche i kamikaze. Uno per tutti: Sansone, e non aggiungo altro … se proprio vogliamo fare i conti con la storia … non provocatemi!

  96. Bisqui says:

    Sansone? Questa è la prima volta che la sento. C’è sempre da imparare.

    Comunque a quell’epoca non mi risulta ci fossero gli USA.

  97. ephrem says:

    @ Tisbe a te faranno schifo tante cose, ma credo che più schifo di tutti a te fanno gli ameriCani, eppoi vai parlando del Cristo dopo tutto questo disgusto che versi? Ma per piacere! Ho preso un abbaglio? Non ci credo, vorrei essere stata una mosca e aver visto la tua faccia quando hanno abbattuto le torri gemelle, scommetto che ci ha goduto e se non é così e hai pianto sono state lacrime di coccodrillo e per la paura che questa cosa ti ha scatenato adesso riversi tutto l’odio su di loro.

  98. squitto says:

    Tisbe, la vita fatta a pezzi dalle bombe dell’Italia anni ‘70? O non eri ancora nata? La vita saltata per aria nelle azioni delle brigate rosse? la vita sepolta dell’eccidio armeno? La vita evaporata nelle torri gemelle? La vita dimenticata del darfour, o dell’eccidio (chimico) curdo? la vita la vita, quale vita? la vita del pensionato parigino massacrato dai giovani leoni delle banlieues? la vita delle studentesse indonesiane decapitate perché cristiane? (e te lo dice una che è anticlericale e laica fino al midollo, tesoro)… ci sono tante vite, spiegami qual è questa VITA. E quali sono gli OGGETTI, e chi di noi due tiene di più a cosa, tesoro che vivi nel mondo delle idee e delle categorie kantiane, scendi in strada, sporcati le mani, prendi in mano la tua vita, bimba. Parlaci pure della storia. Intanto noi abbiamo da fare.

  99. ephrem says:

    Tisbe, sembri uscita da un cartone animato, ma di quale vita vai cianciando? Ma con chi credi ad avere a che fare? Credi che a me della vita non me ne freghi nulla? Ho 50 anni e lezioni sulla vita non ne attendo suprattutto da te! Spero che la vita non ti costringa mai confrontarti direttamente con le sue crudeltà e a fare i conti con esse, scendi dalla corrozza incantata dell’utopia! E smettila di fare la saccente che vuol dare lezioni di filosofia, che le lauree meno si fanno pesare e più sono meritorie…

  100. Tisbe says:

    @fai pure squitto, distruggi il mondo se è questo che sai fare … almeno io mi limito a pensare … le bombe le hanno messe i tuoi amici di dx e i servizi segreti, i pidduisti ecc. ecc.

    @Bisquì, mai sentito dire: muore sansone con tutti i filistei? mai sentito parlare di Giuditta?

    @ephram, la prima cosa da fare per un cristiano è amare i propri nemici e gli ameriCani non sono “nemici” … almeno per un occidentale d’oc, no? come potrei amare un mio amico? un vero cristiano ama il NEMICO, l’ISLAM no?

  101. Tisbe says:

    @saccente io? ma va? non me ne ero mai resa conto! grazie di avermelo fatto notare, la prossima volta mi guarderò bene da scavare gli abissi tra me e voi … da quanto in qua ci si deve vergognare della propria cultura?

  102. Bisqui says:

    Non capisco, un uomo cieco e incatenato diventa un terrorista? Solo perchè distrugge un tempio di infedeli? Ma le sacre scritture le hai studiate o cito per sentito dire? Eppure ti dichiari cristiana.

    In ogni caso anche se fosse non c’erano gli USA e gli odiati americani e questo per secoli fino agli inizi del 1800. Vogliamo dare la colpa agli USA pure della caduta dell’impero romano e visto che ci siamo della sonora sconfitta all’espansionismo dell’islam sotto le mura di Vienna?

  103. ephrem says:

    “la prima cosa da fare per un cristiano è amare i propri nemici e gli ameriCani non sono “nemici” … almeno per un occidentale d’oc, no? come potrei amare un mio amico? un vero cristiano ama il NEMICO, l’ISLAM no?”

    Ma tisbe cosa caxxo ti sei fumata? Che cosa vorrebbero dire queste tue parole? Ma hai idea di quello che hai scritto? Tu che continui a scrivere ameriCani con la C maiuscola come una bambina deficiente? Ma non te é mai passato per la testa nella tua immensa cultura che anche i brasiliani, gli argentini, i cubani, i peruviani, gli uruguagi, i venezuelani, i colombiani, i cileni sono ameriCani? ma ti pare un modo di esprimersi? Parli di cristo ma vomiti odio, eppoi impara a leggere il mio nick é EPHREM non EPHRAM come hai scritto ben due volte!

    Sei saccente sì, e se nessuno te lo ha ancora detto mi spiace per te, forse se tu lo avessi saputo prima saresti ti sarebbe servito…

  104. squitto says:

    ahia ecco lo sapevo, il passato mi rovina addosso con tutto il suo ingombrante carico di scheletri illuminando il mio presente con il suo fosforo che, fuoruscendo dalle ossa di cui è parte integrante, insisiosamente disegna fuochi fatui sulla mia strada…

    oh mio dio.

    E’ tutta la vita che cercavo di distruggere il mondo, finalmente qualcuno se n’è accorto. Minkia, non valevo un cazzo quando (da giovane…. eh, tempi passati, bei tempi!) militavo

    in strada contro (contro chi? contro, tanto vi basti, curiosoni…) ora che mi adagio e mi addormento divengo l’icona della spektre…. eheh son soddisfazioni, sono!

    Tisbe, non vergognarti della tua cultura, non è colpa tua. E’ solo che la squola fa un po’ schifo da qualche anno a questa parte.

  105. utente anonimo says:

    ragazzi, ragazzi…

    non siate troppo duri con la povera tisbe..

    lei ha problemi con le autorità tradizionali…patria , religione, occidente…

    anche con la realtà…

    comunque non è tutta colpa sua, dato che è stata traumatizzata da bambina…

    comunque non gli si può tirare fuori dei discorsi logici dalle cose che gli suscitano odio..un odio viscerale , estremo…ma ovviamente minore a quello che lei prova per se stessa…+

    un mau psichiatrico

  106. ephrem says:

    si diceva nel 68, “la fantasia al potere”, credo che ancora non potevano immaginarsi Tisbe in opera ossia quando la realtà supera l’immaginazione…

  107. utente anonimo says:

    pentirsi?

    e di cosa ? se una o uno come lei comandasse qualcosa al disopra di una polisportiva causerebbe disastri terrificanti…

    hai presente l’epidemia di colera in perù?

    era stata causata dagli ecologisti locali, che avevano convinto il comune a non mettere più il cloro nell’acqua dell’acquedotto…perchè inquinava!

    un mau perfido

  108. Tisbe says:

    Contrariamente a quello che dice la Casa Bianca o il telegiornale della Fox, il crescente sentimento antiamericano ha poco a che fare con l’invidia e/o il risentimento per le supposte “libertà” e per la “democrazia” americana. Ciò è molto differente dal fatto che i non americani provano disgusto per la società americana, ivi compreso il suo crasso mercantilismo, così pesante che non si può guardare l’ultimo minuto di una partita di baseball senza vedere almeno dieci spot pubblicitari. Contrariamente all’idea narcisistica degli Americani che il resto del mondo passa gran parte del suo tempo ad invidiare la vita spirituale dell’America, tuttavia, quello che fa arrabbiare di più gli stranieri “antiamericani” non è la natura della società interna americana, ma quello che fa l’America all’estero. E gli Europei verosimilmente non sono candidati a invidiare e a odiare la presunta “democrazia e libertà” americana, perché per la maggioranza sono in possesso di più alti gradi di democrazia e di libertà sul piano sociale, come su quello economico, politico e culturale. Dopo tutto gli Europei godono di uno stato sociale più solido, di assistenza sanitaria socializzata, di orari di lavoro più umani, di sistemi politici più vari ed inclusivi, di media meno commercializzati e legati alle logiche di impresa e in generale di una società civile più integra e rispettabile. Secondo Robert A.Kagan, teorico imperialista americano altamente sopravvalutato e largamente celebrato (all’interno dell’”élite” USA), questo li rende poco funzionalmente “post moderni”, poco adatti alle dure realtà “hobbesiane” di un mondo brutale che richiede la mano ferma della supervisione militare globale cui solo gli Americani sono in grado di provvedere (Robert A.Kagan “paradise end Power: Mmerica and Europe in the New World Order”, New York, 2002).

    Inoltre, come possono gli stranieri essere invidiosi e spaventati della “libertà” di un paese laboriosissimo, che al momento tiene in galera la percentuale più alta al mondo della sua popolazione? Mentre l’America, che si autodescrive come “faro mondiale di come bisognerebbe vivere” (secondo le immortali parole pronunciate la scorsa estate dal milionario senatore del Texas, Fay Bailey Hutchinson), resta il solo fra i “moderni” stati industriali a rifiutare di fornire alla sua popolazione un’assistenza sanitaria universale -che è una cosa che è garantita nell’Iraq invaso-.

    L’America privilegia il consumo, il divertimento, l’esperienza privata e l’atteggiamento passivo rispetto all’esercizio della cittadinanza attiva da parte della gente, fortifica la plutocrazia capitalistica in maniera così forte che la maggioranza dei suoi cittadini non si preoccupa di votare, combina con falsità la democrazia col capitalismo di stato delle imprese e distribuisce la ricchezza in maniera più ineguale di ogni altro paese industrializzato. Di riflesso dà alle vittime delle sue profonde disuguaglianze sociali la colpa di essere in fondo alle sue assurde gerarchie socioeconomiche.

  109. Tisbe says:

    Considerate un po’ l’e-mail anonima che lo scorso novembre ho ricevuto da un Australiano che si firma “Overtones” (Sottintesi). “Mi ha spezzato il cuore tutte quelle persone uccise l’11 settembre”, scrive Overtones, “ma voi Americani siete dei terroristi. Personalmente non riesco a pensare a nessuna persona più eroica dei piloti di quegli aerei dirottati per portare a termine la loro missione suicida. A voi americani è sfuggita la vera importanza dell’attacco. È stato un grido di pena e di disperazione perché il Signore sappia quanta morte, distruzione, devastazione e saccheggio provengano dall’aggressiva politica estera americana. L’arroganza dimostrata da questa politica è sorprendente per la sua portata e nella sua applicazione.

    Voi Yankee dovete immischiarvi in tutto? So che viene fatto tutto in nome del dollaro onnipotente e dell’illimitato potere nelle mani di pochissimi di saccheggiare sempre e dovunque per il loro profitto? Noi qui abbiamo un magnifico piccolo pianeta, ma non per molto tempo ancora se [alla Casa Bianca] viene lasciata la libertà di fare come vuole. E da quando voi Yankee avete eletto questo cretino, le cose sono rapidamente peggiorate.

    L’attacco alle due torri è stato un grido di disperazione e voi non solo non l’avete sentito, ma siete sulla strada di fottere il mondo intero, perché in qualcosa voi Yankee siete partiti in testa ? Saddam e Bush sono più simili che mai, ma come minaccia alla pace mondiale Bush è il peggio che si possa immaginare. È lo sfruttamento e il disprezzo americano per il resto del mondo che precipiterà il mondo in una spirale di distruzione. Smettetela di maltrattare l’intero mondo, se potete, amico mio, perché il mondo intero odia il vostro governo. Cooperazione, non guerra! Non viene in mente [a Bush] che non si può fermare il mondo e scendere? Bush non ne ha la capacità e il semplice buon senso e lo stesso i tuoi connazionali.” Queste parole rabbiose sono state spedite per il cyberspazio cinque mesi prima che Bush premesse il bottone per dare il via alla catena omicida delle carneficine imperiali americane.

    Gli stessi sentimenti del signor “Overtones” su “voi terroristi Yankee” sono espresse in termini accurati, più eruditi, dal compositore greco Mikis Theodorakis. Secondo il New York Times di lunedì scorso, in un articolo intitolato “In Grecia è l’antiamericanismo è rinforzato dalla guerra”, Theodorakis avrebbe recentemente definito gli Americani “odiosi, spietati codardi e assassini dell’umanità. D’ora in poi, considererò come miei nemici quelli che per qualsiasi ragione interagiscano con questi barbari”.

  110. Tisbe says:

    Forse l’antiamericanismo razzista di molti stranieri è brutale e disgustoso, ma la loro ostilità nei confronti dell’America ha un certo senso se messo in relazione con le tangibilmente brutali porcherie che gli USA hanno fatto o stanno preparando per i popoli stranieri e l’ordine mondiale.

  111. utente anonimo says:

    altri pazzi come lei…

    che bello però, stai svelando il tuo volto…allora per te i nostri morti di nassirja sono merda? preferisci i due eroi suicidi? sii onesta…

    un mau inferocito

  112. utente anonimo says:

    macchè offesa gratuita!

    dati di fatto!

    non capisco perchè stai qui a dire che tutti, tranne te, sono deficenti e cattivi e non liberi, e poi ti lamenti se ti mandano a fare a *** ,

    è questo il tuo modo di farti amare?

    sei proprio malata!

    un mau terapeutico

  113. Tisbe says:

    Gli economisti considerano poverta’ assoluta chi vive con meno di un dollaro al giorno. Si trovano in questa condizione 1,2 miliardi di persone nel mondo.

    E’ invece considerato un povero “moderato” chi sopravvive con 2 dollari al giorno, circa 2,8 miliardi di persone.

    Per quanto riguarda i paesi sviluppati, si intende povero chi non riesce a comprare beni non strettamente necessari (voluttuari). Vivono cosi’ 55 milioni di europei (7 milioni di italiani) e 35 milioni di americani.

    Questi dati non tengono conto del differente valore del denaro nel mondo, ma sono utili per far capire il divario che si sta allargando sempre piu’ tra poveri e ricchi.

    Se cento anni fa la differenza media tra il reddito nei paesi ricchi e il reddito nei paesi poveri era di 6 a 1 oggi raggiunge punte di 110 a 1. Ricordiamo che 500 persone nel mondo sono piu’ ricche di 460 milioni di poveri.

    – In Nigeria i proventi dell’estrazione e commercio di petrolio hanno fruttato 300 miliardi di dollari in 25 anni ma la popolazione vive nella miseria. Dove sono finiti i soldi?

    – Nell’Africa a sud del Sahara (Sahel) i poveri sono aumentati da 180 a 350 milioni negli ultimi 20 anni. Alberto Salza, antropologo, sostiene che in quelle zone la poverta’ non esisteva prima dell’arrivo dell’uomo bianco e infatti nelle lingue locali non ci sono parole per indicarla.

    – Il Pakistan riceve ogni anno 2 miliardi di dollari in aiuti dai Paesi ricchi ma ne paga circa 3 come interessi sui prestiti.

    – L’Angola spende il 2,7% del proprio prodotto interno lordo per l’educazione, il 2% per la sanita’ e il 19% per ripagare il proprio debito estero.

    – Attualmente i paesi ricchi donano 30-40 miliardi di dollari all’anno ai paesi poveri, 1/5 di quanto gli americani spendono in sigarette.

  114. utente anonimo says:

    alè, è partita. non pensa più. adesso copia e incolla la ragioni del suo odio per sè stessa…

    un mau che non copia e incolla.

  115. ephrem says:

    @ Squitto: Ma tisbe é al 28mo giorno?

    @ Mau:é probabile che lei adori che la si mandi al quel paese… soprattutto in quei giorni…

  116. Tisbe says:

    La popolazione mondiale è cresciuta in dieci anni da 5,6 miliardi a 6,4 miliardi di persone; entro il 2050 non dovrebbe superare i 9 miliardi, una cifra inferiore a quella stimata al Cairo e tanto basta all’Unfpa per parlare di un primo successo. La percentuale di coppie che fanno uso di metodi contraccettivi è cresciuta dal 55 al 61%. Ma il divario tra la situazione dei paesi ricchi e di quelli poveri è rimasto molto grande. L’indice di mortalità infantile in Europa è di 9 su mille mentre in Asia è di 53 e in Africa di 89. Oltre 200 milioni di donne non hanno accesso ad alcun tipo di contraccettivo e ogni anno circa 530 mila donne muoiono per complicazioni legate alla gravidanza, una al minuto. La mortalità delle donne in gravidanza resta un grave problema di massa, cosiccome la mortalità infantile, nei paesi poveri. In Africa una donna su 12 rischia di morire di parto a fronte di una su 4.000 nei paesi sviluppati.

    Sono le conseguenze di una condizione di povertà che colpisce gran parte della popolazione mondiale; sono ancora quasi 3 miliardi le persone che sopravvivono con un reddito di 2 dollari al giorno. Oltre 500 milioni di persone non hanno ancora accesso all’acqua, mentre sono fermi al palo gli impegni per garantire condizioni sanitarie minime e l’istruzione primaria.

    La mancanza di risorse dei paesi poveri blocca qualsiasi progresso significativo nel campo dell’assistenza sanitaria e dell’istruzione. Per sostenere gli obiettivi del Cairo sull’abbattimento della mortalità delle donne in gravidanza si stima che ci vorrebbero almeno 24 milioni di dollari, di cui un terzo erano stati promessi dai paesi ricchi. L’impegno dei cosiddetti paesi donatori era di 6,1 miliardi di dollari all’anno entro il 2005; il bilancio ai dati del 2002 registra appena 3,1 miliardi di dollari all’anno e con la prospettiva di una ultariore diminuzione per i prossimi anni. I fondi stanziati non sono stati in grado nemmeno di affrontare le emergenze, vedi il caso della diffusione dell’Aids che lo scorso anno ha fatto registrare 3 milioni di morti e 5 di nuovi contagi. Una responsabilità che ricade soprattutto sui paesi ricchi: Bush ha sospeso il contributo americano all’Unfpa per destinare i fondi alla “guerra al terrorismo”, cosiccome ha fatto Berlusconi spostando una parte dei soldi a copertura della partecipazione all’occupazione dell’Iraq.

  117. squitto says:

    @ eMi: da donna: io i problemi ce li ho dal 25°esimo in poi, ma al 28°esimo passano miracolosamente, se è della stessa cosa che stiamo parlando; se poi è di qualcos’altro…. non saprei :))))

  118. utente anonimo says:

    ah ah ah!

    caro ephem queste è una bassa battuta maschilista!

    però nel suo caso propendo per il sadomasochismo…

    un mau sadico (ahimè!)

  119. ephrem says:

    Tisbe non so se te ne sei accorta ma non ti legge più nessuno stai a fa’ un monologo pe’ i gatti, co’ tutto er rispetto pe i gatti!

  120. hawkmoon269 says:

    adesso è sempre colpa degli usa se C’è GENTE POVERA che mette al mondo bambini AI QUALI NON PUò neanche dare da mangiare!

    tra quanto li potremo incolpare anche delle eruzioni vulcaniche?????

  121. utente anonimo says:

    scusa tisbe, non hai capito che non ci frega niente delle tue ca***te alla copia incolla?

    prova a dormire , invece di imbottirti il cerebro di sofferenza di terza mano…

    un mau soporifero

  122. squitto says:

    ecco accidenti a voi adesso faccio l a parte della puttana si può scrivere puttana ? fascista che se la fa co’ sti stronzi di destra che fanno battute del caxxo sui cicli mensili senza rendersi conto (’gnoranti) che certi problemi trascendono dal fisiologico flusso ormonale…

    ohhh ma insomma, molto meglio che il rispetto della donna passi attraverso il filtro di un velo sapiente (che valorizza gli occhi, e le grazie dell’altra moglie, in quei giorni, visto che ce ne possono avere quattro in media).

  123. ephrem says:

    @ mau era intenzionalmente bassa e maschilista, un mio particolare modo per essere alla sua di altezza, comunque come dice Squitto il periodo topico e tra il 25mo ed il 27mo, visto il numero di copia incolla é al 25mo!

  124. ephrem says:

    per proprietà transitiva é tutta colpa di noi italiani, visto che l’america l’ha scoperta Cristoforo Colombo, oddio dei Liguri! Eppoi dicono che siamo tirchi!

  125. utente anonimo says:

    vedi cara squitto il MIO problema è che sono un femminista.

    cioè tratto le donne come tratto gli uomini. indi per cui se una donna mi fa arrabbiare , e poi una con evidenti problemi mentali come questa, non posso non prenderla in giro…

    non ci crederai ma la cosa che più detesto della capronità (islam) è come trattano le donne…

    un mau femminista

  126. utente anonimo says:

    comunque per tisbe, l’unica vera colpa è essere nata (non lo penso mica io, ma lei!) e ovviamente dato che è difficile prendersela con se stessi, da la colpa agli altri…

    un mau psicologo

  127. utente anonimo says:

    non c’è problema !

    comunque carissimi adesso vo a letto.

    ca teng’sonn…

    tisbe va a dormire!

    buona notte !

    un mau insonnolito

  128. ephrem says:

    Anch’io sono un femminista, anche a me da fastidio come vengono trattate le donne nell’islam… ma a certe donne un bel burqa chiuso con la fiamma ossidrica non glielo toglie nessuno! E a certi uomini la fiamma ossidrica servirebbe più in basso…

  129. utente anonimo says:

    vedo che vi siete scatenati, troppa roba, non ce la faccio.

    Faccio prima a darvi ragione, tanto cosa cambia.

    ……..

    OT

    Grande concerto, come sempre, del vecchio Bob in gran forma malgrado l’età.

    ………..

    @squitto

    Se gli occhi della foto sono i tuoi, più che dei tuoi ormoni ti devi preoccupare di quelli delle persone che ti stanno intorno.

    …….

    @ x tutti.

    Non che vi prendete TROPPO sul serio?

    Quì a senso dell’umorismo stiamo sotto il minimo sindacale.

    Edmund

    (Quello col cappello)

    [Fuorisede]

  130. Bisqui says:

    Ma che ve possino cecavve! Io sto qui a lavorare e voi che fate? Giocate con Tisbe. Ma siete proprio dei disgraziati.

    Fratellino mi meraviglio di te.

    Ma avete fatto un sacco di casine e scommetto che neanche avete visto il file con la macchina nuova dello Sheicco! Quello si che se la può permettere, mica è americano!

    Comunque ho allungato le notizie su Falluja se vi interessa e ho messo qualche nuova foto sia sul frontale che nell’archivio. Se le guardate mi fate un piacere.

    E adesso, buona notte e tutti.

  131. squitto says:

    sì scusa abbiamo fatto man bassa in tua assenza e siamo scesi veramente in basso, però sai come la penso, in fondo se tisbe ha un certo senso dell’autoironia e della convivialità non dovrebbe prendersela più di tanto…

    in fondo nessuno ce l’ha con lei, che ha avuto il coraggio di venire qui a dire cose che sapeva l’avrebbero esposta a ogni tipo di rischio, minimo quello di rendersi impopolare, in quella che lei considera la tana del lupo… :)))

    (Nun me dì che me possino cecamme che ggià ‘un ce vedo ‘una eva di mio, vabbene??!!??)

  132. ephrem says:

    Quella dello sceicco l’abbiamo visto Bisqui, io personalmente in varie lingue (francese, inglese, spagnolo…) si vede che ha fatto il giro del mondo!!!

  133. Bisqui says:

    Ragazzi siete simpaticissimi, si speriamo che Tisbe non se la sia presa.

    Vi sembrerà strano na a me sta simpatica, è così giovane e ha il diritto di sperare in un mondo migliore.

    E poi è coraggiosa.

    Squitto ammiro la tua capacità di razionalizzare, un’altra persona avrebbe espresso animosità.

    Aribuonanotte

  134. Tisbe says:

    Ho un post per voi, Squitto sei una materialista, possibile che possedere un’auto o avere autobus sia la massima espressione della civiltà? Efram, non sai nemmeno quello che dici, posso solo provare pena … quando non si è capaci di controbbattere si passa alle offese gratuite, francamente mi sono scompisciata dalle risate. Mau, una mia amica ieri mi ha consigliato, non ti sprecare con gli ignoranti: non ti capiranno mai. BISQUI grazie per l’ospitalità e poi nn sono così giovane 😉

  135. squitto says:

    Tisbe, santo cielo, quando mai avrei detto che possedere un’auto o un autobus è la massima espressione di civiltà? Non è la prima volta che dimostri di non capire quello che scrivo, ma che, ti devo spiegare tutto, parola per parola?? mi stai facendo diventare schizofrenica, altroché !! :))))

    PS Sull’età… Credo anche rispetto a me 😉

  136. ephrem says:

    Tisba mi dici dove ti ho insultato personalmente? Credo che il senso dell’ironia e tu non andiate perfettamente d’accordo, ti faccio presente che il mio nick ephrem, non EFRAM.

    Un saluto da colui che non sa quel che dice ed é felice che tu TISBA che sei più giovane di me, abbia il controllo delle sue parole ed abbia capito tutto della vita.

    Certo che tutta una notte a meditare per una risposta come la tua…

    ps.: sui tuoi moti d’animo nei miei confronti stendo un velo pietoso, le tue parole sono da chi sinceramente, non ha un granché da dire.

  137. grendel00 says:

    Gli USA sono lockiani, non hobbesiani, dire una cosa del genere vuol dire non conoscre la storia. Forte questo Kagan, cabarettista anche lui?

  138. L’ultimo commento è trash forte.

    Hawkcazzi, per favore, mettine uno di punto interrogativo. Mi fai venire il nervoso. Comunque le cose che scrivi non sono degne di considerazione, quindi potresti pure smettere di scriverle.

  139. hawkmoon269 says:

    beh mettititi d’accordo con te stesso sig. eugenio… se i miei post non sono da considerare … non dovrebbero darti problemi le punteggiature….

    facile squalificare senza dare motivazioni vero? bravo……

  140. Sebbene io di solito non apprezzi la retorica, devo dire che quei poveri uomini hanno tutta la mia stima, così come la hanno le loro famiglie. Purtroppo anche tra chi pensa come me che la guerra sia sempre la soluzione peggiore troppo spesso si dimentica che l’errore è di chi la fa e di chi ne abusa, non di chi è mandato a farla. L’odio verso l’esercito e le forze armate non è assolutamente spirito pacifista, ma solo un’altra forma di violenza.

    Quando penso al pacifismo vero non posso non pensare a quella meravigliosa foto in cui una ragazza porgeva dolcemente un fiore ad un poliziotto in assetto antisommossa immobile davanti a lei.

    Come vorrei che più persone fossero così.

    Giulio

  141. utente anonimo says:

    Onore ai nostri cari caduti a Nassiryia…e basta..fate tutti silenzio…non strumentalizzate e non litigate!!

Comments are closed.